Autore:
Matteo Larini

VINALES DOMINA Al termine di un fine settimana in cui ha dimostrato di avere una grande velocità sia sul giro secco che sul passo gara, Maverick Vinales è tornato a vincere, dimostrando che la M1 è una moto che, su certe piste, può tornare alla vittoria, persino col grande caldo, la vera bestia nera della squadra giapponese lo scorso anno. Secondo il sempre presente Marquez, mentre Quartararo conclude il podio a dimostrazione che la Yamaha è tornata competitiva ai massimi livelli.

UN SOGNO Dopo tantissimi Gran Premi di difficoltà, in cui spesso aveva ottenuto dei risultati insoddisfacenti, oggi Vinales è tornato alla vittoria. Lo spagnolo, che dopo una prima fase in terza posizione, nella seconda parte di gara ha aumentato il ritmo e si è involato in testa, racconta così la sua gara: "La sensazione è bellissima, sinceramente Assen è uno dei tracciati che più mi piace tra quelli del calendario, tutti i fan sono fantastici e lo stesso vale per il layout, è bellissimo, sono senza parole. Volevo semplicemente fare le congratulazioni al team per il loro ottimo lavoro ma anche ai tifosi, sento il loro sostegno, la loro passione, mi hanno dato qualcosa in più. Sono davvero emozionato e sto vivendo un sogno ad occhi aperti, perché finalmente la Yamaha è tornata alla vittoria dopo un lungo periodo senza vincere".

MARQUEZ CONTENTO Ancora una volta, Marc Marquez ha saputo trovare una grande seconda posizione, che gli permette di aumentare il vantaggio sui diretti inseguitori in classifica. Marquez non ha voluto strafare ed è tornato in versione ragioniere: "Un bellissimo weekend qui ad Assen, sapevamo che la Yamaha sarebbe stata veloce, ce lo avevano dimostrato nelle libere, ma io mi sono detto 'metto le soft e il mio obiettivo è il podio', perché con le Hard non sapevo se ce l'avrei fatta. Per noi è già una vittoria, abbiamo aumentato il vantaggio in campionato, visto che Vinales è stato più rapido sono rimasto con lui per evitare la bagarre con Quartararo, ce l'ho fatta per qualche giro, poi ho visto che era più rapido e si è preso la vittoria. Noi abbiamo ottenuto dei punti per il campionato, è quello che volevamo, comunque ci siamo e siamo felici, grazie Assen. Ci vediamo l'anno prossimo".

QUARTARARO TERZO Il giovane francese della Yamaha Petronas, pescato dal team nonostante dei risultati non di rilievo nelle categorie inferiori, è felicissimo per aver guidato la gara e ottenuto un grande podio nonostante gli acciacchi fisici: "Oggi è stato difficile controllare la moto, ma per la prima volta ero davanti, sono già felice di questo. Si tratta del nostro secondo podio, non vedo l'ora di andare in Germania e spero di riposare il braccio perché adesso mi fa male, ma sono contento di quello che ha fatto il team in questo fine settimana ed il lavoro di oggi, quindi vorrei ringraziare loro e la mia famiglia".


TAGS: yamaha honda motogp marquez vinales motogp 2019 Quartararo DutchGP 2019