Prova su strada
Vespa GTS 300 Super

Vespa GTS 300 Super

Sospensioni più a punto ed ecco la nuova Vespa GTS 300 Super. E per lei ci sono anche l’ABS a due canali e l’ASR, il controllo di trazione, di serie.
1 82 0
Autore:
Alessandro Codognesi

EVOLUZIONE DELLA SPECIE Quando un progetto piace ed è valdio, stravolgerlo per rinnovarlo è rischioso. Ecco perché la nuova Vespa GTS 300 mantiene quelli che sono i valori e le peculiarità che l’hanno resa famosa. La Vespa più potente di sempre, l’ammiraglia di una stirpe nobile. Ma i tempi cambiano, i clienti vogliono di più. Per questo la nuova GTS ha un’elettronica ora completa, con tanto di ABS, ASR (il controllo di trazione) e VSP (Vespa Multimedia Platform) ma anche una nuova sospensione anteriore.

IL MIO CORPO CHE CAMBIA Vespa e attenzione allo stile vanno da sempre a braccetto e anche su questa nuova Vespa GTS 300 la cura dei dettagli è maniacale, rifacendosi all’ultima nata Primavera. È nuova la cravatta sullo scudo, più sottile, mentre le frecce e gli stessi fari ora sono contornati da una cornice cromata. Sulla versione Super, poi, ci sono i cerchi ruota neri, una diversa modanatura sul parafango anteriore, la cravatta ridisgnata e la molla della sospensione rossa. Per la GTS standard, invece, c’è il portapacchi cromato, a richiamo delle mitiche Vespa anni ’60. Per entrambe, infine, è nuova la cover del tunnel centrale della pedana, ora arricchita dal logo Vespa, la sella è più confortevole (sulla Super c’è anche la finezza della cucitura bianca) e il sottosella ora è in grado di ospitare due demi-jet.

ELETTRONICA A GOGO Punto cruciale della nuova Vespa GTS 300 è l’elettronica, in primis quella a favore della sicurezza. Di serie, infatti, sulla nuova GTS (ma optional sulla Super, sia 125 sia 300, a 350 euro) ci sono l’ABS a due canali e l’ASR, il controllo di trazione. Sfruttando la stessa ruota fonica dell’ABS, l’ASR agisce su accensione, prima, e alimentazione, poi, impedendo alla ruota posteriore di slittare. Non solo sicurezza però: la nuova GTS è anche la prima Vespa a installare la VMP (Vespa Multimedia Platform), la piattaforma che consente di collegare smartphone e scooter via bluetooth. Così, tramite l’app scaricabile gratuitamente, si possono visualizzare direttamente sull’iPhone (a breve anche sistemi Android) un sacco di informazioni come potenza istantanea utilizzata, angolo di inclinazione e così via.

E LA MECCANICA? Non solo elettronica però: la nuova Vespa GTS 300 adotta una nuova sospensione anteriore chiamata ESS, già introdotta sulla Primavera. In sostanza, rimane lo schema monobraccio ma ora l’ammortizzatore è incernierato a un perno in grado di ruotare invece che a due viti fisse. Ciò significa coefficiente di attrito dimezzato, in prospettiva di più confort e migliore assorbimento delle asperità.

SEMPRE LEI Per il resto, la meccanica della Vespa GTS 300 è rimasta di fatto invariata. La scocca è tipicamente in acciaio, come ogni Vespa che si rispetti, i cerchi sono da 12” e calzano pneumatici 120/70 davanti e 130/70 dietro. Ci sono poi un disco anteriore da 220 mm, doppio ammortizzatore posteriore con precarico regolabile e trasmissione CVT. Anche al capitolo motore nessuna novità: monocilindrico, 4 tempi, 4 valvole a iniezione elettronica, ha una cilindrata di 278 cc ed è capace di 22 cavalli a 7.500 giri e 22,3 Nm a 5.000 giri. La versione Super è disponibile anche in variante 125 da 15 cavalli.

MA QUANTO MI COSTI! Lunghissima è la lista degli accessori, che spazia dal bauletto in tinta ai due portapacchi, passando per il parabrezza. Ma veniamo al capitolo più difficile da digerire: i prezzi. La Vespa GTS 300 è venduta a 5.480 euro ed è disponibile solo con ABS e ASR di serie. Per la Super il discorso è più complesso: la 125 costa 4.800 euro, la 300 viene 5.230. Entrambe comunque richiedono 350 euro in più con ABS e ASR. Anche le colorazioni sono diverse: la Standard è disponibile nero vulcano, blu midnight e grigio dolomiti, tutte abbinate a sella beige, mentre per la Super sono previsti il nero lucido, montebianco, rosso dragon e blu gaiola, tutti e quattro abbinati alla sella nera.

IN QUESTO SERVIZIO

Casco SHARK RSJ 3 STARRY

Giubbotto IXON MECHANICS

Jeans IXON EVIL

Guanti IXON RS GLOBAL HP

Scarpa TCX AIR CLIMA

È UNA VESPA Non è un caso che la Vespa, nel corso della sua fortunata storia, abbia sedotto il mondo intero. Attori, cantanti e per milioni di altre persone semplicemente le due ruote sono solo Vespa. E questa ultima Vespa GTS 300 Super fa capire perché. Perché è solida, con plastiche che sembrano di acciaio e acciaio che è lavorato di fino. Non ci sono accoppiamenti posticci o dadi fuori posto. Sembra un gioiello ricco di dettagli, come le pedane del passeggero, con chiusura a scatto direttamente dentro la scocca, o il carter che copre la trasmissione. Costa un po’, vero, ma la qualità si è sempre pagata. Volete roba cheap? Rivolgetevi altrove.

SPAZIO SÌ, SPAZIO NO Pedana piatta e larga, che piace a chi ha lunghe leve come me, manubrio bello da vedere e da impugnare, proprio lì alla giusta altezza. La posizione in sella alla Vespa GTS 300 Super è eretta, con la schiena dritta e le ginocchia ad angolo retto. Mi sarebbe piaciuto un po’ più di spazio sotto la sella: ci stanno a pelo due caschi demi-jet. Se la usate tutti i giorni prendete in seria considerazione il bauletto.

È UNA VESPA Anche nella guida, almeno nei primi metri, la Vespa GTS 300 Super non riserva grosse sorprese. E meno male, perché è un pacchetto davvero ben riuscito. Il motore risponde dolce ma consistente, il peso messo laggiù in basso la tiene piantata a terra e facile da muovere con le braccia in mezzo al traffico. Insomma piace subito per come risponde ai comandi, facile, morbida. E gustosa, molto italian style.

DAVANTI CHE PIACE In particolare mi piace come lavora la sospensione anteriore della nuova Vespa GTS. Il monobraccio anteriore si è evoluto molto nel corso degli anni e oggi è all’apice della sua carriera. Filtra benissimo tutte le imperfezioni senza scomporre mai l’assetto, ma soprattutto regala una guida svelta, agile, più che una forcella tradizionale. Bisogna solo fare l’abitudine alla sensazione di leggerezza dell’avantreno, che, per quanto è svelto, sembra inizialmente impreciso. Una volta prese le misure, però, si scopre una guida più stabile di quanto si possa pensare, complice anche il baricentro basso.

COPPIA CHE SCOPPIA La guida tutta d’un pezzo della Vespa GTS è sposata a un motore piacevole. Il 300 non ama l’allungo o le prestazioni al fulmicotone, ma nessuno le ha nemmeno mai chieste: volendo, Piaggio aveva in casa bell’è pronto il prestante 350 da oltre 30 cavalli. Ma va bene così: perché nello spunto e ai medi regimi il 300 ha una bella spinta, una trasmissione dolcissima ed è anche silenzioso. È vero, dopo i 100 km/h la lancetta rallenta la sua corsa ma tutto sommato è così importante?

MUGELLO, ARRIVO Il programma prevede una scampagnata attorno al Mugello, tempio che rieccheggia di corse. Strade collinari, scorrevoli, il classico percorso da pieghe, da affrontare non certo in sella a una Vespa, penso. Macchè. La sua stabilità è esemplare anche quando si alza il ritmo, non sobbalza e il cavalletto non tocca terra troppo presto. Il motore è gustoso, soprattuttto ai medi regimi: è qui che esprime il meglio di sé. Insomma anche nella gita fuori porta la GTS Super non va in crisi ma anzi alza la posta in gioco. In più, ora c’è l’ABS a due canali, discreto e funzionale, che interviene solo quando serve. Peccato solo per la frenata anteriore, dalla leva duretta e un po’ poco incisiva.

ELETTRONICA ALÈ ALÈ D’altra parte, l’ASR piace soprattutto in città, quando si guida senza troppo pensare. Ed è in questi momenti che aiuta. La scena è di quelle viste e riviste: mattino, traffico, pioggerela, strisce pedonali. Quante volte avete rischiato il disastro? Io troppe ed è per questo che mi piace l’idea che qualcuno tagli potenza (anhce se un po’ bruscamente, forse) quando ho le difese abbassate.

CON LODE È promossa con lode la nuova Vespa GTS. Il pacchettto non ha grossi punti deboli: bella, ben fatta, tecnologica. Rimane il prezzo alto, che oggi non è cosa da poco. Ma forse è proprio questo il segreto: non giocare la guerra del ribasso ma proporre qualcosa di un po’ sfizioso, qualcosa per cui valga la pena spendere i propri soldi. Anche se un po’ più della media.

IN QUESTO SERVIZIO

Casco SHARK RSJ 3 STARRY

Giubbotto IXON MECHANICS

Jeans IXON EVIL

Guanti IXON RS GLOBAL HP

Scarpa TCX AIR CLIMA


TAGS: Tutti i video del 2014 Prove scooter 2014

Modello / Versione MY Potenza Prezzo
Vespa GTS Super 125 MY 2015 15 Cv / 11 Kw 4.910 €
Vespa GTS Super 125 ABS MY 2015 15 Cv / 11 Kw 5.260 €
Vespa GTS Super 300 MY 2015 22 Cv / 16 Kw 5.340 €
Vespa GTS SuperSport 125 ABS MY 2015 15 Cv / 11 Kw 5.460 €
Vespa GTS 300 IE ABS MY 2015 22 Cv / 16 Kw 5.590 €
Vespa GTS Super 300 ABS MY 2015 22 Cv / 16 Kw 5.690 €
Vespa GTS Touring 300 IE ABS MY 2015 22 Cv / 16 Kw 5.790 €
Vespa GTS SuperSport 300 ABS MY 2015 21 Cv / 16 Kw 5.890 €
Novità moto
Vespa GTS Touring e SuperSport
Vespa GTS Touring e SuperSport

Arrivano due versioni speciali sulla base della recente Vespa GTS

6 0
Eventi
Vespa World Days 2014: la gallery

I Vespa World Days 2014 di Mantova raccontati dalle foto più belle

59 0
Raduni
Vespa World Days 2014
Vespa World Days 2014

Il più grande raduno mondiale di Vespa sbarca a Mantova

29 0
Back To Top