Pubblicato il 27/08/20

POKER BELGA Lo ha già vinto quattro volte il Gran Premio del Belgio, e tornare a Spa-Francorchamps per Kimi Raikkonen è sempre un'occasione speciale, anche a 40 anni suonati e con un futuro ancora tutto da scrivere. Alla seconda stagione nel team Alfa Romeo, le prospettive di lottare per posizioni dignitose sono al momento pochissime per il finlandese, che dovrà decidere se appendere o meno il casco al chiodo a fine anno.

DECISIONE DA PRENDERE Interrogato a riguardo nel corso della conferenza stampa pre-GP, Kimi ha risposto con la sua solita concisione: ''Non ho ancora deciso''. Punzecchiato un altro po' sul tema, ha aggiunto: ''Non lo so, prima di tutto devo decidere cosa farò e poi vedremo''. Già, ma se corresse rinnoverebbe con l'Alfa Romeo o cercherebbe un'altra (peraltro poco probabile) destinazione? ''Ovviamente in questo momento se continuare o meno è la prima cosa da decidere. In ogni caso non credo che cambierebbe nulla se corressi qui o altrove finché non deciderò se continuare o meno, queste cose non sono davvero sulla mia lista''.

F1 GP Gran Bretagna 2020, Silverstone: Kimi Raikkonen (Alfa Romeo Racing)

PRIMA LA FAMIGLIA Il tema della conferenza era ormai tracciato, e dunque Raikkonen ha aggiunto nelle risposte successive: ''Ovviamente per che squadra correre fa la differenza, preferirei partire di gran lunga in una posizione migliore e lottare per i punti, ma onestamente non si sa mai il prossimo anno se tutto andrà bene o male, penso che il quadro più ampio sia molto più importante per me: prima di tutto viene la famiglia, e ovviamente i miei figli che stanno diventando grandi. Quest'anno sono stato in grado di essere a casa più spesso ed è stato bello, e sarà questo tema che deciderà se continuerò a correre o meno. Ci sarà un punto in cui deciderò che vorrò solo stare a casa e fare altre cose''.

GP Gran Bretagna 2019, Silverstone: Kimi Raikkonen prova la Alfa Romeo di Nino Farina

È PRESTO Sempre sul tema ritiro, è stato fatto notare a Kimi che il suo connazionale Mika Hakkinen lasciò la McLaren nel 2001 anche per aiutarlo e far posto a un pilota più giovane, ma Raikkonen ha chiosato: ''Dubito che abbia lasciato solo per me, sono abbastanza sicuro che avesse altre cose nella sua mente. Io avevo comunque un triennale con la Sauber, la gente forse l'ha vista in quel modo, ma non funziona così. Onestamente la mia decisione si baserà solo su ciò che sentirò essere giusto per me, ancora è presto, abbiamo fatto appena sei gare, so solo che devo continuare a lavorare, essere coerente e competitivo, e poi deciderò''.


TAGS: kimi raikkonen Raikkonen f1 2020 Alfa Romeo Racing BelgianGP 2020