Autore:
Matteo Larini

MARQUEZ IN POLE Nonostante in questo weekend non fosse apparso il favorito numero uno per la pole, Marc Marquez ce l’ha fatta e partirà dalla prima casella, anche grazie alla controversa decisione di prendere la scia del vicecampione 2018 Andrea Dovizioso, che al termine delle qualifiche si è classificato nono, confermando le difficoltà avute per tutto il fine settimana.

MARC LO STRATEGA Il campione di Cervera ha ottenuto una perentoria pole position, che fino a pochi secondi dalla fine sembrava nelle mani di un sorprendente Quartararo. Lo spagnolo è ovviamente contento, ed ai microfoni di Sky analizza così le sue qualifiche, contraddistinte da un episodio particolare con Dovizioso: “Una gran pole, grande strategia. Nel primo giro ho fatto un giro pulito ma c’era Dovi che mi ha rallentato, poi ho visto che col secondo pneumatico ci voleva la scia, si doveva fare la strategia. Il motociclismo è così, si può fare, bisogna scaldare le gomme. Alcune volte la prenderò io, altre volte la prenderanno altri… si tratta di provare ad essere più furbi, abbiamo fatto un bel giro”. Marc, forte delle regole che non penalizzano questo tipo di azioni in pista, non crede di aver commesso una scorrettezza e guarda con fiducia alla gara: Se non si disturba nessuno non è un problema prendere la scia. L’obiettivo era partire in prima fila, ma partendo in pole sono più contento. Le FP4 sono andate bene, nel weekend abbiamo fatto fatica, non c’era un gran passo, ma in FP4 abbiamo fatto un passo importante. Sarà dura, non abbiamo il passo per fare come a Jerez e Le Mans, ma le Yamaha di Morbidelli e Quartararo vanno forte ed abbiamo il ritmo per stare con loro”.

QUARTARARO SECONDO Chi ha davvero sorpreso al Mugello è stato Fabio Quartararo, secondo al termine delle qualifiche ma migliore Yamaha in pista. Il francese sa che potrà dire la sua in gara: “Ho veramente fatto tre giri molto veloci. Penso che Marc abbia preso una scia enorme, ma la moto va bene e gira molto bene. Mi sento molto bene sul veloce, dobbiamo decidere che gomma usare domani ma sul passo siamo messi bene e sono contento di essere in prima fila”.

MORBIDELLI QUARTO Oltre al secondo tempo di Quartararo, in casa Petronas si festaggia anche per il quarto posto di Franco Morbidelli, che ha analizzato così le sue qualifiche: “Sono molto felice di questa prestazione. Il mio feeling nelle FP4 era ottimale, nel primo giro qualcosa non andava, ma nella seconda parte delle qualifiche mi sono trovato molto bene: è stata una buona sessione, ma per la gara sarà molto difficile, non so ancora quale gomma useremo. Qui fare 45”9 è molto buono, sono contento, partire quarto aiuta ma non so se potrò lottare per il podio. Non so cosa non funzioni per Rossi, in qualifica è lento ma il suo passo nelle FP4 non era male. Comunque, posso dire di aver fatto un tempo al Mugello che lui non ha mai fatto”.

BAGNAIA OTTAVO Dopo aver ottenuto il miglior tempo nelle FP2, Francesco Bagnaia si è qualificato ottavo al termine della Q2, a cui ha potuto accedere direttamente grazie al tempo ottenuto al venerdì. Il torinese è ovviamente contento delle sue qualifiche, mentre per la gara l’obiettivo è restare nei primi dieci: “L’obiettivo delle qualifiche era la terza fila, e ci siamo riusciti. Domani devo mantenere la posizione mantenendo il passo dei rivali: il ritmo è buono, vogliamo finire il Gran Premio. Dopo Le Mans abbiamo fatto un ulteriore step per il set-up della Desmosedici, ora abbiamo tutto sotto controllo ed è la prima volta che mi trovo a mio agio sulla moto. Il primo obiettivo è finire la gara, possibilmente nei dieci. L’assetto trovato mi permette di guidare pulito e rotondo come piace a me, ma possiamo fare meglio”. Battuta finale sul sorpasso fatto ai danni di Marquez: “Ho fatto un bel sorpasso, ma lui ti dà la scia andando due secondi più lento, fa finta di spingere in traiettoria. Bisogna prendere spunto e prendere la sua strategia come esempio”.


TAGS: mugello marquez motogp 2019 Bagnaia Morbidelli Quartararo MugelloGP 2019