Autore:
Giulio Scrinzi

MOTOGP – STRATEGIA VINCENTE Ad Assen era stato un errore di valutazione che lo aveva premiato con il gradino più alto del podio, oggi una fine strategia volta a massimizzare il pacchetto a sua disposizione nel finale di gara. Marc Marquez non solo è un pilota fenomenale che sta facendo valere il Titolo Mondiale conquistato lo scorso anno, ma è anche un abile pianificatore in grado di “vedere oltre”, con lo scopo di beffare i propri avversari quando questi sono costretti a tirare i remi in barca. La scelta della doppia dura sulla sua Honda ha pagato, dal momento che ad otto giri dalla fine “El Cabroncito” ha potuto portare a termine il proprio attacco contro un Jorge Lorenzo in difficoltà con la morbida al posteriore che, in ultimo, lo ha fatto desistere anche contro il ritorno della RC213V di Daniel Pedrosa. In questo modo Marquez ha conquistato la sua quinta vittoria della stagione 2017 davanti al compagno di squadra e al “Porfuera” della Ducati, mentre le Yamaha sono state costrette a inseguire con un Vinales quarto e un grandissimo Valentino Rossi quinto, capace di rintuzzare gli attacchi dei propri rivali finchè la sua gamba non l'ha costretto a rallentare il ritmo. Sesta posizione per l'ottima Aprilia di Aleix Espargarò, che si è messa dietro la seconda Desmosedici ufficiale di un Andrea Dovizioso che ad Aragon non è andato oltre il settimo posto. Un risultato che gli ha fatto perdere del terreno in ottica Campionato, e che ora lo vede costretto a recuperare ben 16 punti dal leader di classifica, nonché prima guida, del team Honda Repsol.

MOTO2 – SUL FILO DI LANA La sfida della Moto2 è stata tutta tricolore sul circuito di Aragon e ha visto il nostro Franco Morbidelli in lotta fino all'ultimo con il riminese Mattia Pasini. Un duello da coltello tra i denti, che si è risolto solamente sotto la bandiera a scacchi a favore del “Morbido” per soli 145 millesimi, sufficienti per assicurargli l'ottava vittoria della stagione 2017. Con questo ennesimo successo, ora il romano del team Estrella Galicia Marc VDS ha ben 21 punti di vantaggio sul diretto rivale in Campionato, un Thomas Luthi oggi solamente quarto e preceduto anche dalla KTM di Miguel Oliveira. La due ruote gemella Made in Mattighofen affidata a Brad Binder, invece, è giunta quinta al traguardo, precedendo Navarro e il nostro Simone Corsi, mentre hanno completato la top ten Nakagami, Cortese e Francesco Bagnaia.

MOTO3 – TENACIA SPAGNOLA Sesto in griglia di partenza, subito in duello con i suoi avversari e poi... via verso la testa della corsa, conquistata a 6 giri dalla fine e mantenuta fino alla bandiera a scacchi. Questa è stata la gara di Joan Mir, spagnolo del team Leopard Racing che nell'ultimo passaggio ha resistito a tutti gli attacchi dei nostri di Giannantonio e Bastianini, battuti in volata per pochissimi centesimi di secondo. Per il pilota di Palma di Maiorca questa è l'ottava vittoria stagionale, che gli permette di allungare ulteriormente in classifica rispetto a Romano Fenati, oggi solamente decimo e staccato di ben 80 punti. Quarta posizione per l'autore della pole position Jorge Martin, che ha preceduto Canet, McPhee, Ramirez e la wild card tricolore Dennis Foggia, che ha onorato i colori del team Sky Racing VR46 con una splendida ottava piazza al debutto nella classe d'esordio del Motomondiale.

MOTOGP – COSì AL TRAGUARDO 1) Marc MARQUEZ (Honda); 2) Daniel PEDROSA (Honda); 3) Jorge LORENZO (Ducati); 4) Maverick VINALES (Yamaha); 5) Valentino ROSSI (Yamaha); 6) Aleix ESPARGARÒ (Aprilia); 7) Andrea DOVIZIOSO (Ducati); 8) Alvaro BAUTISTA (Ducati); 9) Johann ZARCO (Yamaha); 10) Pol ESPARGARÒ (KTM); 11) Mika KALLIO (KTM); 12) Andrea IANNONE (Suzuki); 13) Jack MILLER (Honda); 14) Scott REDDING (Ducati); 15) Tito RABAT (Honda); 16) Jonas FOLGER (Yamaha); 17) Alex RINS (Suzuki); 18) Hector BARBERA (Ducati); 19) Bradley SMITH (KTM); 20) Danilo PETRUCCI (Ducati); 21) Loris BAZ (Ducati); 22) Sam LOWES (Aprilia).

MOTOGP – CLASSIFICA DI CAMPIONATO 1) Marc MARQUEZ, 224 punti; 2) Andrea DOVIZIOSO, 208 punti; 3) Maverick VINALES, 196 punti; 4) Daniel PEDROSA, 170 punti; 5) Valentino ROSSI, 168 punti; 6) Johann ZARCO, 117 punti; 7) Jorge LORENZO, 106 punti; 8) Danilo PETRUCCI, 95 punti; 9) Cal CRUTCHLOW, 92 punti; 10) Jonas FOLGER, 84 punti.

MOTO2 – COSì AL TRAGUARDO 1) Franco Morbidelli (Kalex); 2) Mattia Pasini (Kalex); 3) Miguel Oliveira (KTM); 4) Thomas Luthi (Kalex); 5) Brad Binder (KTM); 6) Jorge Navarro (Kalex); 7) Simone Corsi (Speed Up); 8) Takaaki Nakagami (Kalex); 9) Sandro Cortese (Suter); 10) Francesco Bagnaia (Kalex).

MOTO2 – CLASSIFICA DI CAMPIONATO 1) Franco Morbidelli, 248 punti; 2) Thomas Luthi, 227 punti; 3) Miguel Oliveira, 157 punti; 4) Alex Marquez, 155 punti; 5) Francesco Bagnaia, 130 punti; 6) Mattia Pasini, 124 punti; 7) Takaaki Nakagami, 117 punti; 8) Simone Corsi, 95 punti; 9) Dominique Aegerter, 92 punti; 10) Brad Binder, 67 punti.

MOTO3 – COSì AL TRAGUARDO 1) Joan Mir (Honda); 2) Fabio di Giannantonio (Honda); 3) Enea Bastianini (Honda); 4) Jorge Martin (Honda); 5) Aron Canet (Honda); 6) John McPhee (Honda); 7) Marcos Ramirez (KTM); 8) Dennis Foggia (KTM); 9) Phillipp Oettl (KTM); 10) Romano Fenati (Honda).

MOTO3 – CLASSIFICA DI CAMPIONATO 1) Joan Mir, 271 punti; 2) Romano Fenati, 191 punti; 3) Aron Canet, 173 punti; 4) Fabio di Giannantonio, 137 punti; 5) Jorge Martin, 134 punti; 6) John McPhee, 106 punti; 7) Marcos Ramirez, 105 punti; 8) Andrea Migno, 103 punti; 9) Enea Bastianini, 103 punti; 10) Phillipp Oettl, 91 punti.


TAGS: motogp valentino rossi jorge lorenzo andrea dovizioso marc marquez maverick vinales daniel pedrosa motogp 2017 motogp aragon 2017