Autore:
Federico Maffioli

FANTASTICO QUATTRO Dai fantastici quattro al fantastico numero quattro, quello scritto sulla carena della Ducati di Andrea Dovizioso che a Silverstone li suona tutti lottando da cavallo di razza in un’altra gara da incorniciare! Doveva essere Vinales, ma di fatto è lui l’uomo che ha messo fine al dominio di quei “fantastici quattro” che da anni monopolizzavano podio e posizioni che contano. Dopo l’Austria questa è stata la definitiva conferma di un salto qualitativo importante, sia della Ducati, sia del pilota italiano. Per lui questa è la quarta vittoria dell’Anno e adesso torna in testa al Mondiale con nove punti di vantaggio su Marquez. Il KO tecnico della Honda numero 93 ci ha privato di un altro duello fantastico? Ci vediamo a Misano per la risposta! Per lui voto 10

IDEE PIU’ CHIARE A Silverstone Maverick Vinales  ritrova il feeling con la sua Yamaha e taglia il traguardo in seconda posizione dopo una gara gestita prima con la testa e poi con la manetta. Lo spagnolo sfrutta con intelligenza il potenziale delle gomme e nelle fasi finali ha margine per provare anche a riprendere Dovizioso. Obiettivo che sfuma per poco, ma che bella bagarre con Dovi! Voto 9,5

FINO ALLA FINE Valentino Rossi chiude sul terzo gradino del podio una gara corsa in testa fino a tre giri dal termine. Insomma, anche a Silverstone, Rossi dimostra un talento infinito, guidando fino alla fine con il coltello tra i denti, costretto a  dover rallentare nelle fasi finali per i (soliti) problemi di grip (ed usura della gomma) al posteriore. Ok, in queste condizioni la rottura del motore di Marquez gli vale il biglietto per accedere al podio, ma lui come sempre non molla un millimetro, fino alla fine! Voto 9.

BASTA LA POLE A Silverstone Marc Marquez colleziona il suo terzo zero di questa Stagione, costretto al ritiro per la rottura del motore. Un colpo di sfortuna che al Campione in carica costa la prima posizione in Campionato, ma per valutare il fine settimana dello spagnolo basta guardare il giro lanciato che gli è valsa la pole position del Sabato: roba da rimanere incantati ed increduli! Resta il favorito per il Mondiale e a Misano l’idea è che arriverà ancora più agguerrito. Ma che riflesso ha avuto nel tirare la frizione dopo aver rotto il motore? Roba da far invidia a un computer! Voto 9

DAMMI IL CINQUE! Come in Austria, anche a Silverstone Jorge Lorenzo taglia il traguardo in quinta posizione, riducendo a tre secondi e mezzo il ritardo dal suo compagno di squadra al netto della nuova carena aerodinamica in configurazione full che su questa pista penalizzava la in termini di velocità massima. Insomma, Jorge è sempre più vicino ai più veloci e “l’apprendistato” sulla Ducati sembra (quasi) finito. Lo spagnolo in Inghilterra è stato grandioso, guidando sui tempi dei primi fino alle fasi finali. Tra poco potrebbe rivelarsi un prezioso alleato per Dovizioso. Voto 7,5

TRANQUILLO Cal Crutchlow chiude in quarta posizione la sua gara di casa, dopo essere stato davanti con il gruppo dei primi quasi tutta la gara. Anche se il pilota britannico porta a casa un ottimo piazzamento, però, da lui qui ci saremmo aspettati una guida un po’ più aggressiva, perché a parte un paio di episodi, passa quasi tutta la gara in attesa. Per lui voto 7

NON FA MEDIA Dani Pedrosa passa sotto la bandiera a scacchi in settima posizione dopo un fine settimana difficile e perennemente alle prese con le ondulazioni dell’asfalto inglese. Per lo spagnolo, qui a Silverstone, l’unico segnale positivo è il passaggio dalle Q1 in Q2, poi è autore di una fine settimana sempre al di sotto delle sue potenzialità. Viste le condizioni al contorno, comunque, è impossibile incolparlo più di tanto. Voto 6

NONA POSIZIONE Alex Rins chiude nono il GP inglese dimostrando di essere sempre più competitivo in sella alla Suzuki. Dopo una Stagione a dir poco sfortunata, finalmente lo spagnolo sembra aver invertito la rotta. Il talento non gli manca di certo e questo è un risultato concreto! Voto 7,5

TUTTI GLI ALTRI Johann Zarcò, sesto al traguardo con quasi quattro secondi di vantaggio sulla Honda Ufficiale numero 26, voto 6,5; Scott Redding, chiude la gara in ottava posizione in sella alla Ducati GP16, voto 7; Alvaro Bautista, chiude la gara nella top ten, voto 6,5; Danilo Petrucci, al netto del ritiro “causa Iannone” fa un fine settimana sotto le aspettative, voto 4,5; Andrea Iannone, a parte il warmup, stendere Petrucci è l’unico aspetto in cui qui a Silverstone ci ricorda il pilota che era l’anno scorso, sempre più irriconoscibile, voto 4.


TAGS: valentino rossi jorge lorenzo andrea dovizioso cal crutchlow danilo petrucci marc marquez alvaro bautista andrea iannone scott redding dani pedrosa alex rins motogp 2017 johann zarco motomondiale 2017 jonas folger motogp inghilterra 2017 motogp silverstone 2017 mavercik vinales pagelle silverstone 2017 motogp voti motogp silverstone 2017