Autore:
Giulio Scrinzi

PIOGGIA IN AGGUATO La pioggia, in Olanda, non è una sorpresa: lo sanno benissimo i piloti della MotoGP, i quali proprio poco prima dell'inizio delle FP2 hanno visto all'orizzonte alcune nuvole minacciose che hanno portato in men che non si dica qualche goccia sull'asfalto di Assen. Tutti fermi ai box, ma solo per pochi minuti: la paura di dover passare domani in maniera forzata dalla prima sessione di qualifica è stata la motivazione principale per scendere comunque in pista nel tentativo di far segnare il miglior crono possibile.

VINALES DAVANTI A TUTTI Alla fine, chi è riuscito ad aggiudicarsi il titolo di pilota più veloce del venerdì è stato l'attuale leader della classifica iridata, un Maverick Vinales capace di segnare un sensazionale 1'33''130 che lo ha posto al riparo da qualsiasi preoccupazione per un eventuale passaggio in Q1.

PRESTAZIONE ECCELLENTE Dietro di lui, ha stupito ancora una volta il rookie della Yamaha Tech 3, quel Jonas Folger distanziato da Vinales di soli 367 millesimi e che è stato capace anche di mettersi dietro il Campione del Mondo in carica. Marc Marquez, infatti, ha firmato il terzo crono assoluto, accusando tuttavia un gap di 652 millesimi dalla vetta.

TEMPO RECUPERATO Quarta posizione per Andrea Dovizioso, protagonista nelle FP1 di un problema alla sua Ducati che ha costretto alla bandiera rossa per la presenza di olio in pista. Con un convincente 1'33''790, il numero 4 di Borgo Panigale è stato capace di recuperare alla grande il tempo perduto, mettendosi dietro la RC213V del team LCR affidata a Cal Crutchlow (+0.698) e la seconda M1 ufficiale di Valentino Rossi, sesto a 7 decimi esatti dal compagno di squadra.

CHIUDONO LA TOP TEN A seguire troviamo la Desmosedici di Danilo Petrucci (+0.760), autore del primo tempo nella prima sessione di libere e che nelle FP2 è stato in grado di regolare i conti con la Yamaha di Johann Zarco (+0.856), ottavo davanti ad Alvaro Bautista (+0.973) e a Daniel Pedrosa (+1.018), ultimo pilota in top ten. Fuori dai primi dieci Jorge Lorenzo, solo 14esimo, e Andrea Iannone, 17esimo.

CLASSIFICA DI GIORNATA 1) Maverick Vinales (Yamaha), 1'33''130; 2) Jonas Folger (Yamaha), +0.367; 3) Marc Marquez (Honda), +0.652; 4) Andrea Dovizioso (Ducati), +0.660; 5) Cal Crutchlow (Honda), +0.698; 6) Valentino Rossi (Yamaha), +0.700; 7) Danilo Petrucci (Ducati), +0.760; 8) Johann Zarco (Yamaha), +0.856; 9) Alvaro Bautista (Ducati), +0.973; 10) Daniel Pedrosa (Honda), +1.018; 11) Karel Abraham (Ducati), +1.169; 12) Jack Miller (Honda), +1.207; 13) Aleix Espagarò (Aprilia), +1.361; 14) Jorge Lorenzo (Ducati), +1.393; 15) Scott Redding (Ducati), +1.466; 16) Loris Baz (Ducati), +1.475; 17) Andrea Iannone (Suzuki), +1.487; 18) Hector Barbera (Ducati), +1.629; 19) Alex Rins (Suzuki), +1.793; 20) Sam Lowes (Aprilia), +1.909; 21) Tito Rabat (Honda), +2.055; 22) Pol Espargarò (KTM), +2.243; 23) Bradley Smith (KTM), +3.204.


TAGS: motogp valentino rossi jorge lorenzo andrea dovizioso marc marquez maverick vinales daniel pedrosa motogp 2017 jonas folger motogp assen 2017 motogp olanda 2017