Prossimamente

Toyota GT 86


Avatar di Luca Cereda , il 28/11/11

9 anni fa - 200 cavalli e trazione posteriore per la sportiva compatta di Toyota

Finalmente l'annuncio: in Europa si chiamerà GT 86. In anticipo sul debutto di Tokyo, la nuova sportiva compatta di Toyota si svela in dettaglio. Avrà la trazione posteriore e un motore boxer da 200 cv.

Benvenuto nello Speciale SALONE DI TOKYO 2011, composto da 23 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SALONE DI TOKYO 2011 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

BATTEZZATA La nuova sportiva compatta di Toyota in Europa si chiamerà GT 86, ora è ufficiale. Con buona pace di chi ha animato il “totonome” in tutti questi mesi d’attesa e di chi si auspicava un ritorno all’antico (Celica). La Casa giapponese ha fatto l’outing definitivo a pochi giorni dal salone di Tokyo, svelando tutti i dettagli di un’auto molto attesa e che ha richiesto due anni di gestazione (il concept FT-86 è stato presentato nel 2009 al Salone di Tokyo).

VEDI ANCHE



TRAZIONE POSTERIORE E’ a trazione posteriore, la Toyota GT 86, che se la vedrà sul mercato presumibilmente con le varie Scirocco, Astra GTC e Mégane Coupé: tutte a trazione anteriore. Il prezzo è l’unico dettaglio della GT 86 che ancora manca (è pronosticato poco sopra i 30.000 euro), ma dovrebbe allinearsi alle concorrenti. Sul look, invece, da queste prime foto non trapela nulla di molto diverso da quel che si era già riusciti a intravedere da immagini di brochure rubacchiate qua e là. Una considerazione particolare la meritano gli interni, che a dispetto del design tagliente e piuttosto aggressivo della carrozzeria, strizzano l’occhio piuttosto alle berline executive, salvo qualche dettaglio corsaiolo come le impunture rosse e l’incontrastato dominio dei toni scuri nei rivestimenti.

ESTIVA Lunga 424 cm e larga 257, con un passo di 257 cm, questa 2+2 monta cerchi da 17’’ di serie e ripartisce il suo peso di 1180 kg al 53% sull’assale anteriore e al 47% su quello posteriore. A spingerla c’è il motore 2.0 boxer di Subaru con iniezione diretta D4-S sviluppata da Toyota; un propulsore capace di 200 cavalli di potenza massima a 7000 giri e di una coppia di 205 Nm a 6600 giri, che di serie è abbinato a un cambio manuale a sei marce o, a richiesta, anche a una trasmissione automatica a sei marce con palette al volante. Non manca nemmeno il differenziale autobloccante. Le sospensioni seguono il tradizionale schema MacPherson all’anteriore, al posteriore sono invece multibraccio. Quando la vedremo nelle concessionarie la nuova Toyota GT 86? L’appuntamento è fissato per giugno 2012, non prima.


Pubblicato da Luca cereda, 28/11/2011
Gallery
Salone di Tokyo 2011
Logo MotorBox