Autore:
Giulio Scrinzi

VITTORIA SOFFERTA In seguito alla debaclè dell'Inghilterra, serviva una reazione d'orgoglio da parte della Ferrari sul circuito dell'Hungaroring. Una risposta che, alla fine, c'è stata, grazie alla vittoria di Sebastian Vettel e al secondo posto di Kimi Raikkonen, i quali hanno centrato un'importante doppietta che ha portato la Scuderia del Cavallino Rampante a soli 39 punti di distacco dalla Mercedes in classifica Costruttori. Il successo del pilota di Heppenheim, però, è stato minato in parte da un problema allo sterzo che lo ha costretto a guidare per buona parte della gara con il volante storto. Questo ha rallentato il suo passo gara, ma in suo soccorso è giunto il compagno Kimi Raikkonen, che ha assunto il ruolo di scudiero proteggendolo dagli attacchi delle Frecce d'Argento tedesche.

SE NON CI FOSSI STATO TU... Ma sentiamo il commento a riguardo di Sebastian Vettel: “A fine gara ho detto a Kimi che mi dispiaceva di essere stato così lento. Avevo capito che era più veloce, ma purtroppo si è trovato nella scomoda posizione di essere tra me e le Mercedes. Il suo aiuto, però, è stato fondamentale perchè ha tenuto lontano le Frecce d'Argento. Io, invece, ho accusato un problema allo sterzo: era tutto molto strano perchè guidavo storto e non mi sentivo a mio agio. Non voglio trovare scuse: oggi non avevo il ritmo, ma abbiamo vinto comunque e ci siamo riusciti con le sole nostre forze”.

LA SF70H? LA MIGLIORE! Nel proseguo della conferenza stampa, Seb ha poi sottolineato come la sua monoposto sia effettivamente la migliore del lotto presente sulla griglia di partenza. “Secondo me abbiamo la macchina migliore: abbiamo più carico aerodinamico di chiunque altro e questo è una cosa fondamentale. In alcuni circuiti le Mercedes sono state più veloci, ma abbiamo delle soluzioni che ci permetteranno di migliorare. Sicuramente riusciremo a fare la differenza. Per il momento, la prima parte di stagione è stata eccezionale!”.


TAGS: formula 1 sebastian vettel kimi raikkonen f1 F1 2017 scuderia ferrari formula 1 2017 f1 2017 gp ungheria