Autore:
Giulio Scrinzi

LA FERRARI AL COMANDO Come in Bahrain anche in Cina: la Ferrari sta facendo passi da gigante non solo nella gestione delle gare ma anche nel trovare la performance assoluta sul giro secco. A Shanghai, infatti, le Rosse hanno distrutto la concorrenza, con un Sebastian Vettel capace di centrare la sua seconda pole position stagionale grazie a un sorprendete 1'31''095, che è così diventato il nuovo record della pista cinese. Ma il suo compagno di squadra non è stato da meno: Raikkonen, infatti, ha dato il meglio di sé e ha staccato il secondo miglior crono a soli 87 millesimi dal tedesco, con il quale condividerà la prima fila di domani per andare all'attacco di punti importanti in Classifica generale.

LE MERCEDES IN AFFANNO Complici le basse temperature dell'asfalto, le Mercedes invece si sono trovate in difficoltà: la migliore è stata quella di Valtteri Bottas, che aprirà domani la seconda fila davanti al Campione del Mondo in carica Lewis Hamilton. La loro W09 EQ Power+ ha mal digerito le condizioni climatiche della Cina e ha fatto pagare ad entrambi un distacco dalla vetta di oltre mezzo secondo. Come le Ferrari, però, le Frecce d'Argento hanno passato la Q2 con le gomme a mescola Soft, quindi potrebbero tentare l'azzardo di effettuare l'intero GP fermandosi solamente una volta ai box.

LE RED BULL NON CONVINCONO La terza fila, invece, sarà aperta dalle due Red Bull di Max Verstappen e di Daniel Ricciardo: le loro RB14, tuttavia, non hanno mai dato la sensazione di poter lottare veramente per la pole position, pagando alla fine del Q3 dei distacchi molto vicini al secondo netto dalla vetta. C'è da dire che le monoposto di Milton Keynes si difendono bene nella gestione della gara, quindi potrebbero rivelarsi la sorpresa per il GP che andrà in scena nella giornata di domani.

RENAULT IN TOP TEN I distacchi si sono fatti più pesanti per tutti gli altri protagonisti del Circus iridato: innanzitutto per le due Renault di Hulkenberg e Sainz, rispettivamente settimo e nono con un margine dalla vetta che si è assestato sul secondo e mezzo. In mezzo a loro si è inserita la Force India di Perez, mentre ha chiuso la top ten la Haas di Grosjean, bravo a mettersi dietro la VF-18 gemella di Magnussen ed entrambe le McLaren di Alonso e Vandoorne.

GRIGLIA DI PARTENZA Questa la griglia di partenza che darà il via al GP di Cina 2018.

PILOTA TEAM TEMPO GAP
1. Sebastian Vettel Ferrari 1'31''095  
2. Kimi Raikkonen Ferrari 1'31''182 +0.087
3. Valtteri Bottas Mercedes 1'31''625 +0.530
4. Lewis Hamilton Mercedes 1'31''675 +0.580
5. Max Verstappen Red Bull 1'31''796 +0.701
6. Daniel Ricciardo Red Bull 1'31''948 +0.853
7. Nico Hulkenberg Renault 1'32''532 +1.437
8. Sergio Perez Force India 1'32''758 +1.663
9. Carlos Sainz Jr Renault 1'32''819 +1.724
10. Romain Grosjean Haas 1'32''855 +1.760
11. Kevin Magnussen Haas 1'32''986 +1.891
12. Esteban Ocon Force India 1'33''057 +1.962
13. Fernando Alonso McLaren 1'33''232 +2.137
14. Stoffel Vandoorne McLaren 1'33''505 +2.410
15. Brendon Hartley Toro Rosso 1'33''795 +2.700
16. Sergey Sirotkin Williams 1'34''062 +2.967
17. Pierre Gasly Toro Rosso 1'34''101 +3.006
18. Lance Stroll Williams 1'34''285 +3.190
19. Charles Leclerc Sauber 1'34''454 +3.359
20. Marcus Ericsson Sauber 1'34''914 +3.819

TAGS: ferrari formula 1 sebastian vettel kimi raikkonen valtteri bottas lewis hamilton f1 max verstappen daniel ricciardo scuderia ferrari f1 2018 formula 1 2018 f1 2018 gp cina f1 cina 2018 f1 2018 cina