MotoGP Emilia Romagna 2021, Bagnaia cade quando è in testa, Quartararo campione!
MotoGP 2021

MotoGP Emilia Romagna 2021, Bagnaia cade quando è in testa, Quartararo campione!


Avatar di Simone Valtieri , il 24/10/21

1 mese fa - Bagnaia si stende e regala il mondiale a Quartararo! Vince Marquez

Bagnaia è perfetto ma si stende a 5 giri dalla fine e regala il mondiale a Quartararo! Vince Marquez, 3° Bastianini, Rossi 10° e osannato dalla marea gialla
Benvenuto nello Speciale EMILIAROMAGNAMOTOGP 2021, composto da 14 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario EMILIAROMAGNAMOTOGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

DA DIABLO A RE! Fabio Quartararo è campione del mondo! Il pilota della Yamaha rimonta dalla 15° alla 4° posizione e, soprattutto, sfrutta la caduta di un generosissimo Pecco Bagnaia, in testa fino a 5 giri dalla fine, ma che poi chiede troppo a sé stesso nel tentativo di scrollarsi di dosso Marc Marquez. È proprio lo spagnolo a vincere il Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia Romagna, davanti al compagno di squadra Pol Espargarò e a un favoloso Enea Bastianini, di nuovo sul podio nella sua Misano. Ma i riflettori oggi sono tutti per Fabio, 22 anni e primo campione del mondo della classe MotoGP per la Francia! L'affetto del pubblico, però, è tutto per Valentino Rossi, che al termine di una gara complicata riesce a finire nella top ten, decimo e osannato dalla marea gialla.

PARTE BENE PECCO! Parte benissimo Pecco Bagnaia dalla pole position, rintuzzando l'attacco di Jack Miller. L'australiano si fa beffare da un bravissimo Miguel Oliveira che però torna subito dietro alla seconda Ducati rossa. Bene Marquez che transita terzo sul traguardo passando proprio Oliveira al termine del primo giro mentre scivola in settima posizione Marini dietro anche a Pol Espargaro e a Franco Morbidelli. I primi tre riescono a prendere un minimo margine sugli inseguitori staccandoli nei primi giri, mentre Fabio Quartararo comincia la sua rimonta passando dalla 15° alla 12° posizione. Cadono Mir e Petrucci nel corso del terzo giro, i due si abbracciano dopo la caduta.

CADE MILLER! Pecco Bagnaia impone il suo ritmo nei primi giri ma senza staccarsi di dosso la scorta di Miller e Marquez. Quarto è Pol Espargarò che precede Oliveira e Morbidelli. In settima piazza sale Aleix Espargarò con l'Aprilia mentre a ridosso della top ten arriva Fabio Quartararo che ha davanti gente difficile da superare come Martin. Verso la fine del quarto giro si stende Jack Miller che perde l'anteriore e abbandona il podio virtuale, lasciando scoperto il suo compagno dalla possibile minaccia di Marquez. Sul podio sale Pol Espargarò con Oliveira e Morbidelli poco lontani, mentre Aleix Espargarò, Marini, Martin, Lecuona e Rins completano la top ten. Fabio Quartararo è 11°. Dovizioso e Rossi sono penultimo e ultimo.

VEDI ANCHE



COPPIA AL COMANDO Marquez si fa subito minaccioso nel codone di Bagnaia ma non prova ad attaccarlo, restando lì, nel mentre Quartararo entra nella top ten scavalcando Lecuona e avvicinandosi a Martin e Rins, anzi a Rins e Martin visto che il suzukista riesce ad avere la meglio al settimo giro sul ducatista. Dietro ai due leader, continuano a essere vicini tra loro Pol Espargarò e Miguel Oliveira, mentre Franco Morbidelli è quinto e deve guardarsi dall'arrivo dall'Aprilia di Aleix Espargarò, tra i più veloci in pista nelle prime fasi. Fabio Quartararo, al nono giro supera Martin e si mette in nona piazza, preservando un altro punticino di vantaggio su Bagnaia in classifica. Si ritirano nello stesso giro Alex Marquez e Iker Lecuona, mentre Valentino Rossi precede Andrea Dovizioso e risale fino alla sedicesima posizione.

QUARTARARO IN RAMPA Dopo dieci giri Marquez resta incollatissimo al codone della Ducati numero 63. Dietro ci sono sempre Pol Espargarò e Miguel Oliveira mentre si forma un quintentto molto combattivo con Aleix Espargarò che passa Franco Morbidelli, poi Alex Rins che passa Luca Marini e Fabio Quartararo che chiude il pacchetto, seguito a breve distanza da Zarco, mentre proprio il compagno di quest'ultimo, Jorge Martin, cade rovinosamente e si ritira. Nel gruppetto Aleix prova a staccarsi mentre cala Franco Morbidelli che precipita dietro a Rins, Quartararo (settimo), Marini e anche Zarco.

OCCHIO ALLA BESTIA! Mentre Bagnaia e Marquez girano su ritmi record, abbassando la migliore prestazione in gara, e Pol Espargarò ha una buon margine su Miguel Oliveira, Aleix Espargarò deve guardarsi da Fabio Quartararo che passa Alex Rins e si mette in sesta piazza. Da dietro, però, recupera molto bene Enea Bastianini che entra in top ten e non è lontano dalla quinta posizione, mettendo nel mirino prima i compagni di marca Marini e Zarco. Mentre Quartararo passa anche Aleix Espargarò, da dietro Zarco e Bastianini passano entrambi Marini e gira mezzo secondo più veloce degli altri del gruppetto. Continua la discesa, invece, di Franco Morbidelli, con Maverik Vinales che lo riprende e gira solo due decimi più lento dei due leader della gara.

BAGNAIA GIÙ, QUARTARARO CAMPIONE! Bagnaia e Marquez continuano a girare su un passo mostruoso, quando mancano ormai 7 giri alla fine e Pecco sembra riuscire a prendere un minimo di margine. Intanto tra i più veloci in pista c'è Bastianini che passa Zarco e Rins e si mette a caccia di Fabio Quartararo, per andare a prendersi una insperata quinta piazza. A cinque giri dalla fine però, si decide il mondiale: scivola Pecco Bagnaia alla curva 15 e Fabio Quartararo diventa matematicamente campione del mondo! Le tribune si ammutoliscono e il box Yamaha festeggia. Cade nello stesso giro anche Miguel Oliveira, e così il francese sale anche sul podio virtuale, anche se deve guardarsi dal ritorno di Enea Bastianini, quarto dietro alle due Honda di Marquez ed Espargarò e alla Yamaha del neo iridato.

TERZO BESTIA! DECIMO ROSSI Negli ultimi giri cambia poco: Marc Marquez transita per primo e torna a vincere anche su una pista destrorsa, di quelle che gli impegnano il braccio infortunato, una buonissima notizia per il motociclismo. Poi Pol Espargarò, per una doppietta Honda a Misano, mentre sul terzo gradino del podio sale Enea Bastianini, che supera proprio il neo-campione del mondo a due curve dalla fine, bissando il podio del GP di San Marino. Quarto Fabio Quartararo, che festeggia come non mai e viene applaudito dal pubblico di Misano. Quinto un ottimo Johann Zarco, che nel finale supera Alex Rins e Aleix Espargarò. Buono anche l'ottavo posto di Maverick Vinales con l'Aprilia, mentre nella top ten Luca Marini precede Valentino Rossi, decimo e acclamato dal suo pubblico!

Clicca qui per tutti i risultati del weekend del Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia Romagna


Pubblicato da Simone Valtieri, 24/10/2021
Tags
EmiliaRomagnaMotoGP 2021
Logo MotorBox