Anteprima

Honda Jazz 2014


Avatar di Luca Cereda , il 22/07/13

8 anni fa - Dal Giappone le prime foto ufficiali

Stile ninja e tecnologie furbe. Ecco a voi un primo assaggio della Honda Jazz 2014, che a breve debutterà in Giappone

PAESE CHE VAI, NOME CHE TROVI Si scrive Fit, in Giappone, si legge Jazz, in Europa. La notizia però non cambia: a settembre arriverà la nuova generazione della compatta di Honda, ed ecco qui le prime immagini ufficiali. Che riguardano ovviamente la versione per il mercato giapponese, la prima a scendere in campo, ma il salto generazionale interessa anche la Jazz europea, per la quale si prevedono tempi più lunghi e alcune specifiche differenti. Di sicuro in occasione del Salone di Francoforte ne sapremo di più sulla Honda Jazz 2014.

NINJA Buona parte di quel che cambia lo scopriamo intanto dalla Fit. Stando alle immagini, la Fit/Jazz 2014 pare aver perso molte delle rotondità che la caratterizzavano in passato in favore di superfici più scolpite – di cui il profondo taglio sulla fiancata e le spigolose prese d’aria sono l’emblema – e di un look nel complesso più dinamico. Ancora molto, forse troppo, di stampo ninja.

VEDI ANCHE



VERSATILE Di sicuro le si legge in faccia che è una Honda e, spulciando altre immagini della Honda Jazz 2014, pare anche non abbia perso alcuni dei suoi pregi maggiori. Su tutti quello di essere un’auto versatile, ancor di più in futuro con una tecnologia che consente di ripiegare il divanetto posteriore – lo si intravede nelle foto – abbassando lo schienale o sollevando la seduta, a seconda delle esigenze. Ne guadagna la modulabilità interna.

HYBRID AL TOP Quanto ai motori, in attesa di conoscere nello specifico la gamma motori della Honda Jazz 2014, abbiamo già qualche anticipazione sulla variante top, la Jazz 2014 ibrida. Per lei c’è un nuovo sistema composto dal 1.5 benzina a ciclo Atkinson abbinato al nuovo cambio a doppia frizione Sport Hybrid i-DCD con motore elettrico e batteria agli ioni di litio integrati. Per un gioco di squadra che consentirebbe – a detta della Casa – un risparmio del 35% rispetto al sistema ibrido IMA (confrontando i dati sul ciclo di omologazione giapponese) sui consumi e che porta Honda a dichiarare 2,7 l/100 km. Nella gallery spunta infine anche una versione RS destinata, probabilmente, soltanto al mercato giapponese.


Pubblicato da Luca Cereda, 22/07/2013
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox