Autore:
Giulio Scrinzi

LARGO A PETRUCCI Il venerdì di libere sul circuito di Misano Adriatico è iniziato stamattina con una pista ancora inumidita dall'acqua che è scesa copiosa stanotte: in queste condizioni i protagonisti della MotoGP sono partiti con prudenza, e dopo che nelle FP1 era stato il Campione del Mondo in carica Marc Marquez a firmare il giro più veloce, nel secondo turno del pomeriggio la leadership è stata conquistata da una Rossa di Borgo Panigale. No, non quella di Dovizioso, bensì la GP17 affidata a Danilo Petrucci, in grado di beffare tutti nel finale con un ottimo 1'33''231.

SIAMO IN SCIA Dietro alla prima guida del team Pramac troviamo l'unica Yamaha ufficiale presente in griglia, quella di un Maverick Vinales che ha pagato solamente 5 millesimi di distacco, e la Desmosedici ufficiale del leader di classifica Andrea Dovizioso, anche lui in scia al “Petrux” e con soli 63 millesimi da recuperare. Nonostante i pronostici, le Rosse di Borgo Panigale stanno ben figurando sul circuito di Misano, diventando allo stesso tempo degli avversari molto ostici con cui fare i conti.

HONDA A INSEGUIRE Il reparto corse che ha pagato di più nei confronti delle sorprendenti Ducati è stato senz'altro il team Honda Repsol: mentre al mattino la RC213V di Marc Marquez aveva fatto la voce grossa, nel pomeriggio le quattro cilindri dall'Ala Dorata hanno girato più lentamente, con un Daniel Pedrosa capace di precedere il compagno di squadra di oltre un decimo di secondo. Ma non è tutto, perchè dietro di loro si è piazza anche la Honda del team LCR affidata a Cal Crutchlow, sesto assoluto nonostante un dito ancora dolorante.

IANNONE IN TOP TEN Scorrendo la classifica combinata del venerdì troviamo poi altre due Ducati ufficiali: stiamo parlando delle GP17 di Michele Pirro, eccezionalmente in pista questo fine settimana come wild card, e dell'altro titolare Jorge Lorenzo, capaci di precedere la Suzuki di un Andrea Iannone che sembra aver iniziato il suo weekend con il piede giusto. Ha completato la top ten lo spagnolo Tito Rabat, fresco di contratto con il team Avintia Racing per il 2018.

CLASSIFICA DI GIORNATA 1) Danilo PETRUCCI (Ducati), 1'33''231; 2) Maverick VINALES (Yamaha), +0.005; 3) Andrea DOVIZIOSO (Ducati), +0.063; 4) Daniel PEDROSA (Honda), +0.115; 5) Marc MARQUEZ (Honda), +0.244; 6) Cal CRUTCHLOW (Honda), +0.314; 7) Michele PIRRO (Ducati), +0.360; 8) Jorge LORENZO (Ducati), +0.383; 9) Andrea IANNONE (Suzuki), +0.509; 10) Tito RABAT (Honda), +0.589; 11) Aleix ESPARGARÒ (Aprilia), +0.601; 12) Johann ZARCO (Yamaha), +0.683; 13) Alvaro BAUTISTA (Ducati), +0.706; 14) Loris BAZ (Ducati), +0.823; 15) Hector BARBERA (Ducati), +0.906; 16) Scott REDDING (Ducati), +1.035; 17) Jonas FOLGER (Yamaha), +1.091; 18) Jack MILLER (Honda), +1.180; 19) Pol ESPARGARÒ (KTM), +1.268; 20) Karel ABRAHAM (Ducati), +1.447; 21) Bradley SMITH (KTM), +1.611; 22) Sam LOWES (Aprilia), +1.672; 23) Alex RINS (Suzuki), +1.821.


TAGS: motogp andrea dovizioso cal crutchlow danilo petrucci marc marquez maverick vinales daniel pedrosa andrea iannone motogp 2017 motogp misano 2017