CONDIZIONI DIFFICILI Una sessione di qualifica complicata per la Ducati che dopo un venerdì dalle buonissime prospettive, non riesce a capitalizzare le prestazioni di una moto che sembra ben comportarsi sulla pista di Motegi. Non tutto è perduto però, anzi... le condizioni del tracciato nipponico oggi erano ben diverse da quelle che, con ogni probabililtà, Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci troveranno domani, quando il sole dovrebbe far capolino tra la fitta coltre di nubi che hanno coperto oggi la pista e che ha favorito Marc Marquez, in grado di strappare anche in un weekend dove non tutto sembrava andargli per il verso giusto, davanti alla coppia di talentini Yamaha, Franco Morbidelli e Fabio Quartararo.

PASSO MIGLIORE Nelle FP3 del mattino peraltro, con pista bagnata, Danilo Petrucci era stato il più veloce del lotto, come spesso gli capita quando piove, mentre durante le qualifiche la situazione mista tra asciutto e umido non ha favorito la Ducati e i due alfieri non sono riusciti a fare meglio della terza fila. Scatterà settimo Dovizioso e ottavo Petrucci, entrambi dotati di un passo gara buono e che può far ben sperare per il Gran Premio del Giappone di domani.

DOVI CAUTO Dopo le qualifiche Andrea Dovizioso non si è sbilanciato sulle sue prospettive per domani: "Non sono preoccupato di non fare la pole, ma almeno mi piacerebbe partire in seconda fila. In realtà non è che siamo più lenti in qualifica, lo siamo in generale e gli altri sono cresciuti. La Yamaha doveva recuperare in certe aree e l'ha fatto, anche grazie al talento di Qartararo che è così spensierato e veloce che fa molto bene alla squadra. Io sono deluso della mia posizione ma non del tempo. Ho perso qualcosa in curva 9, peccato. Mi scoccia essere vicino nel tempo e lontano in griglia. Spero che non ci condizioni troppo la gara, perché quelli che hanno il passo migliore sono tutti in prima fila. Dovrò fare di tutto per stare con loronei primi giri, speriamo di essere abbastanza veloci per lottare con loro per il podio."

PETRUX CON VISTA GARA Dispiaciuto è anche Danilo Petrucci, che pensava di poter partire più avanti. La pista si è asciugata forse un po' troppo presto per il talento sul bagnato del pilota ternano, in ogni caso le speranze di far bene in gara ci sono tutte: "Sì, è vero che i nostri avversari sono migliorati, ma siamo tutti molto vicini, e le condizioni oggi erano difficili. Per quanto mi riguarda non ho sfruttato l'ultimo run, ma il passo che abbiamo non è male e la gara dovrebbe essere asciutta. Il fatto è che ormai con questi piloti bisogna dare il 100% sempre, serve un giro a vita persa in qualifica per stare davanti. Valentino? Lui soffre questa situazione, non è mai stato il più veloce sul giro secco, in compenso puoi sempre contare su di lui alla domenica perché è un animale da gara."


TAGS: ducati motogp andrea dovizioso danilo petrucci motogp 2019 JapanMotoGP 2019 MotoGP Giappone 2019 MotoGP Motegi 2019 Qualifiche MotoGP Motegi Qualifiche MotoGP Giappone 2019