Pubblicato il 08/08/20

CAMBIARE QUALCOSA Nel corso del consueto appuntamento del venerdì di Mario Isola con la stampa, il responsabile del Motorsport Pirelli ha spiegato perché si è scelto di portare per il GP del 70° Anniversario delle mescole più morbide rispetto a quelle che del GP della Gran Bretagna di domenica scorsa, una decisione che ha fatto discutere. Questo perché a Silverstone nella prima gara abbiamo assistito a molti cedimenti nel finale (Hamilton, Bottas, Sainz) e dunque portare mescole ancora più morbide ha scaricato addosso alla casa milanese le critiche dei team. Isola però, ci ha giustamente tenuto a sottolineare che questa non è stata una decisione della Pirelli, ma una scelta di FIA e FOM.

F1 GP Gran Bretagna 2020, Silverstone: Lewis Hamilton (Mercedes) con l'anteriore sinistra a terra

RICHIESTA FIA ''Capisco il punto di vista dei piloti, quando spingono non vogliono dover risparmiare la gomma, ma questa non è stata una decisione della Pirelli'' - ha sottolineato Isola - ''È stata una richiesta di FIA e F1 per aumentare lo spettacolo e fare qualcosa di differente tra gara-1 e gara-2. A dire il vero ci hanno fatto la stessa richiesta per l'Austria, ma in quel caso non eravamo in grado di fornire gomme differenti soltanto perché la richiesta è arrivata molto tardi. Anche a Spielberg avremmo dovuto portare gomme uno step più morbide. Questo è un elemento addizionale che aggiunge imprevedibilità al weekend, ma è anche una sfida in più per i piloti che dovrnano gestire queste gomme''.

F1 GP Ungheria 2020, Budapest: le gomme Pirelli P-Zero Soft, Medium e Hard

NESSUNA LIMITAZIONE Il manager italiano ha spiegato anche per quale motivo la Pirelli non vuole raccomandare un chilometraggio massimo per le gomme di questo specifico weekend: ''La ragione per cui abbiamo deciso di non imporre alcun limite al chilometraggio di ogni mescola è che ogni auto è diversa e ogni pilota è diverso, e l'importante per la Formula 1 ora per lo show è la possibilità per i team di pianificare differenti strategie. Se avessimo fornito delle limitazioni, tutti si sarebbero appiattiti sulla stessa strategia. Quello che noi facciamo è dare delle informazioni chiare ai team tramite i nostri ingegneri, i risultati delle analisi per fargli prendere le loro decisioni e fargli fare i loro calcoli nel weekend, ma non gli daremo una limitazione d'utilizzo''.

F1, GP Gran Bretagna 2020: Carlos Sainz (McLaren) rientra ai box con una gomma bucata

ENIGMA QUALIFICHE Circa le strategie migliori per la qualifica, il discorso parte da lontano e lo spiega bene Isola: ''Il divario tra la mescola C2 (la Hard questo weekend, la Medium lo scorso) e la C3 (La Medium di questa tornata e la Soft dell'altra) è di circa 0.7 secondi, mentre tra la C3 e la C4 (la Soft di questo fine settimana), è di 0.5-0.6 secondi. La C4 è una scelta molto aggressiva su una pista come Silverstone, abbiamo notato del blister non atteso sulla gomma, a seconda dei team sulle anteriori o sulle posteriori, la scorsa settimana l'avevamo avuto sulle C3 ma in gara, perciò pensiamo che la C4 non sia assolutamente una gomma da gara''. Questo potrebbe portare dunque molti team a cercare di qualificarsi in Q2 con la mescola C3 medium, mentre solo la Mercedes potrebbe provare l'azzardo di un secondo segmento di qualifica da provare a passare con la C2 hard.

F1 GP Gran Bretagna 2020, Silverstone: la griglia di partenza

DUE SOSTE OBBLIGATE Per la gara invece, c'è già una certezza. ''Secondo i dati raccolti oggi, una strategia a un solo stop non sarà possibile'' - ha sentenziato Isola - ''Quindi se questi saranno confermati anche domenica, vedremo una strategia a due pit stop, peraltro con molti team che cercheranno di non partire con la C4, cosa possibile visto il margine ridotto che c'è tra C4 e C3. Anche partendo con la C4 comunque non significa che la gara sarà già persa, ci sarà sempre la possibilità di fare un pit stop presto e poi provare a fare i due successivi stint nel corso della gara usando le due gomme Hard a disposizione con la nostra allocazione standard prevista''.


TAGS: pirelli formula 1 Mario Isola GP 70° Anniversario F170