Autore:
Marco Congiu

ARIE DA GRANDE Esordio a New York per la Mercedes-AMG C63 S coupé restyling, che al NYIAS 2018 certamente non passa inosservata. La due porte di Stoccarda, nel suo facelift di metà carriera, implementa molte tecnologie viste sulle sorelle maggiori Classe E e Classe S, oltre a mostrare i muscoli con il celeberrimo V8 biturbo da 510 CV. Vediamo come cambia.

UN PO' PIRATA, UN PO' SIGNORE Il design della C63 S 2018 si avvicina molto, nel frontale, all'AMG GT R, la vera bestia di Affalterbach. La calandra Panamericana fa sembrare questa Classe C ipervitaminizzata una discendente diretta della Gran Turismo AMG, ma non è la sola caratterizzazione estetica derivata dalla sportiva. I quattro terminali di scarico e l'estrattore posteriore ne sono un altro esempio, oltre a linee pulite in favore dell'aerodinamica.

DENTRO: TANTA TECNOLOGIA Sulla Mercedes-AMG C63 S troviamo, una volta aperte le portiere, la stessa tipologia di infotainment che ha debuttato qualche settimana fa al Salone di Ginevra. Al centro della plancia troviamo un doppio display da 10.25” e 12,3” che funge da cruscotto digitale e da interfaccia per l'infotainment. Compaiono anche i pulsanti touchpad a sfioramento sul volante nelle razze delle 9:15. Le sellerie sono rivestite in morbida belle, mentre la plancia presenta inserti in fibra di carbonio, emblema di sportività.

V8. WHAT ELSE? Il vero protagonista della C63 AMG restyling è però il mostruoso V8 sovralimentato con potenza, a scelta, di 476 o 510 CV. Il cambio è il noto 9G-Tronic a nove rapporti e permette all'auto di scattare da 0 a 100 km/h in 4 secondi, prima di toccare una velocità massima di 290 km/h nella versione S. Non si conoscono ancora prezzi e tempi di arrivo nelle concessionarie italiane. 


TAGS: mercedes classe c mercedes new york 2018 mercedes amg c63s