Pubblicato il 04/08/20

MARC KO Alla fine Marquez non ce l’ha fatta. Il tentativo quasi da supereroe di rientrare nel secondo Gp a Jerez dopo la rovinosa caduta e conseguente frattura del braccio di una settimana prima, ha avuto ripercussioni decisamente negative. Eccessivo lo sforzo del campione iberico per provare il ritorno in pista, al punto da danneggiare la placca in titanio e costringere i medici a riportarlo sotto i ferri per una seconda operazione. Il ventisettenne di Cervera adesso ha bisogno di riposo e, dopo i vani sforzi della scorsa settimana, deve recuperare in tutta tranquillità in modo da ritrovare quanto prima la condizione fisica per dare spettacolo in sella alla sua Honda Hrc. Ancora incerte le tempistiche ma, di sicuro, a Brno, Marc non ci sarà…

MotoGP Spagna 2020, Jerez: Marc Marquez nel post su instagram dopo l'infortunio al braccio destro

HRC, C’È BRADL E se a Jerez la casa nipponica aveva deciso di dare la chance a Marquez di provare il rientro lampo non convocando nessun sostituto, stavolta l’annuncio del vice-Marc è arrivato con un certo anticipo in modo da spegnere sul nascere ogni possibile colpo di testa: a rimpiazzare il sei volte iridato MotoGP nel Gran Premio di Repubblica Ceca ci sarà Stefan Bradl. Tedesco, 30 anni, campione del mondo Moto2 nel 2011, già nella passata stagione Bradl aveva corso con la Honda ufficiale per sostituire in quattro Gp l’infortunato Jorge Lorenzo. Per lui un decimo posto come miglior piazzamento nel Gp di Spagna a Jerez e in quello di casa, in Germania, al Sachsenring.

Shakedown Test MotoGP 2020, Sepang: Stefan Bradl (Honda)

PARLA STEFANPrima di tutto voglio augurare a Marc – ha dichiarato il pilota tedesco dopo la conferma della notizia del suo ritorno in MotoGP per fare coppia con Alex Marquez – un pronto recupero. Quello che ha fatto a Jerez è stato pazzesco, dimostrando di possedere il vero spirito del grande campione. Per quanto mi riguarda, non vedo l'ora di tornare in sella alla Honda RC213V perché, a causa della pandemia, non abbiamo potuto svolgere i soliti test. Mi servirà quindi un po' di tempo per riadattarmi a una moto della classe regina. Se non altro, ho avuto modo di guidare una Superbike, quindi mi sento comunque abbastanza in forma. Correre con il team Repsol Honda è sempre un onore, ed è un piacere aiutare la casa giapponese. Vedremo come andrà il weekend”.


TAGS: honda motogp brno marc marquez stefan bradl MotoGP 2020 infortunio Marquez Braccio Marquez Omero Marquez CzechGP 2020 Intervento Marc Marquez secondo intervento Marquez GP Repubblica Ceca 2020