Scherzi a parte:

Fiat 500 Giardiniera, un pesce nella rete


Avatar Redazionale , il 02/04/09

12 anni fa - Svelato il "mistero" della nuova Fiat

Il killer torna sul luogo del delitto e il pescatore (d'aprile) pure! A cinque anni di distanza, i riflettori sono tornati di nuovo su un'auto che - almeno per ora - è di pura fantasia: la 500 Giardiniera. Un modello comunque verosimile, che ha fatto molto discutere.

Benvenuto nello Speciale FIAT 500: DAGLI ALBORI AL PRIMO MILIONE , composto da 22 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario FIAT 500: DAGLI ALBORI AL PRIMO MILIONE qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

RECIDIVI Per fortuna due indizi non fanno una prova. Altrimenti dopo il secondo pesce d'aprile avremmo mandato alle ortiche quel po' di credibilità che ci siamo costruiti in tanti anni di prove e anticipazioni. Giù la maschera, dunque: dopo la Volvo S30 del 2004, anche la 500 Giardiniera pubblicata ieri è frutto della nostra fantasia. Non solo di quella, però: dietro c'è pure mano di Davide Varenna, giovanissimo designer, vincitore nel 2006 del Concorso Stile Italiano Giovani indetto dalla rivista Auto & Design. La 500 Giardiniera nasce da un lavoro di Photoshop e la foto utilizzata è solo una di quelle che erano state realizzate; le altre le trovate nella gallery e sviluppano il padiglione in modo diverso.

UN ACQUARIO Molti hanno colto al volo il fatto che si trattasse di uno scherzo. D'altro canto i riferimenti al mondo ittico abbondavano, con il testo che più che un articolo sembrava un acquario, visti i pesci al suo interno: mormora, occhiata e rombo "sguazzavano" beffardi tra le righe. Senza dimenticare il "pescata nella rete" e il parcheggio "a lisca di pesce", che hanno insospettito tanti lettori. Uno solo ha sottolineato invece che in ESP-CE fosse celato l'anagramma di PESCEma l'enigmistica sta perdendo purtroppo estimatori. Cosa buffa, molti hanno pensato allo scherzo per il fatto che l'auto fosse chiamata Giardiniera e non pochi hanno pure ironizzato sui sottaceti, prendendo però un granchio (allora è un vizio...). La vecchia 500 si chiamava davvero Giardiniera!

FUOCO ALLE POLVERI Rispetto al primo "pesce" della Volvo (il link è tra le notizie correlate qui sulla destra) stavolta c'è statopoco spazio per la fantasia. Scegliendo un'auto di serie per confezionare il pesce 2009 non abbiamo potuto sbizzarrirci più di tanto con gadget e dispositivi strani, per non rovinare del tutto la messinscena. Ciò che è interessante, tuttavia, è il fatto che l'auto abbia acceso la discussione sulla 500 e sulla Fiat in generale, anche tra coloro che avevano sentito puzza di bruciato o addirittura scoperto tutto.

VEDI ANCHE



PANI E... PESCI In diversi si sono dichiarati interessati alla nostra Giardiniera e alcuni si sono anche detti pronti ad acquistare l'eventuale modello di serie disegnato così. Chissà: se mai alla Fiat dovessero davvero produrre una versione familiare della 500 come la nostra (ipotesi che non è campata in aria...), magari il modello potrebbe avere successo e moltiplicare pani e pesci nel bilancio della Casa. Sarà stata uno scherzo ma, forse, se la Volvo si fosse ispirata alla "nostra" S30 le vendite della sua compatta sarebbero andate in modo diverso...

IL TESTO ORIGINALE

"NELLA RETE
Non una macchina a se stante, ma un'intera famiglia di modelli. Pare questo il destino della 500, che, dopo la variante C vista al Salone di Ginevra, dovrebbe essere declinata anche in una versione familiare. Così come la Trasformabile, potrebbe avere dunque una sua erede anche la Giardiniera, prodotta a partire dal 1960 e che chiuse la sua carriera nel 1977 sotto le insegne Autobianchi. E di questa Fiat possiamo mostrarvi un'immagine in anteprima pescata nella rete dall'aria molto verosimile.

UN MARE DI SPAZIO Lo scatto è uno soltanto e si tratta di una vista laterale, dalla quale si possono però già intuire molte caratteristiche della nascitura. La Giardiniera prossima ventura (il nome non è però ancora definitivo) ha il passo allungato, a tutto vantaggio dell'abitabilità posteriore, che sulla 500 vulgaris lascia un pochino a desiderare. Anche lo sbalzo posteriore si dà allo stretching per garantire passi avanti anche sul fronte della capacità di carico, che - stando a quel che si mormora - potrebbe essere modulabile, grazie a un divano posteriore scorrevole. Quanto al portellone, i nostalgici si possono scordare le cerniere laterali. Qui al vano di carico si accede con una classica apertura verticale.

BIRRA ALLA SPINA Impossibile tuttavia per ora dare un'occhiata all'abitacolo, che non dovrebbe però differire da quello del modello d'origine, almeno a livello della plancia. Anche i motori si annunciano straconfermati. Sulla Giardiniera, tra l'altro, vista la maggior vocazione ai viaggi e all'impiego a pieno carico è probabile che cresca anche il gradimento delle versioni Multijet, per il momento messe in secondo piano dalle sorelle a benzina. In ottica futura, invece, la gamma potrebbe evolversi anche con una meccanica ibrida. Se arriverà, sarà di tipo plug-in, con la spina per ricaricare le batterie e non è da escludere anche la possibilità di marciare solo in modalità elettrica: niente rombo a solleticare i timpani ma tanta ecologia.

CURA DI FOSFORO Quanto all'elettronica, la 500 Giardiniera dovrebbe portare al debutto diverse soluzioni intelligenti, a partire dall'ESP-CE, il sistema di controllo della stabilità e della trazione imposto come standard su tutte le auto vendute a partire dal 2011 a livello europeo (da qui la sigla CE). Il dispositivo ha costi finalmente contenuti, pur assicurando lo stesso tipo di efficienza dell'ESP oggi più caro. Inoltre non è escluso il lancio anche di un nuovo sistema di assistenza al parcheggio cui gli ingegneri starebbero lavorando da tempo. Il chip sarebbe capace di sistemare l'auto in retromarcia non solo negli spazi longitudinali a lato della strada ma anche in quelli a lisca di pesce.".


GUARDALA IN GRANDE




Pubblicato da Paolo Sardi, 02/04/2009
Gallery
Fiat 500: dagli albori al primo milione
Logo MotorBox