Autore:
Andrea Rapelli

UNA PROMESSA E' UNA PROMESSA Ve l'avevamo annunciato: dopo aver conosciuto le sembianze della Audi Q7 2015, vale la pena di spendere più di qualche riga per il suo inedito sistema multimediale MMI Plus, un vero e proprio scrigno delle meraviglie secondo la Casa dei quattro anelli.

COSA CAMBIA, IN PRATICA Se lo schermo che fuoriesce dalla plancia è rimasto pressoché invariato (8,3” le dimensioni per l'MMI Plus, 7” per la versione base) è il touchpad davanti alla leva del cambio della Audi Q7 2015 ad aver ricevuto gradite novità: adesso a ogni input viene emesso un segnale di conferma, sia acustico sia tattile (un clic sotto le dita). C'è di più: per ingrandire le mappe o sfogliare elenchi si possono utilizzare, con le dita, i gesti tipici del tablet. Non mancano 8 pulsanti programmabili, per richiamare stazioni audio preferite, numeri telefonici o destinazioni.

ERBA VOGLIO L'epoca dei comandi vocali che comprendono solo frasi fatte è finita, fanno sapere da Ingolstadt. Perché l'MMI Plus della Audi Q7 2015 funziona un po' come Siri di iPhone; sostanzialmente, potete rivolgervi all'auto con formule diverse e più colloquiali. Del tipo, per chiamare un amico: “Voglio parlare con Paolo”. E parte la telefonata. Oppure, per esigenze decisamente più pragmatiche: “Voglio mangiare qualcosa”. E la Q7 ti porta al ristorante o in area di servizio. Infine, la musica: potete fare richieste specifiche, come “voglio ascoltare Radio Deejay” oppure “desidero ascoltare l'iPod". Servizievole...

NVIDIA Cuore tecnologico della piattaforma modulare di infotainment (MIB) è il processore quad-core T30 di Nvidia, in grado di far girare tutti i componenti alla perfezione. Se si sceglie l'Audi Virtual Cockpit, uno schermo di 12,3” al posto della strumentazione classica, avrete un altro processore Tegra 30 Nvidia in grado di riprodurre brillanti grafici tridimensionali e strumenti di forma circolare molto nitidi, con 60 fotogrammi al secondo. Il tutto con una risoluzione di 1440x540 pixel.

ARRIVA IL TABLET I passeggeri posteriori della Audi Q7 2015 possono beneficiare di ben due tablet da 10,1”, con processore Tegra 4 di Nvidia. Il bello è che entrambi sono collegati via Wlan con il sistema MMI Plus della vettura: un ospite in vena di goliardate potrebbe così cambiarvi la destinazione del navigatore senza che ve ne accorgiate. Ma anche, grazie al sistema operativo Android, accedere a Google Play e scaricare applicazioni, giochi, libri... Una volta arrivati, i tablet possono essere staccati dai supporti e portati con sé, utilizzati sia offline sia online (connessione Wlan). Volendo, ci si possono scattare foto, fare video – c'è una fotocamera Full HD – e non manca una memoria da 32 GB, oltre alle connessioni NFC e Bluetooth, per le cuffie.

SEMPRE CONNESSI Importante, naturalmente, la connessione al mondo esterno: sulla Audi Q7 2015 si trova un modulo Audi Connect per navigare sul web tramite la veloce rete LTE (gratis per i primi tre mesi). Chi siede davanti può aprire pagine web con una velocità di download di ben 100 Mbit/s, mentre chi guida può contare su Google Earth o Street View. Ancora: dietro il nome Audi Smartphone Interface si celano Apple Car Play e Google Android Auto. Basta collegare il proprio telefono alla vettura tramite presa USB per poter visualizzare l'interfaccia sullo schermo del sistema MMI. Oltre alla musica online, fra poco è previsto l'arrivo anche di applicazioni come Whatsapp. Tutto ciò permette, finalmente, anche di scaricare gli aggiornamenti delle mappe di navigazione, rilasciati ogni sei mesi: i primi cinque sono gratis.