Autore:
Lorenzo Centenari

INTERSTELLAR Allacciate le cinture, perché quando Audi mostra al mondo il proprio potenziale tecnologico il rischio è quello di volare via, almeno col pensiero. Dopo aver omaggiato il Concorso di Eleganza di Pebble Beach, il prototipo di supercar a propulsione elettrica, la PB18 e-tron, arrriva a omaggiare il Salone di Parigi 2018 e di convenzionale conserva solo quattro ruote e un volante che ne imprima la direzione. Tutto il resto è pura magia, dal design alla dinamica, passando per l'architettura interna.

UNA E TRINA Già, l'Audi PB18 e-tron, parente stretta di Audi AIcon, sotto una carrozzeria da vettura sportiva a motore centrale nasconde in realtà non uno, ma tre unità elettriche: due posteriori e uno all'avantreno. Potenza combinata di 680 cv (204 cv scaricari sull'asse anteriore, 476 cv al retrotreno), ma in modalità Boost si raggiunge per qualche istante il picco di 775 cv. Coppia fulminea di 830 Nm, accelerazione 0-100 km/h in poco più di 2 secondi

MEZZOFONDISTA Performance tanto strabilianti, degne di un prototipo Le Mans, non sacrificano in ogni caso l'autonomia di percorrenza. Audi PB18 e-tron carica a bordo batterie allo stato solido raffreddate a liquido dalla potenza di 95 kWh che garantiscono energia ai 3 motori per 500 km (ciclo WLTP). La rigenerazione degli accumulatori richiede solo 15 minuti, anche per induzione mediante tecnologia Audi Wireless Charging.

AUDI DESIGN Speciale da portare in circuito, ma anche e soprattutto bella da ammirare, la PB18 e-tron. La griglia Audi esagonale è spalleggiata da taglienti fari con tecnologia LED e abbaglianti Laser, mentre i cerchi da 22 pollici a otto razze asimmetriche ricordano le sezioni di entrata di una turbina. Al posteriore, montanti massicci e lunotto quasi verticale richiamano lo stile shooting brake, e non te lo aspettavi. 

MONOPOSTO, ANZI NO Non è finita qui, il piatto forte attende il guidatore in abitacolo. Audi PB18 e-tron è progettata per ospitare un solo sedile in posizione centrale, da vera auto da corsa. La monoscocca che integra il guscio di seduta e la strumentazione digitale scorre tuttavia in senso trasversale: se guidata a fine corsa, al suo fianco lascia spazio al sedile passeggero, integrato a scomparsa nel pianale. Benvenuti nel futuro.

Picture-Credit: Stefan Baldauf / Guido ten Brink


TAGS: audi supercar auto elettrica pebble beach 2018 audi PB18 e-tron