YAMAHA BRACCA HONDA Il dittatore Marc Marquez conquista la prima pole della sua carriera in MotoGP sul tracciato di Motegi e lo fa di giustezza, in condizioni difficili e senza scomporsi. Due giri in fotocopia che gli hanno garantito la visuale libera domani alla partenza, ma al suo fianco lo spagnolo dovrà guardarsi bene dalla coppia terribile di giovani Yamaha, composta da Franco Morbidelli e Fabio Quartararo, con l'italiano oggi in grado di beffare l'astro nascente francese. I tre sono stati ascoltati a caldo subito dopo le qualifiche del Gran Premio del Giappone.

IMPERIALE MARQUEZ Con il titolo mondiale già in tasca, Marc Marquez ostenta tranquillità per tutta la sessione, staccando subito un tempo che gli varrebbe già di per sé la pole, per poi ritoccarlo e mettersi in sicurezza dagli assalti dei due arrembanti yamahisti: "Sì dai, la stagione era buona ma mi mancava questo..." - ha spiegato un ironico Marc ai microfoni di Sky - "È andata bene perché ieri non abbiamo inziato nel modo migliore, oggi invece abbiamo fatto un piccolo step, però dobbiamo stare attenti perché la pista non era al 100% asciutta e dunque abbiamo fatto la pole in una condizione non normale. Domani con più sole dovremo capire nel warm up cosa fare e dovremo scegliere con attenzione la gomma posteriore anche perché sembra che le Yamaha anche su questa pista vadano molto forte."

PIEDI PER TERRA Appare molto soddisfatto ma allo stesso tempo prudente Franco Morbidelli, che per la conquista di questa bellissima seconda piazza, davanti al compagno nel team Petronas Fabio Quartararo, ringrazia tantissimo i suoi ragazzi: "Devo ringraziare la mia squadra perché stanno facendo un ottimo lavoro" - ha spiegato Morbido - "Stiamo lavorando molto bene insieme, loro mi danno una grandissima mano, stiamo migliorando piano piano, perché stare con tutte le Yamaha non è una cosa facile, quando sei settimo spessoo sei l'ultimo delle Yamaha e non è facile. Però oggi è andata molto bene, vediamo cosa succede domani."

QUARTARARO IN RAMPA Infine Fabio Quartararo, uno che è ormai abituato a partire in prima fila ma che questa volta si è fatto beffare dal compagno di team: "Questa doppietta è un risultato fantastico per il nostro team" - spiega il francese - "È stata veramente una sessione di qualifica difficile. Ero nervoso perché in queste condizioni metà (asciutta) e metà (bagnata) non è facile ed era già successo a Brno dove non avevo un buon feeling. Stavolta però è andata abbastanza bene. Ho fatto qualche errore nel mio giro, ma sono molto contento del risultato. Domani il tempo sarà migliore, possiamo trovare qualcosa nel warm up. Marc ha un passo forte, ma domani proveremo a fare una gara simile a quella che abbiamo già fatto nell'ultima occasione, però stavolta cercheremo di restare davanti alla fine."


TAGS: yamaha honda motogp marc marquez franco morbidelli motogp 2019 Fabio Quartararo JapanMotoGP 2019 MotoGP Giappone 2019 MotoGP Motegi 2019 Qualifiche MotoGP Motegi Qualifiche MotoGP Giappone