Prova

Fiat Panda 2007


Avatar Redazionale , il 26/10/06

14 anni fa - In arrivo la sportiva e l'ecologica

La piccola Fiat Panda si adegua al passare del tempo, ma invece di sottoporsi a un lifting affronta il futuro con due nuove versioni: una sportiva e una ecologica. Una già disponibile l'altra in arrivo a gennaio.

Benvenuto nello Speciale FIAT PANDA, I SUOI PRIMI 30 ANNI, composto da 23 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario FIAT PANDA, I SUOI PRIMI 30 ANNI qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

TRASVERSALE "Se non ci fosse dovrebbero inventarla" . Recitava così una vecchia pubblicità Fiat Panda. Oggi, a tre anni dal lancio della nuova versione, gli slogan sono altri ma la sostanza non cambia: la Nuova Panda 2007 continua a piacere e, fatto insolito nel mercato dell'auto, più invecchia e più vende. E mentre tutte le altre alla sua età si sottopongono a un lifting più o meno profondo, lei si permette di lasciare intatto il look e di aggiungere solo qualche colore nuovo (quattro) al suo vestitino. Insomma, il cubetto torinese piace così com'è e questo è bastato a evitargli un intervento con il bisturi sulla pelle ancora fresca.

PIU' ELEGANTE In compenso però cambia dentro, anche se non troppo. La più Fiat delle Fiat in versione 2007 di nuovo ha una plancia grigio scura e una serie di nuovi tessuti che vivacizzano e ingentiliscono gli interni. Quanto basta per dare una percezione di qualità e di eleganza maggiori. Compreso il fatto di essere forse l'unica della sua categoria ad avere il 99% della superficie interna rivestita.

DUE NOVITA' Le vere novità del model Year 2007 sono così due nuove versioni che si aggiungono alla ampia gamma già disponibile (4x4, Cross, Alessi, Monster, Rally, Jolly, Hydrogen, Luxury e Terramare, le ultime quattro solo in esemplare unico): la Panda 100 HP, che come dice il nome rappresenta la versione sportiva stradale, e la Panda Panda, ovvero due Panda in una: una a benzina e l'altra a metano. Entrambe presentate al recente Salone di Parigi.

PANDA 100 HP
CENTO CAVALLI I cento si riferiscono quindi alla potenza massima di questa versione, che nelle intenzioni della Casa vuole essere la più pestifera di tutte le Panda stradali. Possono bastare però 100 cavalli a definire sportiva un'auto? In Fiat hanno pensato di sì, anche se nei piani bassi avrebbero voluto qualcosa in più. Cento è un bel numero e anche se ormai evoca sensazioni pistaiole solo tra le nonne, su una vettura leggera come la Panda hanno il loro perché.

SCATENATA La cavalleria viene scatenata da un inedito (per la Panda) 1.4 benzina 16 valvole che ai 100 cv arriva a 6.000 giri, mentre la coppia massima di 131 Nm è disponibile a partire dai 4.250 giri. Così combinata la Panda 100 HP raggiunge i 185 km/h, che non è poco anche se alla portata di altre concorrenti, mentre il 0-100 km/h viene coperto in un tempo molto interessante: 9,5 secondi. Tutto ciò con una percorrenza media di 15,4 km/litro.

SOUND SPORTIVO Valori di tutto rispetto che su una Panda normale avrebbero creato più di un problema. Da qui la necessità di intervenire sull'assetto con modifiche alle sospensioni (nuove molle e nuove tarature degli ammortizzatori), ai freni, con l'adozione di quattro dischi maggiorati (anteriori autoventilati da 257x22 mm; posteriori pieni da 240x11mm) e alle ruote che ora montano pneumatici (195/45 R15) adeguati al carattere della 100 HP. Una certa attenzione è stata prestata anche al sound del motore, che romba più pieno contribuendo non poco a provocare quell'effetto "sport" che non può mancare sulle vetture con ambizioni grintose.

BOCCA LARGA Vista da fuori la vocazione sportiva si riconosce dallo spoilerino e dallo scarico cromato posteriori, dalla grossa bocca anteriore con griglia nerain plastica e dai nuovi cerchi in lega da 15". Impronta sportiva che prosegue all'interno con il volante in pelle, i rivestimenti in tessuto scuro di qualità e la plancia nera con cromature dosate con parsimonia, senza eccedere nel cattivo gusto.

PIU' EMOTION Di suo la 100 HP ha infatti già molto di serie visto che deriva dalla versione Emotion, la più completa del listino Panda. Di serie ha il climatizzatore automatico, autoradio, barre portapacchi, fasce paracolpi laterali, filtro antiparticolato, immobilizer, paraurti verniciato, sedile guida regolabile in altezza, sedile passeggero con vano portaoggetti, chiusura centralizzata. In più la 100HP aggiunge i fendinebbia, un cambio manuale a sei marce, sedili posteriori sdoppiati e un kit "Pandemonio" con sticker laterali cromati, pinze freni rosse, specchi esterni e cerchi in lega con trattamento argento.

TASTINO MAGICO L'accessorio più interessante però non si vede: un pulsantino sulla consolle centrale che attiva la funzione "sport", quella che cambia la taratura dello sterzo rendendolo più duro e contemporaneamente modifica la prontezza di risposta dell'acceleratore che diventa molto più sensibile. Tutto ciò senza modificare assetto e prestazioni del motore. E' sempre la stessa Panda solo che adesso è più nervosa, più reattiva.

NERVOSETTA Lo si percepisce bene guidandola su un percorso misto: la differenza non è moltissima rispetto alla funzione "normale", quanto basta però a dare una sensazione di maggiore sportività, aiutati anche dal volante che da leggero modifica automaticamente la taratura fino a indurirsi per permettere di affrontare meglio le curve.

TIRA DA BESTIA Al di là della funzione "Sport", che migliora il piacere di guida anche su una cittadina, ciò che sorprende sono le prestazioni e la tenuta di strada della 100 HP. L'accelerazione è corposa, gratificante, con il 1.4 16valvole che "tira da bestia" (non da panda però) e un cambio con i rapporti corti, che si fanno facilmente tirare il collo bel oltre i 6000 giri.

FRENI MAGGIORATI Efficace anche il lavoro sulle sospensioni grazie al quale la Panda che non ti aspetti resta stabile e in curva non affonda come le sorelline normali. A guardarla non si direbbe, ma chi vuole divertirsi può farlo senza problemi. Anche perché, nel caso ce ne fosse bisogno, i quattro freni a disco fanno il loro dovere più che bene fermando i 975 kg della 100 HP in soli 30 metri da una velocità di 100 km/h (dato dichiarato dalla Fiat) con una potenza equivalente a quella dell'impianto frenante dell'Alfa 159. La 100 HP è disponibile da subito a un prezzo di 13.400 euro chiavi in mano.

PANDA PANDA
BENZINA-GAS
Nel senso di due volte Panda. Ovvero, un motore, il 1.2 8v da 60cv (102 Nm a 2.500 giri, 155 km/, 14 sec nel 0-100 km/h) e due alimentazioni: benzina e metano. Una soluzione molto Fiat per chi è attento ai costi di gestione e all'ambiente, che la Casa spaccia come la più economica fra le ecologiche. Anche se non fosse vero però (la Chevrolet Matiz a GPL ci sembra ancora più economica) la Panda Panda è di sicuro la più interessante fra le Panda, soprattutto in tempi di benzina e gasolio a prezzi da gioielliere come gli attuali.

GIOCHI DI PRESTIGIO La furbata di Casa Fiat è stata quella di sistemare l'impianto a Metano nella piattaforma della Panda 4x4 al posto della trazione integrale. Sotto il pavimento ha così trovato posto un serbatoio di metano di 72 litri senza per questo dover modificare la struttura della vettura. Il serbatoio della benzina (30 litri) resta al suo posto e nessuno si accorge di niente. In compenso l'autonomia cresce di altri 300 km e passa dai 530 agli 830 km. Con ampio margine di sicurezza quindi per chi soffre di ansia da pieno nelle zone dove i distributori di metano sono come le pizzerie sulla Luna.

PIU' DYNAMIC La Panda Panda sarà disponibile da gennaio con allestimento Dynamic, quindi con di serie il climatizzatore manuale, nuovi interni, paraurti verniciati, immobilizer e cambio manuale a cinque marce, a un prezzo non ancora deciso ma che viene annunciato sullo stesso livello della Panda 100 HP. Ma anche se dovesse costare qualche cosa di più, il conto va fatto sui chilometri percorsi sapendo che il metano consente risparmi del 30% rispetto al gasolio e del 50% su un motore equivalente a benzina. Senza contare che il metano permette di poter circolare anche nelle giornate di blocco del traffico.

QUASI UGUALE Passare dalla benzina al metano è un giochino da ragazzi, grazie a un pulsantino a sinistra del volante che viene azionato manualmente dal pilota in base alle sue preferenze di guida. Con il metano la Panda Panda perde un po' di energia e l'andatura si affloscia un tantino, soprattutto nei percorsi tutte curve o in quelli in salita. La differenza però non è così evidente come ci si aspetterebbe da un 1.2 8v da 60 cv. Se si tiene una guida allegra, attenti a non scendere troppo di giri, il motorino della Panda Panda consumerà di più ma la differenza con la guida a benzina si riduce molto.

RISPARMIOSA Sessanta cavalli possono sembrare pochi, ma su una vettura leggera sono più che sufficienti, soprattutto per chi la usa prevalentemente in città: la Panda Panda scatta nel traffico senza esitazioni e anche fuori porta si possono tenere andature allegre. Con la coscienza pulita e la certezza di spendere la metà degli altri. Che non è poco.


Pubblicato da Gilberto Milano, 26/10/2006
Gallery
Fiat Panda, i suoi primi 30 anni
Logo MotorBox