Daniele Zeri
Pubblicato il 29/07/20

ULTIMI CAPITOLI La lotta per il primo titolo virtuale della serie femminile W-Series Esports League sta entrando nel vivo e il settimo round sul veloce e tecnico circuito di Suzuka si è finora rivelato tra i più spettacolari eventi di simulazione che abbiamo avuto modo di seguire in questo strano 2020. Beitske Visser, la pilota inizialmente più esperta sulla piattaforma di iRacing, ha visto l'ascesa di due rapide contendenti in Irina Sidorkova e Marta Garcia. La spagnola, in particolare, ha iniziato a mettere pressione a quella che sembrava una dominatrice indiscussa fino a poche settimane fa, diventando una reale sfidante al titolo.

W Series Esports, Suzuka, incidente di Beitske Visser in gara 2

DUE OSPITI IN GRIGLIA In seguito alla ripartenza della maggior parte dei campionati reali e alla graduale riduzione della griglia della serie virtuale, l'organizzazione della W-Series ha optato per l'aggiunta di due guest-starters per il round giapponese – Hannah Grisham e Gabriela Jilkova – entrambe partecipanti alle selezioni di Almeria lo scorso settembre. La Jilkova, anche conosciuta con il soprannome di “Quick Gabi”, è un volto particolarmente noto nell'ambiente del simracing e ha dunque rappresentato un buon termine di paragone tra valori virtuali e reali.

WSeries-Esports,-Suzuka

SI RINNOVA LA LOTTA AL VERTICE Nella prima qualifica, l'immancabile Visser è sembrata lasciarsi alle spalle la pressione e ha conquistato una pole position di autorità su Marta Garcia, Irina Sidorkova e Caitlin Wood, sempre veloce sul giro singolo. Allo spegnimento dei semafori, le tre rivali per la lotta al campionato hanno avuto un ottimo spunto e sono arrivate quasi affiancate alla doppia-destra della prima curva: Garcia si è inserita il comando, mentre un leggero contatto tra Visser e Sidorkova ha presto spedito la giovanissima russa nella ghiaia con un danno all'ala anteriore. Dietro di loro, Tasmin Pepper, Belen Garcia, Naomi Schiff, Emma Kimilainen e Jessica Hawkins venivano coinvolte in diversi incidenti, mentre Ayla Agren e Nerea Marti si scambiavano ripetutamente posizione in un'accesa battaglia per il quarto posto.

W Series Esports, Suzuka, lotta tra Marta Garcia e Beitske Visser

ARRIVO AL FOTOFINISH Dopo i primi giri, Marta Garcia guidava la classifica davanti a Beitske Visser, con il duo di testa subito in grado di aprire un gap di oltre tre secondi sulla prima inseguitrice, l'australiana Caitlin Wood. Giro dopo giro, la lotta per la leadership si è tramutata in una vera e propria battaglia mentale per il titolo: Visser, affiancatasi sul rettilineo che porta alla 130R, ha eseguito un soprasso incredibile all'esterno della mitica curva – restituito un giro più tardi dalla Garcia. Dopo 15 minuti di puro intrattenimento, Visser ha avuto una migliore uscita dall'ultima curva e si è affiancata sul rettilineo di arrivo con l'intento di strappare la vittoria al fotofinish, ma Marta Garcia è riuscita a tagliare il traguardo con un vantaggio di appena 3 millesimi di secondo – ironicamente, ad un anno esatto di distanza dalla famosa gara con griglia invertita di Assen, terminata con la stesso margine tra Megan Gilkes e Alice Powell.

W Series Esports, Suzuka, arrivo al fotofinish tra Marta Garcia e Beitske Visser in gara 1

BELEN IN POLE, BEITSKE SUBITO OUT In seguito all'inversione completa di griglia, la seconda gara ha visto Belen Garcia partire dalla prima casella di partenza dopo la sfortunata prestazione di gara 1. A fianco della pilota di Barcellona si è schierata un'altra debuttante, la brasiliana Bruna Tomaselli, davanti alla pilota di casa Miki Koyama. Garcia e Tomaselli hanno avuto un ottimo spunto e hanno immediatamente guadagnato terreno sulle inseguitrici, mentre nuovi contatti a centro gruppo hanno ancora tolto dai giochi Schiff, Hawkins, Kimilainen e Moore. Stessa sorte è toccata poco dopo alla Koyama e, con un colpo di scena, alla leader di classifica Beitske Visser, andata contro le barriere nelle fasi iniziali.

W Series Esports, Suzuka, partenza di gara 2

VINCE (L'ALTRA) GARCIA Mentre la pilota olandese perdeva tempo prezioso con le riparazioni ai box, Marta Garcia ha tentato la rimonta per guadagnare più punti possibili sulle avversarie. La diciannovenne valenciana ha tuttavia dovuto lottare con Abbie Eaton e Nerea Marti, alle quali si è unita anche Caitlin Wood. Quando la Marti è stata vittima di un errore nella sezione delle “Esse”, Garcia ha sorpassato Eaton e ha presto raggiunto Tasmin Pepper in quarta posizione. Davanti, Belen Garcia ha continuato a guidare il gruppo grazie ad una prestazione impeccabile ma ha dovuto guardarsi dal rientro di una notevole Gabriela Jilkova, seconda dopo i sorpassi su Pepper, Agren e Tomaselli. Separate da meno di un secondo al traguardo, Belen Garcia ha comunque conquistato la sua prima vittoria nella serie, davanti a Jilkova e Agren.

W Series Esports, Suzuka, Belen Garcia vince gara 2

SUZUKA DA DIMENTICARE PER SIDORKOVA Marta Garcia, quarta al traguardo nella gara a griglia invertita, ha continuato il momento di forma anche nella seconda qualifica, mantenendo la pole position provvisoria fino agli ultimi istanti quando Beitske Visser è tornata davanti a tutte grazie ad un giro record di 1:59.094. Alla partenza, la 25-enne olandese ha subito coperto l'interno per difendersi dallo spunto di Marta Garcia, mentre un altro incidente terminava il round disastroso di Irina Sidorkova, ancora una volta fuori alla prima curva dalla terza posizione – questa volta coinvolgendo anche Gabriela Jilkova e Caitlin Wood.

MARTA VINCE, BEITSKE SBAGLIA ANCORA Dopo il primo giro, Visser guidava il gruppo davanti a Garcia, Pepper e Marti, ma la lotta per la prima posizione non si è fatta attendere e, come in gara 1, le due star del campionato hanno dato spettacolo con una serie infinita di sorpassi sul difficile tracciato giapponese. Solo un leggerissimo contatto tra le protagoniste indiscusse ci ha privato di un ulteriore arrivo mozzafiato: Beitske Visser ha accusato un danno all'ala anteriore, che ha permesso a Marta Garcia di volare indisturbata verso la vittoria. Visser, in difficoltà a causa del danno, è finita nel mirino di Tasmin Pepper e Nerea Marti, le quali hanno sopravanzato la vicecampionessa della stagione 2019 negli ultimi giri, relegandola alla quarta piazza. Una penalità post-gara, però, ha retrocesso Tasmin Pepper di cinque secondi, restituendo il podio alla Visser.

WSeries Esports, Suzuka, Marta Garcia in lotta con Abbie Eaton in gara 2

IMPRESA DIFFICILE MA NON IMPOSSIBILE ''Suzuka è una pista molto tecnica che non conoscevo prima di iniziare gli allenamenti.'' - ha spiegato la vincitrice. ''Ho trascorso diverso tempo alla Sirio Academy che mi sta aiutando a migliorarmi al simulatore e questo mi ha reso competitiva. Spero di continuare questo progresso nel prossimo round a Mount Panorama, Bathurst. È un altro circuito che non conosco ma ho sentito che è veramente difficile e con molte barriere, quindi devo stare attenta''. Con i risultati di questa settimana, Marta Garcia si porta in seconda posizione in classifica, con 51 punti di distacco da Beitske Visser. Sidorkova scivola in terza posizione, a 22 punti dalla pilota spagnola. ''Arrivare al secondo posto nella W Series Esports League è fantastico, ma fare di meglio e raggiungere Beitske in cima alla classifica sarà davvero difficile dato che arriva sempre tra le prime. Sono rimasti tre round, quindi non è impossibile e farò del mio meglio.''


TAGS: suzuka esports W Series W-Series Beitske Visser W-Series 2020 Marta Garcia Belen Garcia Sidorkova