Autore:
Giulio Scrinzi

ANCORA IN DIFFICOLTÀ Le difficoltà in casa Ferrari non sono finite: anche ad Austin la Rossa numero 5 di Sebastian Vettel ha fatto i capricci, portando il pilota tedesco direttamente nella ghiaia una volta iniziate le simulazioni di qualifica durante il secondo turno di prove libere. Un errore che ha costretto il quattro volte Campione del Mondo ai box per permettere ai suoi tecnici di ripulire la monoposto dai detriti, la quale poi, però, ha manifestato un ulteriore problema all'anteriore, con diverse vibrazioni che hanno impedito di portare a termine il long run previsto dal programma di lavoro. Alla fine il suo risultato è stato un terzo tempo a oltre mezzo secondo dalla migliore prestazione di Hamilton: troppo poco per insidiare il Super Campione della Mercedes...

SEBASTIAN VETTELOggi è stata una giornata complicata, ma la nostra macchina è veloce e quindi non dobbiamo preoccuparci. Ho commesso un errore alla penultima curva, dove ho osato troppo e ho pagato questo tentativo spiattellando completamente un set di gomme. Poi, tornato in pista, ho completato solamente otto giri, troppo pochi per valutare al meglio le novità aerodinamiche portate da Maranello. Domani dovrò trovare il ritmo giusto e rimettere le cose a posto”.


TAGS: ferrari formula 1 sebastian vettel f1 F1 2017 scuderia ferrari formula 1 2017 f1 2017 gp stati uniti