MotoGP Gran Bretagna 2022, la cronaca e i risultati della gara di Silverstone
MotoGP 2022

MotoGP Gran Bretagna 2022: superbo Bagnaia! Vince e tiene aperte le speranze


Avatar di Simone Valtieri , il 07/08/22

1 mese fa - Bagnaia vince davanti a Vinales e Miller, recuperando 17 punti su Quartararo, 8°.

Con una gara intelligente Bagnaia vince davanti a Vinales e Miller, recuperando 17 punti su Quartararo. Bastianini batte Martin, 5 moto italiane davanti
Benvenuto nello Speciale MOTOGP GRAN BRETAGNA 2022, composto da 10 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MOTOGP GRAN BRETAGNA 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

PECCO IS BACK! Francesco Bagnaia riprende da là dove era rimasto in Olanda circa un mese fa, trionfando nel Gran Premio della Gran Bretagna con una gara estremamente intelligente, non forzando all'inizio e poi mantenendo la testa con i denti fino all'ultimo giro! Un super Maverick Vinales che con l'Aprilia si merita la seconda posizione alle sue spalle, beffando nel finale un ottimo Jack Miller. Per il quarto posto c'è Enea Bastianini, che con una rimonta delle sue, torna sotto a Jorge Martin e lo beffa all'ultimo giro, mettendo un punto esclamativo sulla sella ufficiale Ducati del prossimo anno. Sono così cinque le moto italiane nei primi cinque posti, non accadeva dal Gran Premio delle Nazioni 1968 a Monza! In top ten chiudono Oliveira (KTM), Rins (Suzuki) e uno spento Fabio Quartararo (Yamaha), mai in gara se non nei primissimi giri. L'infortunato Aleix Espargaro è bravo a chiudere nono, davanti a Bezzecchi, mentre a punti finiscon oanche Marini (12°) e Morbidelli (15°), con un discreto Dovizioso da ultimo a 16°. In classifica ora Bagnaia insegue Quartararo a -49, con il francese che guadagna comunque un punticino su Espargaro.

Clicca qui per tutti i risultati del weekend del GP di Gran Bretagna

ALLONS ENFANT! Si spengono i semafori e dalla pole Johann Zarco mantiene la vetta mentre alle sue spalle si fionda Fabio Quartararo, che passa Jack Miller e si mette dietro anche Pecco Bagnaia, quarto. Perde posizioni Vinales che scende in sesta posizione superato addirittura dalla Suzuki di Alex Rins, partito dalla 11° posizione e già quinto a metà del primo giro. Il dolorante Aleix Espargarò, perde una posizione e diventa settimo. Nel corso del primo giro Vinales prova a riprendersi la posizione su Rins ma senza fortuna. Quartararo spinge subito forte per poi poter effettuare con un minimo di margine il long-lap penalty e i due francesi sembrano avere il passo per andarsene sulla coppia di ducatisti in rosso. Non partono bene le altre Ducati, con Bastianini 11°, Bezzecchi 14° e Marini 17°, tutti con molte posizioni perse rispetto alla griglia.

FULMINE RINS Mentre Quartararo non riesce a superare Zarco, Bagnaia deve guardarsi le spalle perché Alex Rins sembra essere il pilota più in palla in pista. ''Pecco'' riesce a rispondere allo spagnolo per qualche giro ma non ha il passo per seguire i primi tre. Il sorpasso arriva al terzo giro e anche Vinales prova a prendere la posizione su Bagnaia. Fa fatica Aleix Espargarò a tenere il passo ma nei primi giri e infatti perde la settima paizza a favore di Martin, mentre nella top ten ci sono anche Mir e Oliveira. Al quarto giro arriva il long-lap penalty di Quartararo che da secondo diventa quinto, subito dietro a Pecco Bagnaia e davanti a Maverick Vinales. Il ritmo migliore lo ha comunque sempre Alex Rins, che si avvicina alle Ducati di Johann Zarco e Jack Miller!

DISASTRO ZARCO All'inizio del quinto giro il colpo di scena: il leader della corsa Johann Zarco si stende in curva 8 e saluta ogni sogno di gloria. Neanche il tempo di riflettere a Alex Rins si butta all'interno di Miller, il quale però gliela rende e torna davanti. In tutto questo Pecco Bagnaia, diventato terzo, si riavvicina ai primi due, portandosi dietro Quartararo, Vinales e anche Martin. Non sono lontani nemmeno Espargaro, Mir e Oliveira, con Bastianini che entra nei primi dieci. Johann Zarco, intanto, riparte, ma è a fondo gruppo. Al sesto giro arriva di nuovo il sorpasso di Rins che stavolta riesce a tenere dietro Miller e prova a impostare il ritmo. Da dietro risale, intanto Martin, che approfitta di un lungo di Quartararo per passare Vinales e mettersi nella scia del francese.

RINS SCAPPA Alex Rins prova a inventarsi una fuga, con Bagnaia che cerca di superare il compagno per non lasciar andare via il suzukista. Quartararo, intanto, deve difendersi da Jorge Martin che lo passa sull'Hangar straight spingendolo in quinta posizione. Tre curve dopo è la volta di Bagnaia che prima del rettilineo della Formula 1 passa Miller e prova a levarsi di dosso un gruppone di piloti pericolosi. In effetti sembra una gara della Moto3, con i primi dieci raccolti in 3'' dopo 7 giri. Martin prova a salire sul podio virutale, passando Miller ma andando largo e dovendo cedergli nuovamente la posizione. Chi torna fuori dai dieci è Bastianini, superato da Brad Binder su KTM.

BAGNAIA ROSICCHIA Rins scava un margine di circa 9 decimi su Bagnaia che nel tentativo di non staccarsi si porta dietro Miller, Martin, Quartararo e Vinales. Ci sono anche Mir, che passa Espargaro, Oliveira, Binder e Bastianini, tutti raccolti in un grappolo. Nel corso del nono giro Vinales riesce finalmente a passare Quartararo, che scivola in sesta posizione, e sembra essere un po' in difficoltà con la gomma media al posteriore. Decimo dopo decimo Bagnaia riesce a a ridurre lo svantaggio da Rins fino a 7, 6, poi 5 decimi, con Miller che resta lì a protezione del compagno, ma anche pronto a cogliere ogni sua eventuale sbavatura. Mentre Bastianini si riprende la 10° posizione su Binder, i primi dieci restano raccolti in poco più di 3'', con Bagnaia che torna sotto i 4 decimi di margine da Rins. Da dietro prova a essere della partita anche Bezzecchi, 12° ma non lontano dal serpentone.

BAGNAIA DAVANTI Quando si gira la boa di metà gara, Bagnaia una minacciosa ombra alle spalle di Rins, così come Martin mette nel mirino la Ducati di Jack Miller su cui vorrebbe salire il prossimo anno. Il serpentone comincia a sfilacciarsi nel finale, con Binder e Bezzecchi che si staccano da Bastianini, il quale resta aggrappato con i denti alla top ten, anzi, per un giro è il più veloce in pista. All'undicesimo giro ''Pecco'' rompe gli indugi e sfrutta la potenza della sua Ducati per passare Rins e difendere subito dopo la posizione, transitando in testa sulla retta della Formula 1. Intanto i primi dieci sono tutti in 2''7, l'unico piccolo gap è tra il 5°, Vinales e il 6° quartararo, comunque appena mezzo secondo tra loro.

OCCHIO A MILLER E BESTIA I primi dieci restano tutti ordinatamente incolonnati, e nel primo giro in testa Bagnaia non sembra poter andare via. Dietro, invece, Bastianini, supera Oliveira e mette nel mirino Aleix Espargaro, mettendosi in testa il bell'obiettivo da portare a compimento una delle sue proverbiali rimonte. Mentre Vinales riesce a passare Martin e prendersi la quarta posizione, Bagnaia riceve un warning per track limits e non riesce a scavare un solco tra sé e Rins, che gli resta incollato nello scarico. Enea Bastianini a 7 giri dal termine prosegue la sua missione, e si mette dietro Aleix Espargaro, trovandosi davanti Mir a poco meno di due decimi. Dietro a Bagnaia, intanto, Miller si riprende la seconda posizione per una provvisoria doppietta della Ducati rossa, sorpassando Alex Rins con decisione.

CHE BESTIA! Sei giri al termine e Bagnaia ha un nuovo rivale: il suo compagno Jack Miller che gira veloce almeno quanto lui. Bastianini, intanto, passa Mir che poche curve dopo si stende e saluta la compagnia. Enea va fortissimo e prova a insidiare subito la sesta piazza di Quartararo, mentre davanti a loro Martin torna davanti a Vinales, proseguendo un duello bellissimo che dura quasi da inizio gara. 5 giri dal termine ed Enea Bastianini tenta un primo sorpasso su Quartararo alla Copse. Non riesce la manovra al riminese che però è ottimista e si rimette in scia al francese dopo l'incrocio di traiettorie. Intanto non finisce la lotta tra Vinales e Martin, che si rimette davanti, con Bastianini che supera finalmente Quartararo e prova a mettere il suo zampino tra i due frizzanti spagnoli davanti.

FANTASTICO VINALES Quattro giri al termine, con ''Pecco'' Bagnaia che ha sempre 2-3 decimi di margine sul compagno Jack Miller. Alle loro spalle Alex Rins non può stare tranquillo vista la velocità di Vinales, Martin e Bastianini, mentre alle loro spalle Oliveira sale in ottava piazza superando un sofferente Aleix Espargaro. Il portoghese, subito dopo, incrocia le traiettorie con il francese ma, come Bastianini, poco prima, non ha successo. Vinales, intanto, rompe gli indugi e supera Rins, ma anche Martin non ci sta e passa il suzukista che scivola in quinta posizione. Per le due Ducati davanti la grana, ora, si chiama Aprilia mentre Rins viene messo nel mirino anche di Bastianini. Tre giri al termine e Vinales prova a farsi subito vederesu Miller, prendendosi la seconda piazza e dovendo recuperare 5 decimi su Bagnaia. 

MAVERICK CI PROVA...! Inizia il penultimo giro e Pecco Bagnaia ha sei decimi di margine su Vinales, è il momento di dare il tirone, con lo spagnolo che fugge via a Miller, il cui problema ora si chiama Jorge Martin. Dietro di loro Bastianini è sulla scia di Rins e Oliveira su quella di Quartararo. I due sorpassi arrivano quasi in contemporanea con Bastianini che sale in quinta piazza e Oliveira in settima. Occhio però davanti perché Vinales incrocia già le traiettorie con Pecco, che però non vuole mollare un millimetro e gli torna davanti.

...MA PECCO VINCE! Inizia l'ultimo giro con un Maverick di nuovo Top Gun! Piccolo errore dello spagnolo in avvio di giro, ma dopo la serpentina l'Aprilia si rifà sotto alla Ducati. ''Pecco'', però, è impeccabile mentre Maverick commette un paio di errori. Sulla retta della Formula 1 il vantaggio torna di mezzo secondo, e l'italiano può affrontare con relativa tranquillità le ultime curve! Vinales si rifà sotto ma Bagnaia resiste: 3 curve, due curve, una curva... vince Pecco Bagnaia, davanti a un super Vinales e a un grande Miller! Nell'ultimo giro Bastianini compie un sorpasso importantissimo in ottica futura proprio sul rivale Martin, e si prende la quarta piazza! Poi Oliveira, che supera Rins, Quartararo, Aleix Espargaro e Bezzecchi chiudono al top ten. A punti anche Marini 12° e Morbidelli 15°. Nel mondiale Bagnaia rosicchia punti importanti a Quartararo e sale in terza posizione, mantenendo in vita le speranze di un clamoroso recupero.


Pubblicato da Simone Valtieri, 07/08/2022
Tags
Gallery
MotoGP Gran Bretagna 2022
Logo MotorBox