Pubblicato il 26/03/21

PEZZI DI LEGNO La seconda sessione delle prove libere a Losail, dove domenica si svolgerà il Gran Premio del Qatar, è stata interrotta per una manciata di minuti a causa di un problema inedito. Dopo circa 12 minuti di attività in pista, sono comparsi sull'asfalto in pieno rettilineo principale alcuni detriti in legno di natura ignota, che hanno costretto i piloti a dover sospendere momentaneamente il loro lavoro e rientrare tutti in pitlane. Gli steward hanno subito sgomberato la pista, e dopo un rapido sopralluogo dei dirigenti, tra cui Loris Capirossi per la Dorna e il Safety Officer della federazione, Franco Uncini, si è deciso di far ripartire la sessione.

ZEPPE ANTI-VENTO? La provenienza dei misteriosi detriti è presto detta: si sono staccati dalla struttura a ponte in acciaio che regge semafori e riflettori subito oltre la linea del traguardo. Ovviamente non è caduto nulla di strutturale, ma è probabile che si siano staccate alcune ''zeppe'' lì posizionate da chi ha montato i pannelli degli sponsor, probabilmente per evitare che si muovessero troppo con il vento. Il pezzo di legno potrebbe essere stato centrato da una moto, ed essersi così sparso per tutta la larghezza del rettilineo. In attesa di conferma circa quella che sembra, nei primi minuti, essere l'ipotesi più accreditata, le prove sono prontamene riprese per i 37 minuti e spiccioli rimanenti.


TAGS: motogp QatarMotoGP 2021 MotoGP Gatar 2021 Bandiera rossa