KONNICHIWA! Senza più la pressione di dover vincere il suo ottavo Mondiale, archiviato due settimane fa a Buriram, Marc Marquez si è presentato alla conferenza stampa del Gran Premio di Giappone classe MotoGP, a Motegi con la serenità dei forti. Accanto a lui c'erano Andrea Dovizioso, Fabio Quartararo e Maverick Vinales, ovvero i più papabili avversari dello spagnolo anche a Motegi, mentre dal paddock ha parlato Valentino Rossi, che sulla pista nipponica ha bei ricordi risalenti però al decennio scorso.

MARQUEZ RILASSATO A due settimane dall'ottavo trionfo e dalla nona vittoria stagionale, Marc Marquez ha debuttato spiegando le sue sensazioni a mente fredda: "Ho festeggiato, in Thailandia e a casa in famiglia, ma non ho dimenticato di preparare queste tre gare. Ovviamente sono più rilassato ma la mentalità è sempre la stessa, quindi cercheremo di vincere domenica. I miei rivali? Con Dovi l'anno scorso fu una bella battaglia, mi aspetto sia veloce anche quest'anno, Ma anche Quartararo che è molto in forma, e non possiamo dimenticare Vinales e Rins, tutti piloti che saranno veloci. Psicologi sportivi? Non ne ho bisogno, i miei migliori psicologi sono i ragazzi del team.

DOVIZIOSO DELUSO Dopo la batosta thailandese, Andrea Dovizioso spera invece di poter ripartire a Motegi, una pista più congeniale alla sua Ducati: "In Thailandia abbiamo cercato di migliorare durante il weekend ma non ci siamo riusciti, nei primi due settori andavamo meglio ma nella seconda parte proprio non riuscivo a tenere il passo degli altri. È stato molto deludente ma la realtà è questa, dobbiamo continuare a lavorare per poter essere più competitivi in percorrenza. Qui mi aspetto di essere forte, ci sono molti stop&go. Cerchiamo di concludere secondi in campionato, sappiamo quanto sono forti i nostri rivali, occhio soprattutto ai piloti Yamaha.

SPANISH ATTACK Dopo aver trionfato a Silverstone Alex Rins ha avuto un po' di gare difficili, ma per arrivare al terzo posto deve prontamente rimettersi nella giusta direzione: "Siamo in lotta con Dovi, Petrucci, Maverick per il terzo posto, abbiamo faticato un pochino anche se in Thailandia è stata una buona gara per noi. Qui mi diverto sempre, vediamo come andrà". Lo spagnolo Maverick Vinales è invece forse il più pericoloso dei clienti per Marquez in questo momento, anche se Motegi non sembra dal layout una pista Yamaha: "Dopo la Thailandia mi sento ottimista, riesco a spingere nelle ultime gare anche nell'ultima parte. Su questa pista mi trovo sempre bene e ho raccolto buoni risultati, potremo certamente lottare per il podio.

OUTSIDER QUARTARARO Il talento emergente della MotoGP, Fabio Quartararo, rivestirà anche in Giappone il ruolo di outsider, su un tracciato che ama particolarmente: "Quest'anno ho sentito più volte la frase 'questa non è una pista Yamaha', ma io non guardo tanto se questa è una pista Honda o una pista Yamaha, mi concentrerò sul weekend e lavoreremo molto. Speriamo la pioggia non ci condizioni. Potrei essere rookie dell'anno già qui? Onestamente non ci penso più di tanto, cercheremo di ottenere il miglior risultato possibile.

ROSSI SCONTENTO Infine Valentino: dopo tre gare in cui sembrava essere tornato su buoni livelli, a Buriram è arriavata una domenica difficile per Rossi, che a Motegi spera di poter rialzare la testa: "Durante le tre gare consecutive che ci attendono (dopo Motegi si correrà a Phillip Island e Sepang) proveremo a risolvere i nostri problemi con la moto. Ovviamente non siamo felici dell'ultimo risultato e a Motegi cercheremo di trovare una soluzione, proveremo qualcosa di differente. Motegi è una pista che mi piace e proverò a fare una bella gara."


TAGS: yamaha honda ducati rossi motogp dovizioso marquez vinales motogp 2019 Rins Quartararo JapanMotoGP 2019 MotoGP Giappone 2019 MotoGP Motegi 2019 Orari MotoGP Motegi Orari MotoGP Giappone