GP Aragona 2021, finalmente Bagnaia! Arriva la prima vittoria in MotoGP!
MotoGP 2021

GP Aragona 2021, finalmente Bagnaia! Arriva la prima vittoria in MotoGP!


Avatar di Simone Valtieri , il 12/09/21

1 settimana fa - Bagnaia vince la prima gara in MotoGP dopo una gran battaglia con Marquez

Francesco Bagnaia vince la prima gara in MotoGP al termine di una battaglia sensazionale con Marquez! Sul podio Mir, male Quartararo, bravissimo Bastianini
Benvenuto nello Speciale ARAGONMOTOGP 2021, composto da 14 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario ARAGONMOTOGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

PERFEZIONE BAGNAIA Nel Gran Premio di Aragona arriva finalmente a la prima vittoria di Francesco Bagnaia in MotoGP! Il pilota torinese è protagonista di una gara tutta di testa, con il fiato sul collo di Marc Marquez per ogni singolo giro. Negli ultimi tre si innesca una battaglia da déjà vù, solo che al posto di Dovizioso sulla moto rossa c'è Pecco che alla fine fiacca Marquez e lo costringe all'errore! Vince la Ducati e vince l'italiano che con grandissimo merito dipinge il suo primo capolavoro. Marquez è secondo, e su una pista sinistrorza torna protagonista, chiedendo comunque tanto al braccio destro infortunato, mentre sul podio - nella giornata opaca di Quartararo - sale anche Mir. Sono Bagnaia e questi due gli unici pretendenti al titolo, con cinque gare ancora in tabella e 52 punti di vantaggio per il francese sull'italiano. Splendida anche la gara di Enea Bastianini, sesto, dietro all'Aprilia di Aleix Espargarò e alla Ducati di Jack Miller. Gli altri italiani? 15° Petrucci, 19° Rossi che fa tutta la gara in scia all'ex compagno Vinales (Aprilia), 20° e ultimo Luca Marini.

PARTE BENE PECCO Dalla prima posizione in griglia Pecco Bagnaia scatta benissimo con la sua Ducati, tagliando la strada a Miller e favorendo il sorpasso in seconda posizione di Marc Marquez. Perde una paio di posizioni Fabio Quartararo che viene beffato anche da Aleix Espargarò e Joan Mir, ritrovandosi sesto nel corso del primo giro, mentre cade nel corso del primo giro Alex Marquez facendosi un po' male a una gamba. Al termine del primo giro Bagnaia transita al comando portandosi appresso il campionissimo spagnolo e il compagno di team. Fantastica la staccata di Jorge Martin all'ultima curva con cui in un colpo solo supera Quartararo e Pol Espargarò, prendendosi la sesta piazza alle spalle di Mir. Nel corso del secondo giro si ritira anche Jake Dixon lasciando il ultima posizione Valentino Rossi che deve seguire Vinales e Crutchlow: una griglia alla rovescia rispetto a un paio di stagioni fa.

QUARTARARO SI STACCA Nel corso dei primi giri Bagnaia, Marquez e Miller sembrano riuscire a staccarsi dal resto della ciurma, un terzetto spagnolo composto da Aleix Espargarò, Mir e Martin che si forma al loro inseguimento. Un po' in difficoltà Quartararo nei primi giri, costretto a difendersi dalle KTM di Binder e Lecuona con Enea Bastianini decimo nei primi giri. Chi rimonta bene da dietro è Alex Rins, scattato 20° e 13° al terzo passaggio. Non riesce a fare il vuoto l'italiano, che però potrebbe essere in gestione, potendo contare anche sulla potenza della Desmosedici in rettilineo, grazie alla quale riesce a non farsi attaccare da Marquez.

VEDI ANCHE



MARQUEZ C'È, MILLER NO La gara procede senza scossoni nei primi giri, con Bagnaia bravo sul ritmo ma impossibilitato a scrollarsi Marquez e Miller di dosso, anzi, lo spagnolo si fa sentire siglando un giro a ridosso del record della pista in 1'48''1. Dietro, intanto, dopo qualche giro di resistenza, Quartararo deve cedere la posizione a un pimpante Iker Lecuona, migliore delle KTM e settimo nella prima fase di gara, ma anche a Brad Binder, mentre con Bastianini il francese ingaggia una bella battaglia riuscendo a tenerlo dietro. Davanti Bagnaia e Marquez staccano Miller che a 12 giri dal termine fa un errore e si fa infilare da Aleix Espargarò e Joan Mir in un colpo solo. Quest'ultimo approfitta del riavvicinamento per prendersi anche la terza piazza virtuale, sopravanzando il connazionale dell'Aprilia.

MIDFIELD SELVAGGIO! Si entra nella seconda metà di gara con Bagnaia e Marquez davanti, i soli capaci di girare sul 48 e mezzo, con un solco di 3''-4'' su Mir, seguito da vicino da Aleix Espargarò e Miller. Dietro danno spettacolo Quartararo, Bastianini e Nakagami, ingarellati tra loro per la nona posizione, mentre davanti Martin deve guardarsi le spalle dalle due KTM di Lecuona e Binder, come sempre fortissime nella seconda metà di gara e Marquez è sempre più minaccioso su Bagnaia. Il vantaggio dello spagnolo è che ha avuto la possibilità di studiare le traiettorie e il comportamento della Ducati per tutta la gara, costruendosi in mente la strategia ottimale per il finale di gara. A 8 giri dal termine lo spagnolo è già minaccioso nel codone della Ducati numero 63.

BATTAGLIA FINALE A 7 giri dal termine Binder supera Martin e Lecuona commette un errore, facendosi passare sia da Quartararo - che torna ottavo - che da Bastianini. A sei, invece, l'attenzione si sposta davanti con Marquez che tallona a ogni curva Bagnaia, il quale non si scompone e prosegue con le sue traiettorie. Per il terzo posto restano i soli Mir e Aleix Espargarò a giocarsela, con Jack Miller quinto e ormai staccato dai due spagnoli. Mentre a centro gruppo Bastianini riesce finalmente a superare Quartararo, la bagarre tra i primi due non si scatena prima di 3 giri dalla conclusione. Nel terzultimo giro Marquez incrocia una prima volta le traiettorie con Bagnaia che gliela rende subito. Accade di nuovo alla 12, stesso copione.

VITTORIA!!! Gli ultimi due giri sono al cardiopalmo, Marquez ci prova a ogni curva e Pecco risponde colpo su colpo! A ogni curva, per ogni giro, le traiettorie si incrociano di continuo fino all'errore decisivo dello spagnolo che fa prendere il gap minimo a uno straripante Bagnaia! ECCOLA LA PRIMA VITTORIA! Bravissimo Bagnaia che vince ad Aragon alla maniera di Dovizioso, rispondendo colpo su colpo al più forte della storia! Bravissimo anche Marc Marquez, che a fine gara si tocca il braccio infortunato al quale ha chiesto tutto! Sul podio finisce anche Joan Mir, davanti ad Aleix Espargarò e Jack Miller mentre dietro di loro una bellissima battaglia è stata oscurata dai due protagonisti: Enea Bastianini ha passato Martin e Binder, prendendosi una grandissima sesta posizione! Fabio Quartararo alla fine limita i danni e chiude ottavo, passando anch'esso Martin. 15° Petrucci, 

Clicca qui per tutti i risultati del weekend del Gran Premio di Aragona


Pubblicato da Simone Valtieri, 12/09/2021

Tags
AragonMotoGP 2021
Logo MotorBox