Autore:
Giulio Scrinzi

SCHERZO DEL DESTINO Il malocchio in casa Ferrari sembra non avere fine: dopo il problema rivelatosi una mancanza di alimentazione dal compressore al motore termico che ha costretto Sebastian Vettel a rinunciare alle qualifiche del sabato e a partire dall'ultima casella dello schieramento, oggi anche la SF70H di Kimi Raikkonen ha fatto i capricci. A quanto pare lo stesso inconveniente capitato alla monoposto del pilota tedesco è accaduto anche al finlandese, che appena è partito dai box ha subito capito che c'era qualcosa che non andava sulla sua Rossa. Arrivato in griglia, i meccanici di Maranello hanno tentato tutto il possibile per risolvere quella che è sembrata una perdita improvvisa di potenza al propulsore italiano, ma alla fine la decisione è stata quella di annunciare il mesto ritiro facendo rientrare l'intera squadra in pit-lane.

KIMI RAIKKONEN Il più deluso, ovviamente, è Kimi Raikkonen, che sperava di ottenere a Sepang un buon risultato per se stesso e per il team: “Non so esattamente cosa sia capitato e fa veramente male dover uscire di scena in questo modo, senza nemmeno sapere il perchè di questo ritiro. La nostra macchina era competitiva e potevamo fare veramente bene qui in Malesia. Non mi è mai successa una cosa simile in gara e ora l'unica cosa che dobbiamo fare è analizzare i dati per capire esattamente cos'è successo”.


TAGS: formula 1 kimi raikkonen f1 F1 2017 scuderia ferrari formula 1 2017 f1 2017 gp malesia