Daniele Zeri
Pubblicato il 06/08/20

OTTAVO ROUND A BATHURST Sul mitico circuito australiano di Bathurst, la W-Series Esports League entra negli ultimi tre appuntamenti della stagione interamente virtuale, con la lotta sempre più accesa tra Beitske Visser e Marta Garcia.Il celebre tracciato di Mount Panorama – un test particolarmente impegnativo per i piloti virtuali tanto quanto per quelli reali – è stato teatro di tre gare entusiasmanti, con l'olandese Beitske Visser costantemente sotto pressione per rimonta in campionato della giovane Marta Garcia, la quale aveva sopravanzato la stella delle gare iniziali Irina Sidorkova a Suzuka. A Bathurst, una sola pilota poteva inoltre contare sulla conoscenza diretta del circuito: l'australiana Caitlin Wood – tra le più veloci protagoniste ancora a quota zero vittorie.

WSeries Esports, Bathurst, Beitske Visser lotta con Marta Garcia in gara 3

GESTIRE LA PRESSIONE Beitske Visser si è subito liberata della pressione conquistando la pole position nella gara di apertura della serata, mentre proprio Wood e Garcia si alternavano al secondo posto nei minuti finali della sessione. Un testacoda della spagnola all'ultimo tentativo ha definitivamente consegnato la pole alla rivale in campionato, la quale si è portata in testa nei primi metri dopo la partenza. Grazie alla sua migliore uscita da curva 1, però, Marta Garcia è stata in grado di affiancare la Visser nella salita di Mountain Straight, guadagnando la testa alla seconda curva e riaccendendo ancora una volta la lotta per il titolo. Dopo il primo giro, Garcia guidava il gruppo con oltre un secondo di vantaggio su Visser, altrettanto impegnata a doversi guardare dagli attacchi di Caitlin Wood e Nerea MartiDopo il round sfortunato di Suzuka, è continuata la serie di risultati negativi per Irina Sidorkova, subito fuori per un contatto nei primi metri di gara. Altri incidenti hanno coinvolto Alice Powell – che faceva il suo rientro nel campionato dopo due settimane di assenza – e Tasmin Pepper.

WSeries Esports, Bathurst, Marta Garcia vince gara 1

VISSER IN DIFFICOLTÀ Ma tutti gli occhi erano puntati sulle prime quattro posizioni: se Garcia avanzava indisturbata, Visser ha potuto tirare il fiato solo dopo che il gruppo di testa si è imbattuto nei primi doppiaggi, quando Nerea Marti ha iniziato ad attaccare con più veemenza la terza classificata Caitlin Wood. Nei minuti finali si è assistito ad una bella lotta anche tra la vincitrice della seconda gara di Suzuka Belen Garcia e la norvegese Ayla Agren – battaglia infine vinta dalla catalana grazie ad un sorpasso all'ultima curva che le è valso il quinto posto. Dopo i primi 15 minuti di gara, Marta Garcia ha continuato la sua striscia vincente e ha tagliato il traguardo con tre secondi di vantaggio su Beitske Visser – che ha visto il suo gap in classifica nuovamente assottigliarsi. “Nella prima gara ho avuto una buona partenza ma la mia uscita da curva 1 non è stata altrettanto buona e Marta mi ha passato” - ha commentato la leader del campionato. “Ho cercato non non fare errori, ma Marta era troppo veloce e non ho potuto fare nulla”. Caitlin Wood ha battuto Nerea Marti al fotofinish per il gradino più basso del podio, davanti a Belen Garcia, Ayla Agren e Bruna Tomaselli.

WSeries Esports, Bathurst, Caitlin Wood terza al fotofinish su Nerea Marti

SIDORKOVA OPPORTUNISTA “Sono stata sfortunata nella prima gara, ho avuto un incidente alla seconda curva, non so bene di chi sia stata la colpa” - ha dichiarato Irina Sidorkova dopo la sua prima gara da incubo. “Ma questo ha fatto in modo che partissi dalla pole position per la seconda gara e il piano era il solito delle settimane scorse: fare una buona partenza e continuare senza errori. Ed è stato esattamente ciò che la diciassettenne russa ha fatto: allo spegnimento delle luci, Sidorkova ha bruciato la concorrenza e si è portata in tesa senza più guardarsi indietro, lasciando a Gosia Rdest, Emma Kimilainen e a Tasmin Pepper la lotta per la seconda posizione. Nella difficile sezione di curve veloci in salita, però, Kimilainen ha innescato una carambola che ha coinvolto anche Alice Powell.

WSeries Esports, Bathurst, Irina Sidorkova

DIFFICILE RIMONTA Partita dall'ultima piazza, Marta Garcia ha presto rimontato fino ai piedi della top-10, ma un contatto a centro gruppo le ha danneggiato l'ala anteriore – influenzando notevolmente la guidabilità della sua vettura. Occasione perfetta per il riscatto di Beitske Visser, la quale questa volta ha recuperato posizioni su posizioni fino alla quinta piazza. Davanti, Sidorkova ha controllato in scioltezza e tagliato il traguardo davanti a Tasmin Pepper e a Nerea Marti, autrice di uno splendido sorpasso su Fabienne Wohlwend all'ultimo giro. Nonostante i problemi, Marta Garcia è comunque riuscita nell'impresa di concludere la gara a griglia invertita in sesta posizione, appena dietro alla rivale. ''Ho avuto una partenza perfetta e un vantaggio di cinque secondi all'inizio, il che è stato positivo perché Tasmin [Pepper] era un po' più veloce di me, ma avevo abbastanza margine'', ha spiegato Sidorkova, alla sua quarta vittoria di tappa. ''Gli ultimi round sono stati davvero difficili perché ho anche ricominciato l'attività in pista nel campionato russo per vetture turismo. Ciò ha limitato i miei allenamenti al simulatore e ha influito sui miei tempi sul giro, ma lavorerò il più possibile per finire al meglio la stagione della W-Series Esports League''.

WSeries Esports, Bathurst, Tasmin Pepper in gara 2

SUL FILO DEI CENTESIMI Le qualifiche della feature race hanno inizialmente visto il vantaggio di Marta Garcia, prima che Beitske Visser si riprendesse la scena grazie ad un giro più veloce di appena un decimo di secondo. In una delle qualifiche più combattute della stagione, le due protagoniste si sono alternate in cima alla classifica fino all'ultimo secondo, prima della stoccata finale dell'olandese. Caitlin Wood e Nerea Marti hanno nuovamente condiviso la seconda fila, battendo Tasmin Pepper nell'ultimo tentativo.

WSeries Esports, Bathurst

GLI ERRORI DI MARTA Al via, si è assistito ad un replay di gara 1 – con Visser davanti fino all'uscita della prima curva, poi attaccata da Marta Garcia alla salita di Mountain Straight. Questa volta, però, Visser ha difeso meglio l'interno di curva 2, costringendo Garcia a rimandare l'attacco. Che non si è fatto attendere: dopo il lungo rettilineo che porta verso l'ultima chicane, Marta è uscita dalla scia e ha tentato il sorpasso in staccata nel celebre tratto denominato “The Chase”, ma ha mancato la frenata – finendo in ghiaia e in fondo alla gruppo. Senza più rivali al vertice, Beitske Visser ha chiuso il primo giro davanti a Nerea Marti, Tasmin Pepper e Caitlin Wood, continuando ad aumentare il proprio margine di vantaggio sulle inseguitrici giro dopo giro. Dopo l'errore, Marta Garcia ha trovato sulla sua strada una cliente difficile come Irina Sidorkova, la quale è finita fuori pista in seguito ad un duro contatto ad alta velocità.

WSeries Esports, Bathurst, Marta Garcia finisce in ghiaia, gara 3

UNA VITTORIA DI MORALE La terza gara della serata è stata di gran lunga la più divertente: Sarah Moore, Caitlin Wood – poi finita a muro – e Ayla Agren hanno movimentato le lotte ai margini della top-5, mentre Visser amministrava un discreto vantaggio su Marti e Pepper, entrambe ancora una volta a podio. Una scatenata Marta Garcia è riuscita a limitare i danni e a riportarsi in quarta posizione ma, quando sembrava poter addirittura afferrare l'ultimo gradino del podio a due giri dalla fine, è finita in testacoda in seguito ad un contatto con Pepper. Visser ha tagliato il traguardo da vincitrice – rompendo un'assenza di cinque gare – e ha esteso il vantaggio in classifica iridata alla vigilia degli ultimi due appuntamenti di Nurburgring e Silverstone. ''Andare a prendere Beitske in cima alla classifica sembra ora molto difficile, quasi impossibile'' - ha detto Marta Garcia dopo lo sfortunato risultato. ''Ma continuerò a fare del mio meglio negli ultimi due round. Il primo di questi sarà al Nürburgring Nordschleife, non vedo l'ora di guidare su un circuito così iconico la prossima settimana e mi eserciterò duramente al simulatore.”


TAGS: suzuka bathurst esports W Series W-Series Beitske Visser W-Series 2020 Marta Garcia Belen Garcia Sidorkova