Listino prezzi BMW K 1600 (MY 2022)

BMW K 1600

L' ammiraglia della Casa Bavarese vanta un motore sei cilindri in linea che fa della regolarità di funzionamento il suo punto di forza. Un peso massimo, incastonato in una ciclistica eccellente

MY 2022 A partire da 27.290 €
Scheda tecnica
Marca / ModelloBMW K 1600
Prezzi a partire da: 27.290 €
Omologazione: Euro4
Valutazione Media:
PRO

Motore: il 6 cilindri è un capolavoro d'ingegneria... e che sound!

Comfort: si viaggia nel lusso, una volo in business potrebbe essere meno confortevole

Tecnologia: ora è al vertice della categoria, connettività, radio e navigazione integrata... ci fosse anche il radar per il cruise sarebbe al top.

CONTRO

Peso: Inutile girarci attorno... il peso c'è e si avverte, ma solo nelle manovre da fermo. La retro aiuta ma le inversioni restano momenti ad alta tensione

Prezzo: è una top di gamma e come tale il prezzo di listino è alto, peccato però che per avere il top bisogna per forza attingere al catalogo accessori. 

Quale versione scegliere

La GTL è per chi sceglie il confort più totale; la GT è più agile e coinvolgente alla guida; B e Grand America hanno stile USA ma dinamica di guida moderna

Quale colore scegliere

Le Option 719 sono care ma hanno tanto fascino, se potete spendere non c'è dubbio. Sulla B c'è l'inedita tecnica del trasferimento ad acqua

Listino BMW K 1600
Com'è la K 1600?

Lussuosa anche negli allestimenti entry level (con le Option 719 si sfiora l'opulenza) la K 1600 è una moto d'alta gamma: ben rifinita e ricca nella dotazione, anche se nemmeno lei sfugge alla logica dei pacchetti optional, qui però meno "indispensabili". Il motore 6 cilindri è stato aggiornato per ottemperare alle normative Euro 5, con l'occasione ne è stato migliorato anche il funzionamento: la potenza massima è sempre di 160 CV, ma viene raggiunta 1.000 giri prima, mentre il picco di coppia è di 180 Nm. Le dimensioni importanti lasciano poco spazio all'immaginazione, la K 1600 non è certo un fuscello: si va dai 340 ai 370 kg con il pieno di carburante. La tecnologia fa un balzo in avanti, c'è la connettività completa con lo smartphone e un'ampio e luminoso display TFT al centro della plancia. Migliora l'impianto audio, ora si riesce ad ascoltare musica o radio anche al di sopra dei 120 km/h. A livello tecnico viene confermata l'accoppiata Duolever/Paralever, ma il Dynamic ESA Next Gen garantisce la regolazione automatica del precarico. La dotazione turistica è al top, di serie borse laterali, selle e manipole riscaldabili e parabrezza regolabile elettricamente su tutte le versioni. Manca il radar per il cruise control adattivo, scelta fatta da BMW per non penalizzare il nuovo faro anteriroe full LED. Quattro le versioni: la sportiva GT, la lussuosa GTL e le americane B e Grand America

Come va la K 1600?

Il comfort, il buon dinamismo e il comportamento del motore sono punti in comune per tutte le versioni. In autostrada si viaggia a passo spedito e ben protetti, si crea qualche vortice solo quando il plexi è nella posizione più alta. Nonostante la mole sia importante, basta percorrere qualche metro per rendere maneggievoli questi pesi massimi, il merito va dato all'ergonomia riuscita e al baricentro molto basso. Il motore caratterizza l'esperienza di guida: fluido, pastoso ed esente da vibrazioni. Non è un fulmine a prendere i giri ma la spinta è incessante fin da poco oltre il regime minimo di rotazione. Superati i 5.000 giri il sound graffiante e rabbioso diventa protagonista... sembra quasi quello di una M3. Tra le curve si può viaggiare a passo tranquillo o sfruttare la ciclistica: più stabile che agile, meglio al guida rotonda a quella con il coltello tra i denti. 

Logo MotorBox