Autore:
Giulio Scrinzi

POTERE ROSA Dopo aver introdotto le prime monoposto completamente colorate di rosa, quelle Force India affidate ai due titolari Sergio Perez ed Esteban Ocon, il Circus iridato è pronto a presentare anche le prime gomme della storia della Formula 1 con la stessa tonalità. In occasione dell'imminente GP degli Stati Uniti, infatti, la Pirelli porterà una versione speciale delle proprie P Zero a mescola Ultrasoft, che cambieranno la loro banda laterale viola nella gradazione preferita dal pubblico femminile.

LOTTA AI TUMORI Tale scelta, però, non è stata attuata per un fattore estetico o mediatico, anzi. La volontà della Pirelli di colorare le proprie Ultrasoft di rosa è stata la conseguenza del supporto alla fondazione Susan G.Komen, organizzazione non-profit attiva nella lotta ai tumori al seno. Un intento nobile, quindi, quello della Casa dalla P lunga, che identifica la pista di Austin come un tracciato mediamente impegnativo per le proprie gomme.

I VALORI IN CAMPO Il Circuit of The Americas, infatti, è stato classificato dalla Pirelli come una pista che presenta uno stress di 3 su 5 per le sue gomme, quindi un tracciato da medio carico aerodinamico che presenta un primo e ultimo settore molto esigenti in termini di forze laterali. I veloci cambi di direzione iniziali sollecitano gli pneumatici trasversalmente, così come la curva a destra verso il termine del circuito. Inoltre i due rettilinei che definiscono il suo layout, dove è possibile far riposare le gomme, rappresentano un buon punto di sorpasso: il primo, che termina con il tornantino in salita con punto di corda cieco, e il lungo rettifilo di un chilometro dove è possibile utilizzare il DRS.


TAGS: pirelli formula 1 pirelli p zero f1 F1 2017 formula 1 2017 f1 2017 gp stati uniti pirelli p zero f1 pirelli p zero f1 ultrasoft p zero f1 ultrasoft rosa fondazione Susan G.Komen