Autore:
Giulio Scrinzi

O LA VA, O LA SPACCACome sono andate le mie qualifiche? Oggi ero molto più in difficoltà rispetto a ieri, ma prima di iniziare il mio ultimo tentativo mi sono convinto che dovevo provare a dare il meglio di me stesso”, queste le prime parole di Valentino Rossi al termine delle qualifiche sul circuito di Silverstone, dove è stato capace di conquistare la seconda casella a soli 84 millesimi di distacco dal poleman Marc Marquez. Stavolta il Dottore si è buttato, è andato allo sbaraglio ma alla fine è riuscito a firmare una prestazione assolutamente degna di nota.

I SOLITI FANTASMI... Il suo crono, di pochissimo superiore al muro dei 2 minuti netti, non ha nascosto tuttavia i soliti problemi che la M1 ufficiale di Iwata si sta portando costantemente dietro. E questo Rossi lo sa...Con la situazione attuale mi aspettavo di essere più staccato, e sinceramente sono preoccupato per domani: come al solito accusiamo un grande calo dopo pochi giri, l'usura della gomma posteriore è eccessiva. Utilizzare la mescola più dura è un rischio, perchè poi la moto diventa difficile da guidare a causa dello spinning. Dalla nostra parte abbiamo il vantaggio di correre con un'ora di ritardo, ma in ogni caso non sarà una gara facile”.


TAGS: motogp valentino rossi motogp 2017 team yamaha movistar 2017 motogp inghilterra 2017 motogp silverstone 2017