Pubblicato il 31/07/20

AL DEBUTTO Audi Q5 2021 sarà il primo modello di serie a digitalizzare i gruppi ottici posteriori. Come? Con i fari OLED di nuova generazione. Oltre alla bellezza dal punto di vista del design, offriranno anche nuovi standard in fatto di sicurezza. Scopriamo come funzionano, anche grazie al video (lo trovate nella gallery). 

FARI OLED La nuova tecnologia OLED, fondamentalmente, trasforma i fanali posteriori di Audi Q5 2021 in una sorta di display: oltre le classiche funzioni di illuminazione e segnalazione, infatti, saranno in grado di comunicare con gli altri utenti della strada, per una maggiore sicurezza. La nuova Audi Q5 con i nuovi fanali posteriori OLED è infatti dotata di un sistema di rilevamento di prossimità: quando un altro veicolo si avvicina a meno di 2 metri da un Q5 fermo, tutti i segmenti OLED nei fanali posteriori si accendono come avvertimento. La Casa di Ingolstadt sta anche lavorando per aggiungere ai fanali simboli di avvertenza predefiniti. 

I fari OLED di Audi Q5 2021

GIÀ SU TT RS E A8  In realtà i fari OLED non sono una novità, Audi già li monta su altre vetture, ma a bordo di Audi Q5 la tecnologia avrà un'implementazione. “Fino ad ora abbiamo utilizzato la segmentazione OLED su Audi TT RS e A8 per progettare l'illuminazione della firma. Ma su Q5 è diverso'', afferma il project manager della tecnologia OLED Werner Thomas. ''Qui i fanali posteriori si trasformano in una sorta di display, il che in futuro ci fornirà ampie opportunità e prospettive in termini di design, personalizzazione, comunicazione e sicurezza''.

PERSONALIZZAZIONE Le prospettive in termini di sicurezza sono davvero interessanti, ma i clienti che opteranno per i fanali posteriori OLED digitali della Audi Q5 2021 avranno anche la possibilità di scegliere tra tre firme luminose, con animazioni in arrivo e uscita da casa. Insomma, un'attenzione alla sicurezza, ma anche un po' di apetto ludico.


TAGS: audi audi Q5 2021 fari OLED Audi Q5 fari OLED