Autore:
Giulio Scrinzi

DA PILOTA TITOLARE… Daniil Kvyat: vincitore della Formula Renault 2.0 Alps nel 2012 e delle GP2 Series nel 2013, risultati che gli hanno fatto staccare un biglietto di sola andata per il Circus iridato, nel quale è diventato pilota titolare della Toro Rosso nel 2014. Poi è passato in Red Bull, ma lo screzio contro Sebastian Vettel in Russia durante la stagione 2016 lo ha fatto retrocedere di nuovo nella Scuderia di Faenza. Dalla quale quest’anno ha fatto definitivamente le valigie, nonostante quell’ultimo GP negli Stati Uniti in cui ha fatto sicuramente meglio di Brendon Hartley, neozelandese che ha preso il suo posto nella squadra diretta da Franz Tost.

A TESTER PRIVILEGIATO A questo punto sembrava che per Kvyat la favola della Formula 1 fosse definitivamente arrivata ai capitoli finali… e invece la Scuderia Ferrari gli ha teso la mano per un’ultima chance. Il reparto corse del Cavallino Rampante, infatti, ha assunto il pilota russo come tester al “ragno”, il simulatore di Maranello con il quale Daniil lavorerà per portare avanti lo sviluppo indoor della 669, mentre Vettel e Raikkonen girerarnno in pista. Rispetto a quanto fatto negli ultimi anni questa opportunità sembrerebbe un passo indietro nella sua carriera agonistica, ma chissà che invece non sfoci, in futuro, in qualcosa di più! 


TAGS: ferrari formula 1 f1 daniil kvyat scuderia ferrari f1 2018 formula 1 2018 scuderia ferrari 2018 ferrari 2018 daniil kvyat 2018 daniil kvyat ferrari daniil kvyat ferrari 2018 daniil kvyat tester ferrari 2018