Autore:
Lorenzo Centenari

NEWYORKESE Prende la rincorsa da Oltreoceano, per atterrare anche in Europa entro l'estate. Come salone di bellezza per il lifting di metà carriera, Mazda CX-3 sceglie dunque il Salone di New York, piattaforma di lancio dalla quale salpare anche alla volta del mercato americano. Nessuna rivoluzione, trattasi di semplice restyling: sulla medesima base meccanica della preesistente CX-3, l'edizione 2018 aggiunge tuttavia dettagli di spessore.

RESTYLING DI SOSTANZA Le modifiche agli esterni includono la calandra di nuovo disegno, l'inedita tinta Soul Red Crystal e i nuovi cerchi in lega d’alluminio da 18 pollici. Eleganza e mascolinità: la filosofia Kodo viene interpretata alla lettera. A loro volta, gli interni di Mazda CX-3 2018 si arricchiscono di nuovo tunnel centrale con bracciolo, freno a mano elettronico con funzione “auto-hold”, infine nuovi programmi di assistenza alla guida della famiglia i-Activsense: come il Cruise Control adattivo con funzione Stop&Go (in abbinamento al cambio automatico Skyactiv-Drive) e i fari adattivi matrix Led.

MOTORI, AZIONE Il turbodiesel 1.5 Skyactiv-D lascia il posto a una nuova unità da 1,8 litri che soddisfa le norme sulle emissioni Euro 6d-Temp: la minore temperatura di combustione porta infatti a inferiori emissioni di NOx. Per Mazda CX-3 2018, novità anche lato benzina: il 2 litri Skyactiv-G a iniezione diretta si aggiorna nella tecnica, riducendo ulteriormente le emissioni di particolato. Anche in assenza di apposito filtro, lo Skyactiv-G risponde, come il collega a gasolio, ai requisiti Euro 6dTemp.


TAGS: new york 2018 mazda cx-3 2018 mazda cx-3 restyling 2018 mazda cx-3 skyactiv mazda cx-3 new york 2018