Ducati, Bagnaia cerca la tripletta a Spielberg, ma con una difficoltà in più
MotoGP 2022

Bagnaia cerca la tripletta a Spielberg, ma con una difficoltà in più


Avatar di Simone Valtieri , il 18/08/22

1 mese fa - Francesco Bagnaia e la Ducati dovranno vedersela con un nuovo "nemico" a Spielberg, pista da sempre "amica" della Ducati

Francesco Bagnaia e la Ducati dovranno vedersela con un nuovo "nemico" a Spielberg, pista da sempre "amica" della Ducati
Benvenuto nello Speciale MOTOGP AUSTRIA 2022, composto da 12 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MOTOGP AUSTRIA 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

STRADA IN SALITA Dopo un avvio di stagione altalenante, Francesco Bagnaia sembra aver trovato il bandolo della matassa ed è reduce da una doppietta di successi in Olanda, prima della pausa estiva con una gara vinta di prepotenza ad Assen, e in Gran Bretagna, appena due settimane fa, con un successo conquistato grazie all'intelligenza. Ora arriva il Red Bull Ring, una pista da sempre amica della Ducati, ma l'introduzione della chicane al posto del curvone rettilineo che unisce curva 1 e 3 rappresenta un handicap per la moto di Borgo Panigale, che era solita sverniciare la concorrenza proprio sul quel lungo tratto in salita, per poi difendersi nella parte mista. Vero è che la GP22 è una moto ben più idonea anche alle zone miste dei circuiti rispetto alle sorelle maggiori, ma l'introduzione di una chicane lenta al posto di un rettilineo non può che essere considerato uno svantaggio e, di conseguenza, un vantaggio per Yamaha, Aprilia, Suzuki e KTM e, dunque, anche per Fabio Quartararo e Aleix Espargarò, i più diretti avversari di ''Pecco'' nella corsa all'iride.

VEDI ANCHE



PILOTI OTTIMISTI Dal canto suo Bagnaia continua a dire di voler pensare gara per gara, anche perché lo svantaggio da Quartararo è ancora importante, ben 49 punti, ma considerando che mancano 8 gare al termine tutto è ancora in ballo, a patto che non arrivino errori macroscopici e cadute. ''A Silverstone siamo riusciti a recuperare diversi punti in classifica generale - ha infatti spiegato Pecco tramite i canali ufficiali Ducati - ma per il momento non voglio pensare al Campionato. Devo restare concentrato, gara per gara, cercando di ottenere sempre il miglior risultato possibile. Nell’ultimo GP sono riuscito ad ottenere una vittoria inaspettata e credo sia stata una delle più belle della mia carriera. Ora arriviamo in Austria, su una pista che storicamente è sempre stata favorevole alla Ducati. Bisognerà vedere come sarà ora con la nuova chicane, ma sono convinto che ci siano comunque i presupposti per poter fare bene. Sono pronto ed entusiasta di poter correre di nuovo al Red Bull Ring!'' Pecco potrà contare sull'aiuto del compagno di team Jack Miller, che è in crescita nell'ultimo periodo: ''Sono felice di tornare a correre in Austria questo fine settimana'', ha dichiarato l'australiano. ''Il Red Bull Ring è un tracciato che mi piace e dove in passato sono già salito sul podio. Lo scorso anno siamo stati sfortunati con una caduta nella prima gara e la pioggia che ci ha sorpresi nella seconda.  Il mio obiettivo è quello di potermi riscattare quest’anno: stiamo attraversando un momento positivo e le mie sensazioni sulla Desmosedici GP sono davvero ottime. Sono fiducioso e determinato a fare bene anche in questa gara''.


Pubblicato da Simone Valtieri, 18/08/2022
Tags
MotoGP Austria 2022
Logo MotorBox