GP Emilia Romagna 2021, le pagelle di Misano
MotoGP 2021

MotoGP Emilia Romagna 2021, le pagelle di Misano


Avatar di Simone Valtieri , il 24/10/21

1 mese fa - Le pagelle di MotorBox dopo il MotoGP dell'Emilia Romagna 2021 a Misano

Le pagelle di MotorBox dopo il MotoGP dell'Emilia Romagna 2021 a Misano. Oggi è il giorno dei voti pazzi: date un'occhiata a Quartararo, Rossi, Petrucci e Mir
Benvenuto nello Speciale EMILIAROMAGNAMOTOGP 2021, composto da 14 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario EMILIAROMAGNAMOTOGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

PAGELLE DI MISANO Oggi è la giornata dei voti pazzi... Fabio Quartararo non prende dieci, così come Marquez, Rossi prende cinque volte tanto e per Petrucci e Mir ci sono due valutazioni. In realtà tra le righe trovate anche i voti normali, ma quella del Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia Romagna è stata una giornata pazza, e meritava tutto ciò. Quartararo è campione del mondo, Bagnaia cade a cinque giri dal termine dopo una gara capolavoro, Marquez torna a vincere e scaccia sempre più lontano l'infortunio mentre Rossi, Mir e Petrucci meritano un voto speciale. Che aspettate? Scendete e continuate a leggere!

MotoGP Emilia Romagna 2021, Misano Adriatico: Fabio Quartararo (Yamaha) è campione del mondo MotoGP Emilia Romagna 2021, Misano Adriatico: Fabio Quartararo (Yamaha) è campione del mondo

FABIO QUARTARARO - VOTO 8 Il voto è per la gara di oggi, alla fine non la sua migliore, con un quarto posto in rimonta dalla quindicesima posizione, figlio delle sfortunate qualifiche di ieri sul bagnato. Ma parlare della gara, oggi, non ha senso. Fabio è campione del mondo, la sua stagione è da 10 e lode: 5 vittorie, 10 podi e, soprattutto, nessun ritiro. Il francese è sempre arrivato al traguardo, gli altri no. È tutta qui la chiave del suo successo, nella testa, quella che sembra perdere ogni volta che si agita sulla moto se qualcosa non va bene, ma che retsa invece ben piantata sulle spalle. Bravo Fabio, goditela tutta!

FRANCESCO BAGNAIA - VOTO 6 Non è possibile dargli l'insufficienza. Certo, il voto rispecchia l'errore (da 2) che ha vanificato una gara da 10, e con essa la possibilità di vincere il titolo mondiale (difficile in ogni caso) e il Gran Premio dell'Emilia Romagna (era in tasca). Però Pecco ha il merito di averci provato fino alla fine, stendendosi solo nel tentativo di scrollarsi di dosso un Marquez oggi vicinissimo a quello dei bei tempi. Oggi torna a casa inevitabilmente deluso, ma deve avere fiducia, perché se il prossimo anno guida come i primi 22 giri, il titolo mondiale non è utopia, è una possibiiltà concreta.

MARC MARQUEZ - VOTO 9,5 Oggi non era il più veloce in pista, ma per pochi centesimi. Stava iniziando a cedere al passo da marziano di Bagnaia negli ultimi giri, visto che la sua gomma morbida lo stava per lasciare, mentre la media del rivale stava iniziando a funzionare a dovere. E invece... Pecco è caduto e lui, su una pista che gira verso destra, e dunque più impegnativa per l'arto infortunato, è andato a cogliere la terza vittoria stagionale, la seconda consecutiva, ma soprattutto, quella più significativa. Marc sta tornando, e il prossimo anno vorrà rimettersi a macinare vittorie e titoli.

POL ESPARGARÒ - VOTO 9 Finalmente! Finalmente il pilota che lo scorso anno aveva fatto tanto bene con KTM e che quest'anno ha avuto qualche prevedibile difficoltà di adattamento a una moto molto complicata da guidare come la Honda. Polyccio ha conquistato il primo meritatissimo podio di un'annata difficile, che lo aveva visto nelle zone alte della classifica ben poche volte. Che questo risultato possa dargli fiducia per diventare più costante e aggiungersi alla bella flotta di piloti competitivi di questa MotoGP.

VALENTINO ROSSI - VOTO 46 Volete il voto vero? La sufficienza piena, forse un sei e mezzo. D'altra parte tutti gli yamahisti, tranne il solito Quartararo, hanno avuto grosse difficoltà oggi, mentre lui nel finale è riuscito persino a pescare una piazza in top ten. Una gara ''decente'' l'ha definita lui, ma non ha più né senso, né importanza, giudicarlo. Valentino è stato il più grande pilota della sua epoca, sfidando gente di generazioni diverse e riuscendo a vincere di tutto in pista, e tutto fuori, entrando nel cuore di così tanta gente da segnarne la vita profondamente. Oggi è stato il giorno del suo tributo, del tributo a un pilota che a 42 anni e mezzo disputa l'ultima gara della sua immensa carriera davanti ai suoi tifosi. Tra altre due gare sarà di diritto là con i Maradona, i Mohammed Alì, i Senna... gente che non ha vinto più di altri (e comunque ha vinto tanto), ma che ha lasciato il segno nei cuori.

VEDI ANCHE



ENEA BASTIANINI - VOTO 9 Va bene, è la sua pista, ma ragazzi: scattava 16° e questa non è la Moto3, dove le gare sono di gruppo. Questa è la MotoGP, ed Enea dimostra di essere nel suo habitat naturale, rimontando a suon di sorpassi e cogliendo il podio nelle ultime curve sbeffeggiando il freschissimo campione del mondo Quartararo. Da quattro gare ha cambiato marcia, con due sesti e due terzi posti: merita una Ducati ufficiale (nel 2022 avrà la GP 2021, comunque una bella moto...) e merita tanta fiducia, perché può andare lontano. Bravo Enea!

GLI ALTRI IN BREVE

JOHANN ZARCO - VOTO 7,5 Ha fatto una buona gara, approfittando di qualche caduta, ma anche sopravanzando nel finale Rins e Aleix Espargarò per un quinto posto che gli restituisce la quarta piazza iridata.

ALEX RINS - VOTO 7 Una gara coraggiosa, scattato dalla 13° posizione si è portato nel gruppo che lottava per la quinta piazza, e alla fine ha portato a casa punti che danno fiducia per il futuro.

ALEIX ESPARGARÒ - VOTO 7 Dopo un sabato di qualifiche complicato, in gara è stato molto veloce, soprattutto nella parte centrale. Nel finale stringe i denti e porta a casa un ottimo risultato.

MAVERICK VIÑALES - VOTO 7,5 Nella seconda metà di gara si è rivisto il vecchio Maverick, quello che emergeva con prepotenza nel finale. La rimonta dalla 19° all'8° è avvenuta nell'ombra ma è stata brillante!

LUCA MARINI - VOTO 7 La terza piazza l'aveva ottenuta con pista bagnata, questo nono posto sull'asciutto è invece una bella iniezione di fiducia per il futuro.

MIGUEL OLIVEIRA - VOTO 5 Col senno di poi getta la possibilità di un podio. Dopo una gran partenza stava facendo una bella gara, è caduto in pratica insieme a Bagnaia. Peccato, gli serviva un po' di fiducia.

JACK MILLER - VOTO 4 Ottima partenza, ma poi si stende nei primissimi giri quando era secondo a sandwich tra Pecco e Marquez. Un gran peccato, gli serve più costanza per lottare per la vittoria.

FRANCO MORBIDELLI - VOTO 5,5 Nei primi giri si è rivisto il Franco che lo scorso anno vinse su questa pista, ma il ginocchio fa male e cala alla distanza, finendo lontano dai primi. Deve pensare al positivo di questo weekend, la forma fisica verrà

DANILO PETRUCCI & JOAN MIR - VOTO 4... E 10 Si centrano nei primissimi giri mettendo fine alle rispettive gare, ma l'abbraccio che si sono dati dopo la caduta è l'essenza dello sport.

IKER LECUONA - VOTO 4 Dopo le ottime qualifiche di ieri sul bagnato, sull'asciutto stava cedendo terreno e perdendo posizioni abbastanza velocemente, poi il ritiro.

JORGE MARTIN - VOTO 4 Il talento c'è, è indiscutibile, ma deve finire le gare per sublimarlo. Oggi perde anche la leadership nella classifica dei rookie a vantaggio di Bastianini.

ALEX MARQUEZ - VOTO S.V. Non era stato autore di qualifiche memorabili, ma in gara si è ritirato per un problema tecnico, fino a quel momento stava andando meglio del compagno.

TAKAAKI NAKAGAMI - VOTO 5 L'inizio di gara era promettente, poi la caduta e la 15° posizione finale, ultimo tra i piloti al traguardo.

BRAD BINDER - VOTO 5,5 Cade nel giro di formazione e parte ultimo con la moto B (sarebbe comunque partito 20°...) però alla fine fa una discreta gara e l'11° posto non è tutto da buttare.

ANDREA DOVIZIOSO - VOTO 6 Gara durissima oggi, ma alla fine con la moto più vecchia del gruppo riesce a completare e a raccogliere per strada anche Morbidelli e Takagami. Il 13° posto è da considerarsi parte del processo di apprendimento del nuovo mezzo.

MICHELE PIRRO - VOTO 6,5  Buona 12° posizione per il test driver per eccellenza della Ducati, alla fine non termina neanche lontano dalla top ten. 

LORENZO SAVADORI - VOTO S.V. Non partecipa alla gara ma merita una citazione anche lui, che nelle FP2 aveva fatto vedere cose mirabili, prima di cadere e infortunarsi nelle FP3. Buona fortuna Lorenzo!


Pubblicato da Simone Valtieri, 24/10/2021
Tags
EmiliaRomagnaMotoGP 2021
Logo MotorBox