NULLA OSTA Si inizia a parlare di Tonale in chiave sempre più concreta. Dopo la sbornia di Ginevra e di Torino - Parco Valentino, ora la conferma che il Suv compatto troverà casa a Pomigliano d'Arco, stabilimento sul quale il Gruppo FCA avrebbe pianificato un monte investimenti da non meno di 1 miliardo di euro. Sul futuro produttivo di Tonale, nessuno ha mai nutrito seri dubbi. Ora però c'è la certezza, il fratellino della Stelvio non è solo un esercizio di design. E dal 2021 (questa la scadenza individuata per lo start dell'assemblaggio in serie vero e proprio), da concept si trasformerà in prodotto per la vendita. 

SALVATORE DELLA PATRIA In realtà i rappresentanti sindacali, nell'esprimere soddisfazione per il piano FCA di investimento sulla fabbrica di Pomigliano (in seguito alla momentanea proroga della cassa integrazione straordinaria), non avrebbero citato espressamente il nome di Tonale. Limitandosi al termine generico di "sport utility compatto fascia premium". Ma non serve essere un indovino, per capire come l'unico Suv premium di segmento C in cantiere sia soltanto lei, l'auto attraverso la quale il Biscione tenterà di rientrare in partita, sul mercato italiano così come in quello internazionale. 

FEBBRE ALFA I lavori per la conversione delle linee comincereanno tra circa 18 mesi, e secondo le intezioni FCA, riporteranno Pomigliano al regime di piena occupazione. Alfa Tonale, ma non solo. Il sito campano sarebbe stato individuato come la location naturale anche per la produzione di Fiat Panda ibrida, modello del quale torneremo a trattare in seguito in modo più approfondito. Ci premeva ora fugare gli equivoci, l'Alfa "Cuv" si fa ed è solo una questione di pazienza. Breve ripasso di tecnica: lunghezza di 4 metri e 40, pianale Jeep Compass, interni digitalizzati (ed era ora), motorizzazioni diesel, benzina e ibrida plug-in. Ti aspettiamo con ansia.


TAGS: alfa romeo suv compatti pomigliano d'arco alfa romeo tonale