Video anteprima

Alfa Romeo Tonale, cambio di Passo. Tutto sul SUV della svolta. Video


Avatar di Lorenzo Centenari , il 08/02/22

3 mesi fa - Fedele al design della concept, due volte ibrida: tutto sul C-SUV Alfa

Fedele al design della concept, due volte ibrida (anche plug-in). Dimensioni, interni, data di lancio: tutto sul C-SUV Alfa Romeo

Dopo una salita, segue sempre la discesa. In mezzo, una provvidenziale sosta al Passo. Ed è proprio “passo” la parola chiave dell’Alfa Romeo che per tre lunghi anni si è fatta desiderare (prima apparizione: Ginevra 2019), si è attardata tra i tornanti di una strada impervia e che ora finalmente squarcia il buio dell’inverno, raggiunge la tappa della world premiere,(clicca qui per riguardare la cerimonia del reveal) e come un fiore annuncia la bella stagione. Quella che si augurano di assaporare Alfa e la sua base di discepoli. Tonale è pronta, eccola qui. Dopo tante peripezie, il percorso inverte la pendenza. L’adrenalina è libera di scorrere veloce verso valle. Clicca Play sulla foto di copertina e scoprila anche nella nostra video anteprima.

Alfa Romeo Tonale: finalmente! Alfa Romeo Tonale: finalmente!

LE DIMENSIONI

Tonale come il Passo omonimo, dall’altitudine inferiore al Passo dello Stelvio, proprio come il nuovo SUV compatto Alfa Romeo si posiziona uno scalino sotto, come dimensioni, al fratellone. Prendiamo intanto le misure: 4 metri e 53 di lunghezza, ovvero 15 cm in meno di Stelvio. Più corto, ma anche leggermente più basso, 1 metro e 60, e più stretto, 1 metro e 84. Il passo, sempre lui, lo decliniamo ora in senso meccanico: 2 metri e 63, come Jeep Compass, collega di Gruppo Stellantis dalla quale Tonale chiede in prestito la piattaforma Small Wide. Ma soltanto quella: tutto il resto nasce nei laboratori Alfa. Per poi essere moltiplicato su larga sala nello stabilimento di Pomigliano d’Arco, un luogo cioè che col Biscione ha un legame speciale. 

GLI ESTERNI

Tonale, i fari anteriori ''a sinusoide'' Tonale, i fari anteriori ''a sinusoide''

Un design al passo coi tempi e soprattutto, come promesso, in larghissima parte fedele a quello della concept, oltre che alla tradizione Alfa. Sopravvivono, in particolare, i caratteristici fari anteriori con tre lampade per lato - che fanno molto SZ Zagato - e con la firma luminosa Matrix LED a disegnare una sinusoide. E un’onda è anche l’immagine restituita dai gruppi ottici posteriori, collegati tra loro da una striscia luminosa che trafigge il badge Alfa Romeo.

I fari posteriori I fari posteriori

HERITAGE Specchi retrovisori a parte, ora di stampo convenzionale anziché le due telecamere del prototipo, fatta eccezione inoltre per le maniglie a scomparsa, ora in rilievo, pressoché invariata appare pure la fiancata, cerchi ruota a cinque fori inclusi. Il cofano leggermente gonfio, la linea del tetto dolcemente inclinata all’indietro, una schiena possente, quella linea di cintura che richiama la silhouette di una certa Giulia GT del passato: più Alfa di così, si muore.

GLI INTERNI

Volante compatto, sedili ergonomici, bocchette del clima a turbina. E sul tunnel, l’immancabile selettore DNA per le modalità di guida. Di squisita ispirazione sportiva pure l’abitacolo, orientato al guidatore ma premuroso anche nei confronti dei passeggeri. L’impiego di pelle, alluminio e Alcantara si associa a un buon grado di tecnologia. Il quadro strumenti digitale da 12,3 pollici ripropone la classica forma a cannocchiale, mentre al centro sbuca un moderno display touch da 10,25 pollici come appoggiato sulla plancia.

Tonale, gli interni Tonale, gli interni

HI-TECH ALFA Un passo avanti ad ogni altra Alfa Romeo lo muove proprio l’infotainment, ora con sistema operativo Android: più intuitive le logiche di navigazione tra i vari menù, inoltre non mancano connettività senza fili (di serie) per i protocolli Apple CarPlay ed Adroid Auto, aggiornamenti over-the-air, ma soprattutto l’integrazione con l’assistente vocale Amazon Alexa. Ogni funzione a portata di voce, tranne che cambiare marcia: quella, grazie alle grandi orecchie in alluminio solidali al piantone del volante, è a portata del dito indice.

Il display centrale da 10,25 pollici Il display centrale da 10,25 pollici

LA GAMMA MOTORI

La transizione ecologica incombe: Tonale affretta il passo, ecco la prima Alfa Romeo di sempre a propulsione ibrida. Due le declinazioni, sempre di ispirazione Compass (e Renegade), ma con modifiche ad personam: Hybrid e Plug-in Hybrid, cioè ibrido ricaricabile.

VEDI ANCHE



HYBRID Nella versione più soft, a vestire ibrido è un 1.5 a benzina da 160 cv con turbo a geometria variabile messo a punto in esclusiva solo per Tonale, da qui la sigla Hybrid VGT. Il 1.5 è abbinato a trasmissione automatica doppia frizione a 7 marce TCT e assistito da rete elettrica 48 volt con motorino elettrico integrato da 15 kW e 55 Nm, valori sufficienti per muovere l’auto anche quando il propulsore a combustione interna è spento. In partenza da fermo, alle basse velocità e in fase di veleggio. Il 1.5 Hybrid sarà disponibile anche in formato ridotto con potenza da 130 cv.

Alfa Romeo Tonale: Hybrid e Plug-in Hybrid Alfa Romeo Tonale: Hybrid e Plug-in Hybrid

PLUG-IN HYBRID Ma il fiore all’occhiello è Tonale Plug-in Hybrid Q4, il non plus ultra della tecnologia e delle prestazioni. Un dato su tutti: 0-100 km/h in 6 secondi e 2. Il sistema trasmette moto alle ruote anteriori tramite il 1.3 turbo benzina MultiAir, mentre l’asse posteriore si connette ad un motore elettrico, esprimendo così uno schema di trazione integrale misto elettrico-meccanico. La potenza di sistema ammonta a 275 cv, cioè 35 cv in più di quelli espressi da Renegade e Compass 4xe. Tonale Plug-in candidato al titolo di SUV più sportivo della sua categoria, ma ai vertici anche per efficienza: rispetto alle cugine a marchio Jeep, batteria da 15,5 kWh anziché 11,4 kWh e autonomia teorica di oltre 60 km (cioè circa 10 km in più) in modalità 100% elettrica nel ciclo combinato, di 80 km - cosi sostiene Alfa - nell’uso cittadino. Mediante quick charger da 7,4 kW (cioè la potenza massima accettata dal sistema), la batteria si ricarica completamente in 2 ore e mezza circa.

DIESEL Non solo ibrida: completa la gamma il nuovo diesel 1,6 litri da 130 cv e 320 Nm di coppia, in abbinamento al cambio automatico doppia frizione a 6 marce e alla trazione anteriore.

IL TELAIO

Jean Philippe Imparato fu chiaro: in fatto di dinamica di guida, tra i crossover di segmento C, Tonale sarà il nuovo punto di riferimento. E allora: distribuzione delle masse perfettamente equilibrata tra avantreno e retrotreno, sterzo ultradiretto (rapporto di 13,6), sospensioni anteriori McPherson indipendenti con ammortizzatori FSD (Frequency Selective Damping) e a richiesta anche con smorzamento a controllo elettronico Dual Stage Valve. Per le versioni a due ruote motrici, differenziale anteriore autobloccante elettronico. E per fermarsi in un fazzoletto, impianto frenante elettromeccanico brake-by-wire, come su Giulia, qui con pinze fisse Brembo a 4 pistoncini, dischi anteriori autoventilanti e dischi pieni al posteriore. Uno dietro l’altro, sono tutti inviti a scatenarla pure in pista.

Per Tonale, una dinamica di guida oltre la media Per Tonale, una dinamica di guida oltre la media

LE TECNOLOGIE

Ma è nel traffico che Alfa Romeo Tonale trascorrerà buona parte della sua esistenza. E così, a beneficio della sicurezza propria e degli altri utenti della strada, ecco un pacchetto di sistemi di assistenza alla guida di Livello 2: Adaptive Cruise Control, Lane Centering per il mantenimento al centro della corsia, inoltre Traffic Jam Assist per l’assistenza alla marcia in colonna. Completano l’arsenale di aiuti elettronici frenata di emergenza, monitoraggio sonnolenza conducente, sorveglianza angoli cechi, assistenza alla retromarcia e telecamera di parcheggio a 360° con griglia dinamica.

Il quadro strumenti ''a cannocchiale'' Il quadro strumenti ''a cannocchiale''

NFT Una premiere nella premiere: Tonale anche il primo modello al mondo equipaggiato di certificato digitale NFT (Non-fungible Token per i meno avvezzi), un registro virtuale secretato sul quale verranno riportati tutti i dati sulla vita della vettura, generando così una certificazione che potrà essere utilizzata come garanzia del buono stato di conservazione, supportandone di conseguenza il valore residuo sul mercato dell’usato.

DATA DI LANCIO, PREZZI

Nuova Alfa Romeo Tonale, porte aperte il 4 giugno 2022 Nuova Alfa Romeo Tonale, porte aperte il 4 giugno 2022

Ma di pensare a rivenderla, ci sarà tutto il tempo. Ora è il momento di pensare seriamente di portarne a casa un esemplare nuovo di zecca. A voi. Alfa Romeo Tonale ufficialmente in vendita dal 4 giugno 2022, con gli ordini della Edizione Speciale che si apriranno in ogni caso già ad aprile. Una volta a regime, due allestimenti: Super (più sportivo) e Ti, l’eleganza allo stato dell’arte. Il listino non è ancora noto: soglia di partenza, presumibilmente, attorno ai 35.000 euro, con la versione plug-in che dovrebbe avvicinarsi a quota 50.000 euro.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 08/02/2022
Tags
Gallery
Listino Alfa Romeo Tonale
Allestimento CV / Kw Prezzo
Tonale 1.5 130 CV DDCT7 Hybrid Speciale 130 / 96 39.000 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Alfa Romeo Tonale visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Alfa Romeo Tonale
Vedi anche
Logo MotorBox