MotoGP Qatar 2021, Gara: vince Vinales, doppio podio per la Ducati
MotoGP 2021

GP Qatar 2021: Top Gun Vinales! Sul podio le Ducati di Zarco e Bagnaia


Avatar di Simone Valtieri , il 28/03/21

8 mesi fa - La cronaca del Gran Premio del Qatar 2021 a Losail

La MotoGP parte in Qatar con una gara bellissima. La spunta Maverick Vinales, sul podio anche Zarco e Bagnaia, che beffano Miller sulla retta finale
Benvenuto nello Speciale QATARMOTOGP 2021, composto da 15 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario QATARMOTOGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

RIECCO TOP GUN! Una gara entusiasmante e tiratissima apre la stagione della MotoGP a Losail, dove tra sette giorni i centauri della classe regina concederanno il bis. Intanto però è Maverick Vinales a infilare una dopo l'altra le Ducati, andandosi a prendere un bellissimo successo. Secondo, a sorpresa, Johann Zarco, con la Ducati del team Pramac, mentre sul podio sale anche un generosissimo Pecco Bagnaia, in testa per oltre metà gara ma poi alle prese con un brutto calo di gomma nel finale. All'ultimo giro Zarco e Bagnaia erano finiti dietro a Mir, ma grazie al motore desmodromico della GP21 hanno entrambi potuto beffare lo spagnolo, in pochi metri scivolato dal secondo al quarto posto. Quinto chiude Fabio Quartararo, davanti agli spagnoli Rins, Aleix e Pol Espargaro, poi Miller - sottotono rispetto alle previsioni - davanti a un colossale Enea Bastianini, miglior rookie di giornata e ottimo decimo. Male il team Petronas, con Rossi dodicesimo e Morbidelli, mai in partita, solo 18°.

LA PARTENZA Al via scattano come saette tutte le Ducati con Pecco Bagnaia che mantiene la prima posizione e viene raggiunto subito da Jack Miller, Johann Zarco e persino da Jorge Martin, che partiva in 14° posizione! Dietro di loro scatta bene anche l'Aprilia di Aleix Espargaro che viene però subito ripassato dalle Yamaha di Quartararo, Vinales e Rossi. Scivola invece nelle retrovie Franco Morbidelli che finisce in 19° posizione, mentre davanti Zarco passa Miller e prova a seguire un indiavolato Bagnaia che tenta la fuga. Mentre il primo a cadere è Petrucci con la KTM, nella top ten anche le due Suzuki di Rins e Mir passano Aleix Espargaro e cercano di non perdere contatto dalle Yamaha. 

VIA IN CINQUE Dopo i primi giri cala un po' Jorge Martin che viene passato da Quartararo e Vinales, mentre Rins e Mir sorpassano Rossi, spingendo il Dottore ai margini della top ten. Davanti restano le tre Ducati di Bagnaia, Martin e Miller, incalzate dalla coppia del team Monster Energy. Rins e Mir riescono dopo un paio di giri a passare il coriaceo Martin e si mettono a caccia del cinque davanti, che giro dopo giro diventano sempre più compatti. I più arzilli lì in mezzo sembrano Zarco, che decimo dopo decimo non lascia scappare Bagnaia, e Quartararo, che passa Miller e risponde alla velocità curvatura della Ducati con staccate estreme. E mancano ancora 15 giri al termine, con la caduta nel frattempo di Taka Nakagami.

BAGNAIA ALLE STRETTE Dei cinque di testa perde prestazione Jack Miller che viene passato anche da Vinales, mentre le due Yamaha si avvicinano a Bagnaia e Zarco e Rins continua la sua rimonta portandosi in scia proprio all'australiano della Ducati. Il quartetto diventa un sestetto, con Miller che rintuzza gli attacchi di Rins, e con Vinales che passa dopo diversi tentativi il compagno Quartararo, facendosi pericoloso con Zarco. Anche Miller torna davanti a Quartararo, mentre dal gruppone dietro si staccano Mir e Aleix Espargaro, mentre dietro sprofonda Rossi oltre la zona punti dopo una carenata presa da Binder. A 10 giri dal termine Vinales passa Zarco e si mette in testa l'idea di passare anche Bagnaia e tentare la fuga, ma l'italiano non molla.

PASSA VINALES! L'attacco di Vinales arriva al giro 14, ma Bagnaia resiste all'esterno, mentre Rins passa Miller e si mette in quarta posizione anche lui pericoloso, con Quartararo che perde contatto dai primi cinque, ripreso da Mir e da Aleix Espargaro. Al giro 15 Vinales riesce a passare Bagnaia con un attacco millimetrico nel terzo settore e a restare davanti all'italiano in rettilineo, per poi iniziare a scavare un minimo gap. Bagnaia sembra in crisi con le gomme e subisce il sorpasso anche di Zarco, dovendo pensare a difendersi da Alex Rins e da Joan Mir, che nel frattempo ha passato Quartararo e si è messo in scia al compagno. Rins prova a passare Bagnaia senza fortuna, e così è Mir che si prende l'onere, balzando innanzi al connazionale. 

CHE ULTIMI GIRI! Intanto davanti Maverick Vinales allunga decimo su decimo e vola verso la prima vittoria stagionale, con il francese Johann Zarco che scava un piccolo margine sui tre dietro, ma che non sarà in un primo tempo sufficiente. Joan Mir, infatti, dopo aver superato Pecco Bagnaia, recupera in meno di un giro anche Zarco e nel corso dell'ultimo giro lo passa! Non è finita però: mentre Vinales celebra la sua vittoria, Zarco e Bagnaia entrano in scia di Mir, che entra in rettilineo da secondo e ne esce da quarto! Sfortunato lo spagnolo, bravi il francese e l'italiano. Dietro di loro Quartararo, Rins, i fratelli Espargaro, Miller e un fantastico Enea Bastianini. 12° Rossi.

Clicca qui per i risultati del Gran Premio del Qatar.

Clicca qui per tutte le classifiche della classe MotoGP.


Pubblicato da Simone Valtieri, 28/03/2021
QatarMotoGP 2021
Logo MotorBox