Autore:
Paolo Sardi
Pubblicato il 20/05/2014 ore 16:50

ALLA RISCOSSA Dopo averlo snobbato per diverso tempo, la Nissan torna a gettarsi nella mischia del segmento C, consapevole del fatto che le pur ottime nuove Qashqai e X-Trail non possano ancora vendere su scala internazionale quanto una berlina a cinque porte. Con questa carrozzeria ecco dunque arrivare la Nissan Pulsar, che sarà nelle vetrine delle concessionarie nel corso del prossimo autunno.

MISS GAMBE Dalle sorelle tuttofare, la Nissan Pulsar eredita il taglio a V del frontale e quello un po’ a boomerang delle luci di coda, mentre i fari possono sfoggiare la tecnologia Led. Per il resto la carrozzeria appare moderna, con numerose nervature che creano un bel gioco di superfici concave e convesse, ma senza tanti grilli per la testa, come si addice a una berlina che deve piacere a un pubblico trasversale. Giusto per dare un’idea delle dimensioni, la lunghezza è di 4.385 mm, mentre il passo è di ben 2.700 mm, valore ai vertici della categoria e che permette ai passeggeri posteriori di avere 692 mm di spazio per le gambe, roba da berlina di lusso.

TURBO PER TUTTI La gamma motori della Nissan Pulsar sposa la filosofia del downsizing, con unità tutte turbocompresse. Apre le danze il piccolo 1.2 DIG-T a benzina da 115 cv, che nel 2015 sarà affiancato alla pompa verde dal 1.600 da 190 cv. Per gli amanti del diesel c’è invece il noto 1.5 dCi da 110 cv e 260 Nm di coppia, nelle cui vene scorre sangue Renault.