Autore:
Giulio Scrinzi

NELLA TERRA DI MARQUEZ Domani prenderà il via il penultimo weekend europeo della stagione, vale a dire quello del GP di Aragon sul circuito spagnolo del MotorLand Aragon. La prossima tappa, infatti, sarà la prima del trittico extraeuropeo composto dai round di Motegi, Phillip Island e della Malesia, che precederanno l'ultimo appuntamento in quel di Valencia. Questo fine settimana, però, la MotoGP darà spettacolo sul tracciato di Alcaniz, che come da tradizione ha ospitato questa sera la tradizionale conferenza stampa del giovedì.

MARC MARQUEZ A rompere il ghiaccio è stato l'attuale leader di classifica, Marc Marquez: “La stagione 2017 è entrata nel vivo: mancano solo cinque GP alla fine, ho gli stessi punti di Dovizioso, Vinales è comunque molto vicino e Rossi è appena tornato dalla convalescenza. Aragon è uno dei miei circuiti preferiti: l'obiettivo è portare a casa un buon risultato senza commettere errori”.

ANDREA DOVIZIOSO Lo ha seguito il suo diretto rivale in Campionato, Andrea Dovizioso: “Sono arrivato ad Aragon molto rilassato e con tanta fiducia di fare bene. L'anno scorso è stato un disastro, per cui questo weekend sarà per noi un'incognita: il MotorLand non è particolarmente adatto al mio stile di guida, ma conosciamo le carte a nostro favore. Dovremo essere abili a giocarcele al meglio”.

MAVERICK VINALES Poi è stato il turno del terzo pretendente al Titolo 2017, Maverick Vinales: “Siamo distanti dai primi in classifica solamente 16 punti, un margine che avremmo potuto ridurre ulteriormente se avessimo massimizzato le nostre performance. Nonostante ciò, a Misano abbiamo raggiunto uno step successivo nella preparazione della nostra M1, che ben si adatta a questo circuito spagnolo e al mio stile di guida”.

VALENTINO ROSSI Ma tutti gli occhi erano puntati su Valentino Rossi, al rientro in MotoGP dopo soli 23 giorni dall'infortunio che gli è costato la frattura di tibia e perone della gamba destra. “Sono contento di essere qui e provare domani a scendere in pista. L'obiettivo non è quello di vincere o di pensare al Campionato, ma piuttosto di verificare il mio feeling una volta in sella alla mia M1. Sarà una gara utile per le prossime, in modo da tornare in forma nel più breve tempo possibile”.

DANILO PETRUCCI In seguito ha parlato anche la prima guida del team Ducati Pramac, Danilo Petrucci: “Il podio di Misano? È stato difficile stare davanti, ma non abbiamo nulla da perdere. Il nostro obiettivo è quello di stare costantemente davanti a Zarco. Al momento siamo soddisfatti della nostra Desmosedici, perchè è efficace su tutte le piste. L'unico problema è far durare un po' di più la gomma posteriore, ma se siamo stati competitivi due settimane fa, perchè non dovremmo esserlo qui?”.

ALEX RINS Per Alex Rins la tappa di Aragon sarà un appuntamento speciale, perchè si tratterà del suo primo GP di casa nella massima serie motociclistica. “Non vedo l'ora di scendere in pista: conosco bene il MotorLand e dopo la bella prestazione di Misano cercherò sicuramente di ripetermi o di fare ancora meglio”.

XAVIER SIMEON L'ultimo a prendere parola è stato Xavier Simeon, pilota del team Tasca Racing Scuderia Moto2 che l'anno prossimo debutterà nella classe regina sulle Ducati del team Reale Avintia Racing. “Questa stagione è stata molto difficile per me, perchè per vincere in Moto2 tutto deve essere sempre in perfetto ordine. Io ho saltato due gare per infortunio, ma questo non ha condizionato la mia firma del contratto per il passaggio l'anno prossimo in MotoGP. Sarà una grande occasione per me e per il Belgio: farò di tutto per sfruttarla al meglio”.


TAGS: motogp valentino rossi andrea dovizioso danilo petrucci marc marquez maverick vinales alex rins motogp 2017 motogp aragon 2017 xavier simeon