Pubblicato il 05/08/20

CHI SARÀ IL SUCCESSORE DI MARC? Per le imprese citofonare ''Marquez'', per i miracoli, però, serve ancora attrezzarsi, o magari è meglio di no visto com'è andata per lui in questi giorni. L'otto volte campione del mondo della Honda ci ha provato a recuperare dopo la brutta caduta del primo GP dell'anno a Jerez, mentre stava compiendo una rimonta che aveva dell'incredibile, ma proprio la stessa foga che ha messo in quei giri favolosi, Marc l'ha messa nel voler a tutti i costi essere presente la settimana successiva alla gara bis in Andalusia. Risultato? Troppo stress al braccio, nuova placca all'omero inserita l'altro ieri e - stavolta per forza - qualche settimana di stop. E così lo spagnolo potrà rientrare solo alla sesta gara di un campionato già compresso e limitato dal Covid-19, quando potrebbe ritrovarsi già con un centinaio di punti da recuperare nei confronti dei leader della classifica, oggettivamente troppi. E allora andiamo a vedere tutti i possibili successori di Re Marc VIII

MotoGP Andalusia 2020, Jerez: Fabio Quartararo (Yamaha)

FABIO QUARTARARO Il primo nome è facile, ed è quello del giovane talento francese esploso la scorsa stagione, e già capace di soffiare il posto da sotto il sedere a Valentino Rossi per la prossima. Fabio è reduce da due vittorie consecutive a Jerez - le prime due della sua carriera in MotoGP - e sulla scia dell'entusiasmo e della spensieratezza potrebbe fare faville. Ma proprio questa incoscienza è - al contempo - propulsione e limite alla sua ascesa: non sappiamo come il ragazzo gestisce situazioni di enorme stress come quelle di giocarsi un titolo così pesante, e ha alle spalle diversi cagnacci che difficilmente gli renderanno la vita semplice. Con lui però, la Yamaha può entrare nel futuro ben prima del previsto, e con tutte queste gare ravvicinate in programma, ci metteremo poco a scoprire se già quest'anno. CHANCE DI TITOLO: 30%

MotoGP Spagna 2020, Jerez - Maverick Vinales (Yamaha)

MAVERICK VINALES Il favorito d'obbligo, se non altro per curriculum ed esperienza, diventa a questo punto lo spagnolo, titolare in Yamaha e futuro compagno di team di Quartararo. Maverick ha tutto per diventare, finalmente, campione anche in MotoGP, sebbene in passato abbia mostrato qualche crepa soprattutto a livello mentale, ma d'altra parte in questo consiste crescere: imparare dagli errori, migliorare, evolversi quando la situazione lo richiede. Ha appreso tanto in questi anni sotto questo punto di vista da Valentino Rossi, e il 2020 è l'anno perfetto per mettere a frutto il tutto, ora che le sue prestazioni sono costantemente migliori di quelle del compagno. La sfida a pari mezzi tra lui e Quartararo, attende solo i nostri pop corn. CHANCE DI TITOLO: 30%

MotoGP Spagna 2020, Jerez - Andrea Dovizioso (Ducati)

ANDREA DOVIZIOSO E se tra i due litiganti spuntasse il proverbiale terzo gaudente? D'altra parte Andrea è arrivato tre volte dietro a Marquez, che ora non c'è, e ha tutte le carte in regola per vincere: esperienza, velocità, acume tattico... e moto. A Jerez, una pista che non ha mai digerito, è tornato a casa con un podio e un sesto posto, due prestazioni buone che gli consentono di limitare il distacco dalla vetta. Brno e Spielberg (2 volte), due piste che ama decisamente di più, ci diranno quali sono le sue vere possibilità, in un anno particolare non solo per il Covid, ma anche per il contratto che tarda ad arrivare. E se veramente questo fosse il suo ultimo anno in Ducati, che storia sarebbe se se ne andasse con il titolo in tasca? CHANCE DI TITOLO: 25%

ALEX RINS Lui l'infortunio all'omero l'ha trattato con un po' più di riguardo di Marquez. O meglio, diciamo che è stato più fortunato perché la sua frattura era meno grave e ha potuto partecipare senza conseguenze al weekend successivo, concludendolo in 10° posizione. Sono solo sei punticini, ma se Rins rientrerà presto a regime, sarà un cliente difficilissimo per chiunque. Lui e la Suzuki rappresentano un binomio in crescita capace di riscrivere il termine ''outsider'' sul vocabolario, e trasformarlo in ''campione''. Certo, parte con l'handicap di punti accumulato a Jerez da recuperare, ma già da Brno occhi al numero 42, perché potrebbe regalare sorprese. CHANCE DI TITOLO: 10%

MotoGP Andalusia 2020, Jerez: Valentino Rossi (Yamaha)

VALENTINO ROSSI Troppo? Troppo poco? La percentuale che diamo a Valentino Rossi di conquistare il suo decimo titolo è ponderata da diversi fattori: ha la stessa moto di Vinales e Quartararo e non è molto distante in termini di prestazione. L'esperienza e la furbizia giocano dalla sua e poi... e poi c'è quel qual cosa che sembra essere scattato con il podio di Jerez, figlio di un assetto voluto con caparbietà e artefice di uno sfogo inatteso nei confronti degli ingegneri della Yamaha. E se la casa di Iwata accontentasse le sue istanze, sarebbe Valentino in grado di stupire il mondo a 41 anni? È oggettivamente complicato, ma sarebbe uan storia bellissima da scrivere. CHANCE DI TITOLO: 2

GP Andalusia 2020, Jerez, FP3: Marc Marquez (Honda)

MARC MARQUEZ Come dite? Non è possibile... all'inizio del pezzo abbiamo detto che per i miracoli Marc si sta attrezzando, non che siano impossibili. Se lo spagnolo dovesse ripartire da Misano con oltre 100 punti di distacco da recuperare sulla vetta sarebbe oggettivamente un'impresa ai limiti dell'impossibile vederlo a dicembre con la nona corona in testa. Ma già sotto i 90 se ne potrebbe parlare... d'altra parte se c'è uno che in passato è stato in grado di vincere 10 gare consecutive è lui, o di finire sempre e solo 1° e 2° in un mondiale (lo scorso anno) è sempre lui. E poi la matematica gioca dalla sua: nel 2019 ha conquistato 420 punti in 19 gare, Dovizioso (secondo) 269. Ben 151 in meno. Pensate ancora che sia impossibile un miracolo del marziano? CHANCE DI TITOLO: 2%

MotoGP Spagna 2020, Jerez - Jack Miller (Ducati)

GLI ALTRI Parliamoci chiaramente. Il nome del campione del mondo 2020 di MotoGP uscirà proababilmente da una rosa ristretta di 3-4 piloti. Già inserire Rossi e Marquez vuol dire aver fatto una scommessa, ma altri piloti in grado di lottare per il titolo, al netto di grossissime sorprese, non li vediamo. Tra chi potrà però vincere qualche gara e togliersi soddisfazioni, i nomi sono parecchi, a partire da Jack Miller, apparso molto maturato nelle prime uscite dell'anno, e del suo compagno in Ducati Pramac, Francesco Bagnaia, a cui solo la sfortuna ha privato del primo podio in MotoGP in Andalusia. Anche Franco Morbidelli potrebbe fare bene qua e là, così come Cal Crutchlow - che dopo Marquez è quello che la Honda la sa portare meglio - e Pol Espargaro, su una KTM che quest'anno sembra potergli regalare soddisfazioni. Ma sulla distanza delle 15 gare, la vediamo davvero dura. CHANCE DI TITOLO: 1%


TAGS: motogp valentino rossi andrea dovizioso jack miller marc marquez maverick vinales pol espargaro alex rins Crutchlow Fabio Quartararo Bagnaia Morbidelli MotoGP 2020 CzechGP 2020