FUORI! ANZI NO Si è conclusa con il giallo sui rilevamenti cronometrici la prima giornata in pista a Silverstone, sede del Gran Premio della Gran Bretagna di MotoGP. I tempi inizialmente tolti a Fabio Quartararo e Valentino Rossi per superamento dei track limits in curva 6, sono stati riassegnati ai due centauri della Yamaha che hanno potuto così giovare di una posizione in top ten in vista delle PL3 di domani. Il francese è primo con il nuovo record del tracciato britannico, soffiato a Marc Marquez, secondo. Nella top 5 hanno chiuso anche Vinales, Rossi e Crutchlow, mentre a ridosso si sono fermati Dovizioso e Morbidelli. Di seguito le parole dei protagonisti di questa giornata, tutti concordi nell'elogiare la nuova asfaltatura del tracciato.

FABIO QUARTARARO, 1° YAMAHA "Il giro che ho fatto è stato davvero buono e sono contento del risultato. Ho dato tutto in quel giro ed è bello che ce lo abbiamo ridato indietro sia a me che a Valentino. Ma credo di poter migliorare ancora, c'era un pilota davanti a men le giro veloce, per cui in qualifica credo sia possibile scendere sotto l'1'59. Il nuovo asfalto è veramente piatto e liscio e ha molto grip, hanno fatto davvero un ottimo lavoro."

MARC MARQUEZ, 2° HONDA "Sin dal primo giro del mattino mi è sembrato di correre su un'altra pista. Mi sono divertito molto a guidare, come un po' tutti penso. Lo scorso anno ci siamo lamentati ma quest'anno dobbiamo fare i complimenti al circuito perché hanno fatto un grande lavoro. Il tempi sul giro sono arrivati di conseguenza, abbiamo lavorato bene e fatto un giro veramente buono. In ogni caso la cosa più importante è stato che abbiamo completato quello che avevamo bisogno di fare. Ho avuto una piccola caduta nel mio primo run nelle FP2 perché ho spinto troppo e non sono risuscito a evitarla, a parte questo è stato veramente un ottima giornata."

MAVERICK VINALES, 3° YAMAHA "Penso che il nuovo asfalto sia molto meglio del precedente, siamo andati molto più veloce. I dossi sono quasi tutti scomparsi, ne sono rimasti giusto un paio nell'ultimo settore, ma il resto della pista è veramente ottimo. Ho avuto un piccolo problema con la gomma davanti nelle FP1 che è sfociato in un incidente, ma abbiamo capito piuttosto in fretta da cosa dipendesse e l'abbiamo risolto. Dobbiamo continuare a lavorare sull'elettronica per essere più consistenti e arpionare la prima fila in qualifica domani che è molto importante, perciò mi aspetto di essere vicino alla vetta e di partire da uno dei primi posti."

VALENTINO ROSSI, 4° YAMAHA "Sono state una buona partenza e un buon venerdì, perché in entrambe le sessioni ho auto un buon passo e la moto mi ha dato discrete sensazioni. Alla fine ho fatto un buon giro ma era veramente al limite della pista, anche se dalla moto ho avuto la sensazioni di aver sempre toccato la linea. Infatti hanno rivisto le immagini e poi mi hanno ridato indietro il tempo e questo è molto importante per domattina. Ora dobbiamo lavorare per migliorare ma sembra che siamo messi bene. Essere quarto non è male e la pista è ottima, hanno fatto veramente un ottimo lavoro con l'asfalto, ci sono meno dossi e più grip, ed è dunque un piacere guidare in queste condizioni."

ANDREA DOVIZIOSO, 6° DUCATI "È bello correre qui a Silverstone con il nuovo asfalto, il tracciato adesso è in condizioni decisamente migliori rispetto allo scorso anno. Ho un buon feeling con la mia Desmosedici GP però c’è ancora molto da lavorare. Nel pomeriggio la temperatura si è alzata notevolmente e sembra che domani e domenica possa fare ancora più caldo per cui sarà importante capire domani che scelta fare per le gomme. Oggi ci siamo concentrati soprattutto su prove di set up: abbiamo migliorato alcuni aspetti ma sono sicuro che abbiamo ancora margine. Come mi aspettavo ci sono tanti piloti veloci, anche come passo, ma è ancora presto per capire chi è messo meglio per la gara."

FRANCO MORBIDELLI, 7° YAMAHA "Oggi abbiamo lavorato per studiare il funzionamento della mia gomma posteriore, e c'è ancora spazio per migliorare. Per essere il primo giorno è andata comunque molto bene, spero di poter migliorare ancora domani perché ci sono delle aree in cui non mi sento ancora a posto. La mia velocità è già buona, sia con gomme usate che nuove, ma possiamo fare di meglio. La nuova superficie è piuttosto buona, scorrevole ed è piacevole guidare ora che non ci sono praticamente più dossi."

DANILO PETRUCCI, 10° DUCATI "Sono abbastanza soddisfatto, soprattutto per il feeling che ho avuto questa mattina. La pista con il nuovo asfalto è in ottime condizioni, e nel pomeriggio abbiamo fatto delle prove di gomme per capire in che direzione andare per domani e domenica. Purtroppo alla fine della sessione non sono riuscito a sfruttare al meglio la gomma morbida per ottenere un tempo migliore, a differenza degli altri piloti. Abbiamo sicuramente ancora da lavorare per mettere a posto diversi dettagli e soprattutto capire che gomme scegliere per la gara, però è stato un inizio positivo."

JORGE LORENZO, 21° HONDA "Oggi è stato complicato, ma penso che poco a poco ritroverò il mio passo e avrò sensazioni migliori in sella. È stata molto dura perché sento ancora tanto dolore alla schiena e ho perso l'abitudine a stare in sella. Ho perso parecchia massa muscolare e stare in sella è una cosa molto fisica, perciò sarà dura essere competitivo. Riguardo alla nuova superfice della pista sono molto contento.


TAGS: motogp valentino rossi andrea dovizioso danilo petrucci marc marquez maverick vinales franco morbidelli motogp 2019 Fabio Quartararo BritishMotoGP 2019 MotoGP Gran Bretagna 2019