Pubblicato il 03/08/20

SECONDO INTERVENTO Per Marc Marquez la partecipazione al Gran Premio della Repubblica Ceca a Brno è a forte rischio. Il pilota spagnolo si è dovuto sottoporre oggi a un secondo intervento al braccio rotto, per sistemare la placca in titanio installata sull'omero dopo la caduta di Jerez. A causa del troppo stress accumulato - come si legge nel comunicato ufficiale del Repsol Honda Team - la placca si è danneggiata e si è reso necessario un secondo intervento per sostituirla. Ad effettuarlo è stato il dottor Xavier Mir all'Ospedale Universitario Dexeus di Barcellona, il dottore della clinica mobile che aveva già operato Marquez due giorni dopo la caduta nel Gran Premio di Spagna. Non più tardi di ieri Marquez aveva postato sui suoi social gli allenamenti al vogatore e con i pesi che stava facendo per recuperare.

ANCORA 48 ORE ''Marc è stato operato 13 giorni fa e oggi è tornato sotto i ferri'' - ha dichiarato in serata il Dottor Mir - ''La prima operazione ha avuto esito positivo, ciò che non era previsto è che la piastra in titanio fosse insufficiente. Un accumulo di stress nell'area operata ha causato dei danni alla stessa e oggi è stata rimossa e sostituita da una nuova. Marc non ha sentito dolore in questi ultimi giorni, sempre seguito i consigli del medico e le sensazioni del suo corpo. Sfortunatamente uno stress eccessivo ha causato questo problema e ora dobbiamo attendere 48 ore per poter capire i tempi di recupero''. Il Gran Premio di Brno è però dietro l'angolo, ed è dunque improbabile che lo spagnolo riesca a parteciparvi, a maggior ragione dopo aver appena pagato lo scotto di dover subire un secondo intervento per aver affrettato i tempi di recupero del primo. Staremo a vedere.


TAGS: honda motogp brno marc marquez MotoGP 2020 infortunio Marquez Braccio Marquez Omero Marquez CzechGP 2020 Intervento Marc Marquez secondo intervento Marquez GP Repubblica Ceca 2020