Pubblicato il 26/03/21

DOPPIETTA DUCATI Si va forte a Losail nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio del Qatar. Il record ufficiale della pista è di 1:53.380 stabilito da Marc Marquez con la Honda nel 2019; quello non ufficiale appartiene da un paio di settimane a Jack Miller, che nei test invernali chiuse in 1:53.183. Oggi, nelle FP2, il migliore è stato sempre Jack Miller che con la sua Ducati Desmosedici GP21 ha fermato i cronometri sul 1:53.387, a sette millesimi dal limite ufficiale, precedendo il compagno di team Francesco Bagnaia, fantastico anche lui in 1:53.422, ad appena 35 millesimi dall'australiano. 

MORBIDO E ROSSI OKAY! Molto bene anche Fabio Quartararo con la Yamaha, che nonostante il gap velocistico con le Ducati, sfodera un paio di settori centrali mostruosi e si ferma a 188 millesimi dalla vetta, precedendo di 11 millesimi un'altra Ducati, quella del team Pramac cavalcata dal connazionale Johann Zarco. Dietro di loro in un fazzoletto ci sono gli spagnoli Alex Rins (Suzuki) e Maverick Vinales (Yamaha) e settimo Franco Morbidelli, a 289 millesimi dalla vetta. Non sono ampi neanche i distacchi degli altri tre piloti in top 10, ovvero i fratelli Espargaro (Aleix ottavo e Pol, caduto nel finale, decimo), che mettono a sandwich un buonissimo Valentino Rossi, a 487 millesimi da Miller.

MALUCCIO MIR Non va a letto tranquillo il campione del mondo in carica Joan Mir. Lo spagnolo della Suzuki ha chiuso la sua giornata con l'undicesima posizione, fuori dalla Q2 virtuale per appena 13 millesimi. Dietro di lui altri due spagnoli, Alex Marquez e Jorge Martin, migliore dei rookie, visto che Enea Bastianini si è piazzato in P15 e Luca Marini in P17, entrambi molto bravi considerando che hanno a disposizione la vecchia Ducati, rispetto al debuttante spagnolo che li precede. Male, invece, gli altri due azzurri, con Danilo Petrucci solo 20° (ma è un po' tutta la KTM in crisi, con Binder 16°, Oliveira 19° e Lecuona 21°) e Lorenzo Savadori 22° e ultimo.

BANDIERA ROSSA La sessione è stata interrotta per una manciata di minuti a causa di un misterioso problema con dei detriti in pista. La sessione serale di oggi è stata molto importante anche in ottica qualifica, visto che domani nelle FP3 il tracciato sarà probabilmente più lento e diventerà dunque ben più complicato migliorare il proprio tempo odierno per entrare nella top 10 che garantisce un posto nella Q2 di domani sera.

Clicca qui per i risultati della seconda sessione di prove libere del Gran Premio del Qatar.


TAGS: motogp fp2 MotoGP 2021 GP Qatar 2021 QatarMotoGP 2021 MotoGP Qatar 2021