SUPER CARLOS Giornata concitata alla Dakar con una tappa di 608 km da Wadi Al Dawasir ad Haradh, accorciata peri il vento. In poco più di due ore si affermano Carlos Sainz e Lucas Cruz, ripristinando un saldo vantaggio in classifica dopo i problemi occorsi ieri. Nasser Al Attiyah e Matthieu Baumel, che con la loro Toyota ieri erano risaliti a soli 24'' dall'equipaggio spagnolo della Mini, oggi sprofondano a oltre 17 minuti (comprensivi di 3 minuti di penalità) terminando solo 17°, e i vincitori di ieri, Stephane Peterhansel e Paulo Fiuza, non fanno molto meglio, fermandosi in 10° posizione a quasi 12' dalla Mini del compagno di team Sainz. Nella tappa odierna lo spagnolo ha preceduto di 3'05 il polacco Jakub Przygonski e di 4'26 il sud africano Giniel De Villiers.

Fernando Alonso (Toyota)

AHI AHI ALONSO Ad avere più problemi di tutti è stati però Fernando Alonso e Marc Coma, ribaltatisi dopo una duna (il video nel tweet qui sotto) e ripartiti con la Toyota Hilux molto danneggiata ma nonostante tutto ancora funzionante dopo la carambola. I due hanno accumulato ben 1h17' di ritardo chiudendo in 55° posizione e sprofondando in classifica dalla decima piazza appena conquistata alla 14°. Nella generale ora l'equipaggio di Carlos Sainz può contare su un solido vantaggio di 18'10 su Nasser Al-Attiyah e di 18'26'' su Stephane Peterhansel. Quarto sempre l'arabo Yazeed Al Rajhi a 40' circa, e quinto l'argentino Orlando Terranova a 57', ma ora entrambi sono insidiati da De Villiers, distante 1h e 2 minuti dalla vetta.

HONDA SUGLI SCUDI Nelle moto invece resta primo rafforzando il suo margine sul secondo l'americano Ricky Brabec che con la Honda del team Monster Energy termina la tappa di oggi dietro al compagno di team Joan Barreda Bort e davanti all'altro compagno Kevin Benavides, e allunga il vantaggio su Pablo Quintanilla, secondo nella generale con la sua Husqvarna a 25'44''. Toby Price, migliore delle KTM, chiude in quarta posizione la tappa odierna a poco meno di 3' da Barreda, da cui viene superato nella classifica generale in terza piazza. In sostanza la marca austriaca, che da 19 edizioni vince la Dakar moto consecutivamente, scivola fuori dal podio a due tappe dalla conclusione, preceduta da due Honda e una Husqvarna. E a proposito della moto svedese, ottimo nono posto nella tappa odierna per l'italiano Maurizio Gerini, che grazie a questa prestazione raggiunge e supera il compagno della Solarys Racing, Jacopo Cerutti, in 19° posizione.

Joan Barreda Bort (Honda)

Dakar 2020, ordine d’arrivo auto tappa 10 (top-5):

Pos Equipaggio Marca Tempo
1 Sainz-Cruz Mini 3h03'43''
2 Przygonki-Gottshalk Mini +3'05''
3 De Villiers-Bravo Toyota +4'26''
4 Lachaume-Polato Peugeot +6'10''
5 Al Rajhi-Zhiltsov Toyota +6'30''

Dakar 2020, ordine d’arrivo moto tappa 10 (top-5):

Pos Equipaggio Marca Tempo
1 Joan Barreda Bort Honda 2h11'42''
2 Ricky Brabec Honda +1'07''
3 Kevin Benavides Honda +2'31''
4 Toby Price KTM +2'57''
5 Luciano Benavides KTM +4'14''

Stephane Peterhansel (Mini)

Dakar 2020, classifica generale auto tappa 10 (top-5):

Pos Equipaggio Marca Tempo
1 Sainz-Cruz Mini 37h15'37''
2 Al Attiyah-Baumel Toyota +18'10''
3 Peterhansel-Fiuza Mini +18'26''
4 Al Rajhi-Zhiltsov Toyota +40'46''
5 Terranova-Graue Mini +57'39''

Dakar 2020, classifica generale moto tappa 10 (top-5):

Pos Equipaggio Marca Tempo
1 Ricky Brabec Honda 34h12'18''
2 Pablo Quintanilla Husqvarna +25'44''
3 Joan Barreda Bort Honda +27'09''
4 Toby Price KTM +28'33''
5 José Ignacio Cornejo Honda +41'31''

TAGS: fernando alonso Stèphane Peterhansel Carlos Sainz rally dakar pablo quintanilla Dakar 2020 Ricky Brabec Nasser Al Attiyah