Autore:
Matteo Larini

DIABLO IN POLE Ormai c’ha preso gusto: il giovane rookie francese Quartararo si sta dimostrando fortissimo, e anche ad Assen, l’università del motociclismo, partirà dalla prima casella dello schieramento, davanti alla Yamaha ufficiale di Vinales e la Suzuki di Rins. Quarto Marquez, in difficoltà il duo ducatista: Petrucci è settimo e Dovizioso è undicesimo.

POLE MITICA Quartararo è sicuramente felice del risultato, ed ammette ai microfoni dei colleghi di Sky che il vento ha dato molto fastidio, ma che è riuscito a domarlo: ”Abbiamo una incredibile sensazione di velocità in questo circuito, nell’ultimo settore c’era tanto vento: ho cercato di entrare molto veloce alla 15, alla fine abbiamo fatto la pole, è mitico. C’era vento, la 12 era difficile da fare veloce, alla 15 il vento portava tanto all’interno ma sono andato super veloce. Sono davvero contento”.

VINALES SECONDO Dopo aver lottato al vertice per tutto il weekend, Maverick Vinales ha conquistato una prima fila importantissima per la gara. Il pilota di Figueres è ovviamente contento di quanto fatto: “Sono molto contento del tempo, era difficile andare veloci, si scivolava tanto questo pomeriggio, quindi sono contento della prima fila, abbiamo lavorato bene, spero di ritrovare il feeling che avevo in Catalogna e andare avanti”.  Le sensazioni in sella sono quelle giuste, finalmente: Il feeling qui è molto simile alla Catalogna, così come al Mugello, ma a volte è difficile capire come guidare la moto perché cambia tanto da turno a turno, quindi oggi le FP4 sono state complicate, con la Hard mi sono trovato molto bene, dobbiamo lavorare ancora tanto con l’elettronica: penso che abbiamo un bel passo: in tanti vanno veloci, dipenderà tanto dalla partenza, io proverò come al Montmelò a partire al massimo, essere veloce già al primo giro, darò tutto per prendere il primo posto e spingere, non c’è altra cosa da fare” ha poi concluso lo spagnolo.

RINS IN PRIMA FILA Dopo tante corse in cui ha dovuto compiere delle rimonte pazzesche, stavolta Alex Rins ha centrato una prima fila davvero importante, la prima in carriera. Domani sarà della partita per il podio: “La mia prima fila in tre anni che siamo qui in MotoGP, ma è più importante avere un bel passo per domani, le Yamaha, le Ducati e la Honda sono forti ma lo siamo anche noi, ma speriamo in una bella gara, lunga, dobbiamo pensare: sarà difficile, ma è buono essere già davanti. Siamo stati decisi ed è questo che fa qualificare davanti o nelle retrovie”.

MARQUEZ QUARTO Il campione in carica e leader del Mondiale Marc Marquez, dopo aver avuto un weekend positivo, è arrivata una quarta posizione sicuramente importante per provare a lottare per la vittoria e il podio. Marquez, però, sa di dover risolvere un bel dilemma: "Dobbiamo capire quale gomma usare, la dura ha subito grip, dobbiamo capire il calo. Anche con la Soft usata al posteriore avevamo un buon passo, dobbiamo scegliere ma abbiamo molti dubbi. Per la gara vedremo, sicuramente Quartararo e Vinales sono forti, sul passo però Quartararo cala. In classifica, Vinales ha 100 punti e Quartararo 89, io darò il massimo in gara. Si poteva fare meglio oggi, ma in questa pista se cadi, cadi e ti fai molto male come abbiamo visto con Jorge".


TAGS: marquez vinales motogp 2019 Rins Quartararo AssenGP 2019 DutchGP 2019