Pubblicato il 17/07/20

SI RIPARTE! La MotoGP è ripartita con le prime due sessioni di prove libere del Gran Premio di Spagna: nelle FP1 il migliore è stato Marc Marquez su Honda, che ha conservato il miglior tempo complessivo anche al pomeriggio, quando nelle FP2 - con temperature ancor più calde - si è imposto Franco Morbidelli su Yamaha. Segnali positivi da parte dei ducatisti Dovizioso e Miller, e degli altri yamahisti Vinales e Quartararo. Male Valentino Rossi, 13° al mattino e addirittura 20° su 22 al pomeriggio. Di seguito le parole dei protagonisti del venerdì a Jerez de la Frontera.

MARC MARQUEZ ''Sono di nuovo felice oggi. È bello iniziare ufficialmente la stagione 2020 e sin dalla mattinata mi sono trovato davvero bene in sella, continuando il lavoro realizzato mercoledì. Al pomeriggio abbiamo iniziato a fare qualche esperimento, provando alcune idee diverse. Mi sento competitivo, i nostri avversari sono veloci ma siamo in buona posizione. Oggi abbiamo avuto un piccolo incidente perché la temperatura è molto alta e ha reso la pista scivolosa. Sono andato un po' largo e forse ho bisogno di esercitarmi un po' per tornare a salvarmi con il gomito, ma è solo il secondo giorno dopo una lunga pausa. In ogni caso sono stato in grado di tornare subito in sella, e l'incidente è stato davvero di poco conto''.

MotoGP Spagna 2020, Jerez - Andrea Dovizioso (Ducati)

ANDREA DOVIZIOSO ''Oggi è andata bene! Sono molto contento perché siamo riusciti a compiere un ulteriore passo in avanti rispetto al test di mercoledì e questo era il nostro principale obiettivo per la giornata di oggi. Ci siamo avvicinati molto ai piloti più veloci e abbiamo anche un buon ritmo in vista della gara. Domenica il GP sarà molto impegnativo e non mi sento ancora completamente a mio agio, ma abbiamo ancora diversi aspetti su cui lavorare e sicuramente del margine per migliorare. In generale sono comunque soddisfatto di questo primo giorno''.

MotoGP Spagna 2020, Jerez - Maverick Vinales (Yamaha)

MAVERICK VINALES ''Mi sono sentito molto bene in sella, soprattutto al mattino. Nel pomeriggio ho provato alcune cose con l'elettronica per migliorare con le alte temperature e nell'ultima uscita ho trovato qualcosa di veramente buono. Abbiamo altre idee per domani, ma non dobbiamo perdere la strada perché la moto è fantastica. Come velocità massima siamo sempre in fondo alla classifica, ma anche sotto questo punto di vista abbiamo qualche idea per migliorare. È un problema ma non penso che riusciranno a superarmi, perché esco molto forte dalle curve''.

MotoGP Spagna 2020, Jerez - Fabio Quartararo (Yamaha)

FABIO QUARTARARO ''Ho faticato nelle prove libere del mattino, ma nel pomeriggio abbiamo trovato un buon assetto sulla moto ed è stato fantastico. Il ritmo è stato buono con il caldo, il che è davvero una notizia positiva dato che la gara sarà più o meno alla stessa ora in cui abbiamo fatto la FP2 oggi. Siamo venuti qui con una nuova moto rispetto allo scorso anno e nessuna uscita dai test pre-stagionali, ed è per questo che ho faticato molto questa mattina. Dobbiamo fare un passo per volta per apportare miglioramenti, ma non vedo davvero l'ora che arrivi domani per poter lavorare sul time attack in vista delle qualifiche, mi sento fiducioso''.

MotoGP Spagna 2020, Jerez - Franco Morbidelli (Yamaha)

FRANCO MORBIDELLI ''Oggi è stata una giornata positiva, ho lavorate bene e soprattutto in ottica gara, che sarà in condizioni molto calde. Con il team abbiamo aggiustato l'assetto al pomeriggio proprio per andare incontro alle alte temperature, e mi sono trovato bene. Anche stamattina avevo avuto buone sensazioni, ma l'importante era andare bene pomeriggio e chiudere in prima posizione è sicuramente una bella soddisfazione. Stasera e stanotte studieremo i dati e insieme al team troveremo qualcosa per migliorare ulteriormente. Domani speriamo di riuscire a fare un tempo che mi qualifichi direttamente per la Q2, poi vedremo''. 

MotoGP Spagna 2020, Jerez - Jack Miller (Ducati)

JACK MILLER ''Pomeriggio ho lavorato con gomma media e dura, ho faticato soprattutto nella parte finale del tracciato, ossia nelle curve veloci, Avevo paura per il tanto vento che c'era e anche nel gestire la moto, sono comunque soddisfatto dell'assetto trovato, soprattutto per quello che si è visto al mattino. Non sono così distante dai piloti più veloci. Domenica sarà una gara di resistenza, innanzitutto, perché non corriamo da tanto tempo e dovremo fare i conti con la temperatura altissima e con il vento, è impossibile non commettere errori ed è la prima volta che trovo una situazione del genere a Jerez. Nelle curve la moto si comporta come sempre, ma alla undici e alla dodici lasciamo troppi decimi per strada''.

MotoGP Spagna 2020, Jerez - Alex Rins (Suzuki)

ALEX RINS ''Sono contento del mio ritmo e della moto; la mattina ho lavorato sui tempi sul giro e poi nel pomeriggio l'attenzione si è spostata sulle gomme, e pensiamo di aver capito quali sono i limiti del pacchetto con le gomme usate. Sono contento perché ho provato le varie opzioni e mi ha aiutato molto a capire come sarà domenica. Per domani mi concentrerò sulla qualifica alla Q2 e poi da lì vedremo cos apotremmo fare''.

MotoGP Spagna 2020, Jerez: Valentino Rossi (Yamaha) impegnato nel day-1 dei test pre-GP

VALENTINO ROSSI ''Mercoledì con la gomma morbida avevo fatto praticamente lo stesso tempo di oggi, ma già allora soffrivamo un po' sul itmo. Stiamo lavorando per cercare di migliorare l'aderenza al posteriore e essere più veloci. È una moto ancora giovane, servono tanti chilometri per trovare l'assetto giusto, il mio problema è lo stesso dello scorso anno: non riusciamo a mandare in temperatura, e dunque a trovare aderenza, con la gomma posteriore. Oggi non sono stato mai veloce e nel pomeriggio, con il caldo, ho faticato ancora di più, non mi sento a mio agio sulla M1, non riesco a entrare veloce in curva e sono lento in uscita. L'anno scorso a Sepang sono stato veloce, mentre a Valencia, dove era un po' più freddo, sono stato lento. Tutto dipende da come lavorano le gomme, perché fisicamente sto bene, e in Italia faceva caldo quindi sono abituato a questo clima. In frenata siamo migliorati un po', non in uscita di curva. Comunque siamo tutti attaccati, sono un secondo più lento del primo e terzultimo, le FP3 sono importanti, bisognerà stare nella top 10 ma sarà difficile considerando le prestazioni di oggi''.


TAGS: yamaha honda suzuki ducati rossi motogp dovizioso marquez vinales Miller Rins FP1 fp2 Morbidelli Jerez de la Frontera Quartararo MotoGP 2020 SpanishMotoGP 2020 MotoGP Spagna 2020